Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Tue12102019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Consiglio comunale lampo a Tione: approvato l'intervento di urgenza sulla strada di Zeller e trattate le due interrogazioni della minoranza sulla sicurezza

Tione cantieri aperti 1
Consiglio comunale lampo a Tione. Sia per l'approvazione dell'intervento di somma urgenza sulla strada di Zeller, per cui era stato convocato. Sia per le due interrogazioni in trattazione, per cui la minoranza si è detta assolutamente insoddisfatta. Il progetto sullo smottamento di un tratto di strada di montagna in località Tomborch e Tragole, affidato all'ingegner Giampietro Amadei di Caderzone (un intervento di 150 mila euro finanziato per ora con fondi propri in attesa che il Servizio Prevenzione Rischi della Pat abbia disponibilità nei capitoli di spesa) è passato con 15 si e 5 astensioni, dopo che la consigliera di minoranza Emanuela Giacomuzzi aveva chiesto come mai, con uno studio tecnico comunale che dispone di 4 geometri e 2 ingegneri, era stato necessario rivolgersi a un tecnico esterno.
L'intervento che dovrebbe ripristinare la viabilità delle case da monte, entro la prima quindicina di luglio, prevede il consolidamento del fronte strada con delle palificazioni profonde 10 metri, drenaggi e il ripristino di opere idrauliche per lo scolo delle acque.
Per quanto riguarda invece i quesiti posti dal consigliere Maraner in materia di sicurezza stradale, sia all'interno che all'esterno dell'abitato, più la discussa posa di una ringhiera, non prevista a progetto, che divide un parcheggio pubblico nella zona industriale di Vat, confinante con la ditta di proprietà dell'assessore comunale Mirella Girardini, le risposte – a detta delle minoranze – sono state evasive, e poco pertinenti.
Per le denunciate situazioni di pericolo (mancanza di protezione su un muro di 6 metri sovrastante la statale all'uscita sud di Tione e guard-rail assenti in via Legione Trentina), l'assessore Luca Scalfi ha ringraziato per la segnalazione, aggiungendo che situazioni di questo tipo c'è n'è più d'una in paese.
La ringhiera di Vat è stata messa per evitare che le automobili vadano a urtare il cordolo sottostante. Mentre, per la pericolosità del cantiere aperto in via 3 Novembre e via Pinzolo per il restringimento dei marciapiedi, dove ruspe e mezzi meccanici si muovono in libertà, senza che la strada sia stata chiusa preventivamente per ovvi motivi di sicurezza, è stato risposto che non era stato possibile per la contrarietà dei commercianti. (e.z.)