Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mon12092019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Gestioni associate: slitta il termine del 1°luglio. Sottoscritta da tutti i sindaci delle Giudicarie una richiesta di proroga

alcuni sindaci giudicariesi

Slittano ancora i termini per le gestioni associate dei comuni delle Giudicarie. Anche l'ultima conferenza dei sindaci di mercoledì, presenti 29 primi cittadini, ha fatto registrare un'altra fumata nera. La data del 1° luglio fissata dalla legge per l'entrata in vigore dei nuovi assetti amministrativi, è destinata ad essere procrastinata. E, come si vocifera negli ambienti della Comunità, non è escluso che se ne parli solo dopo le elezioni provinciali. "Tutti i sindaci presenti hanno sottoscritto – ha confermato Giuseppe Bonenti presidente della Conferenza dei sindaci della valle – la richiesta di proroga alla Provincia, gli altri verranno a firmarla in un secondo tempo". E' dal primo gennaio del 2012 che sindaci e loro commissioni stanno lavorando al progetto di accorpamento dei servizi. Contratti, appalti e Servizio di informatica, almeno nelle intenzioni del legislatore, dovrebbero essere razionalizzati sotto una regia comune. Lo impongono il risparmio e una maggior efficienza dei servizi. Purtroppo però gli amministratori locali non hanno ancora trovato la quadra. Bonenti sostiene che lo spostamento non deve essere un tabù. "L'importante è riuscire a mettere tutti d'accordo: anche le aree che finora hanno dimostrato maggiori perplessità". I dati di fatto però dicono che, in Giudicarie, si è lontani dal concretizzare quanto previsto dalla legge Gilmozzi. La certezza si ha scorrendo il cronoprogramma, sottoscritto da sindaci e Comunità di Valle. Cinque date-calendario da rispettare in vista dell'avvio del 1° di luglio. 28 febbraio: approvazione schema di convenzione per contratti-appalti e Itc. 10 marzo:avvio concertazione sindacale per l'assegnazione del personale comunale. 20 aprile: conclusione concertazione sindacale e approvazione bozze. 15 giugno: convalida delle convenzioni da parte di Comuni e Comunità. Purtroppo, come molto realisticamente conferma il segretario della Comunità Michele Carboni, si è ancora al punto di partenza. Nessuna delle scadenze è stata rispettata.

Ovvio quindi che ritenere probabile uno slittamento dopo il turno elettorale di novembre, sia quantomeno ottimistico. Mercoledì sera i 39 sindaci si sono riuniti per l'ennesima volta. All'ordine del giorno c'erano le modalità organizzative e gestionali relative al nuovo appalto di raccolta e smaltimento rifiuti. Ma il primo punto: gestioni obbligatorie associate è stato liquidato con la richiesta alla Provincia di un nuovo allungamento dei termini, come era già stato fatto nel dicembre scorso. Dopo 17 mesi, non si è ancora arrivati al dunque. Le annunciate economie di un milione di euro l'anno: circa 300 mila per il personale euro, 600 mila per la razionalizzazione degli acquisti, alla faccia della spending review, dovranno pazientare ancora un po'. Certi invece i 2.000 euro a seduta (40 di gettone di presenza più trasferta) per i gettoni di presenza degli amministratori.