Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Fri08232019

Last update12:05:26 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Tione, Alessandro Rognoni candidato sindaco: Noi le comunali le vogliamo vincere. Da oggi parte ufficialmente l'operazione Speranza, con il sorriso, l'entusiasmo e il coraggio

Alessandro Rognoni"Volevo ringraziare tutti i volontari e tutti coloro che con entusiasmo si sono già messi al lavoro per darci una mano nella campagna elettorale. Ringrazio anche la mia famiglia per l'appoggio che mi sta dando. Vorrei che un giorno mio figlio mi dicesse: "grande papà, hai avuto coraggio". Noi le comunali le vogliamo vincere, non siamo qui solo per partecipare. Il rischio maggiore sarebbe stato quello di rimanere in panchina e non di calciare un rigore. Se non ci chiudiamo in difesa ma giochiamo all'attacco possiamo davvero vincere. Un anno e mezzo abbiamo deciso che fosse arrivato il momento di mettere in prima fila il coraggio rispetto alla paura e alla pigrizia. Abbiamo deciso che non bastava più lamentarsi criticando l'operato degli altri. Abbiamo deciso di dire ok basta, ora tocca a noi. Attualmente, a Tione c'è chi crede ancora che il futuro vada aspettato ed inseguito. Noi invece crediamo che il futuro vada costruito.

Come? Assieme ai cittadini. La partecipazione è infatti una questione anche di metodo. In quest'ultimo anno abbiamo fatto un'operazione d'ascolto incredibile, raccogliendo proposte e iniziative. La politica è anche questione di metodo e capacità d'ascolto, requisito che forse manca a questa maggioranza. Abbiamo avuto finora un successo inaspettato. Tione ha tutte le carte in regole per ritornare ad essere un paese felice e gioioso, un paese guida per tutte le giudicarie, capace di alimentare speranza e costruire innovazione e sviluppo. Noi vogliamo candidare per raccontare come ci immaginiamo Tione nei prossimi 20 anni. Che senso ha costruire opere faraoniche a Tione quando ogni giorno un negozio chiude e i nostri giovani scappano all'estero? Vogliamo immaginarci un paese frizzante e pieno di energia o chiuso e malinconico? Non vogliamo solo cambiare gli amministratori ma cambiare il destino dei nostri figli. Stiamo lavorando alla lista per creare il giusto mix tra gioventù ed esperienza. La nostra lista civica sta avendo l'appoggio trasversale di quasi tutte le associazioni locali e delle categorie economiche. Nei prossimi anni Tione dovrà invertire il proprio trend, ripartendo dalla cultura, dal lavoro e dal turismo. Nei mesi scorsi abbiamo presentato ai commercianti il progetto per rivitalizzare il tessuto economico locale, il quale ha avuto un forte successo tra gli stessi. Se pensiamo a questa generazione ma soprattutto ai nostri nipoti, e se vogliamo combattere la degenerazione a cui stiamo assistendo, dobbiamo modificare il modello produttivo in edilizia, proteggere le aree verdi, riqualificare le aree preesistenti e i centri storici. Nelle prossime settimane presenteremo il piano per lo slancio all'auto-imprenditorialità giovanile e per chi perde il posto di lavoro, con il supporto del progetto del Laboratorio del lavoro. Tione dovrà riprendersi la propria centralità attraverso azioni e comportamenti guida, caratterizzati da un modello di visione proiettata al futuro, non al passato. Tione deve diventare un paese che non ha paura, capace di valorizzare i giovani e le donne. Nei prossimi giorni verranno costituiti i comitati rionali per intensificare questa operazione di ascolto. Da oggi parte ufficialmente l'operazione "speranza", con il sorriso, l'entusiasmo e il coraggio.