Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Fri08232019

Last update12:05:26 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Enaip, l'alta formazione per la ristorazione incontra i migliori chef stellati

allievi e docenti dell'alta formazione albergheira di tione

TIONE. Continuano le collaborazioni dell'Alta formazione per la ristorazione, del Centro di formazione professionale dell'Enaip di Tione, con i più famosi chef italiani e stranieri. Una nuova straordinaria intesa del percorso di Alta formazione alberghiera, si è infatti concretizzata con il ristorante l'Osteria Francescana di Modena (uno dei pochi ristoranti con tre stelle Michelin), dello chef Massimo Bottura. Ristorante al secondo posto fra i migliori ristoranti del mondo nella classifica The World's 50 Best Restaurant.
Massimo Bottura, proprietario dell'Osteria Francescana, è uno chef carismatico, che sa coniugare l'eccellente qualità della sua cucina con una filosofia propria, lontana dagli stereotipi degli chef che imperversano oggi in televisione. Oltre che uno chef eccellente è anche uomo di cultura, sensibile ai problemi umanitari.
Grandioso è il suo progetto improntato alla solidarietà e alla lotta agli sprechi, con la creazione di Refettori per i poveri e gli emarginati in varie città del mondo. Dopo il Refettorio Ambrosiano, avviato a Milano contestualmente all'Expo, seguiranno a breve quelli di Rio de Janerio, Bologna, Torino e New York.
Mentre Massimo Bottura, sarà alla scuola di Tione in autunno, e mentre cresce l'attesa, a fare da apripista, nelle giornate di domenica 3 e lunedì 4, ha fatto visita al Centro alberghiero, lo chef Davide Di Fabio, collaboratore di Bottura da oltre dieci anni.
Lo chef Davide Di Fabio ha incantato gli studenti con le sue conoscenze, le tecniche e la qualità dei suoi piatti ricchi di fascino e tradizione, ma anche con la sua capacità di raccontare un vissuto personale come testimoniano alcun i piatti preparati nell'occasione: "Giulianova/Milano, andata e ritorno", "Riso, aglio dolce, prezzemolo e lumache" e Pasta alla milanese".
Accanto ad un cibo sublime, lo chef Di Fabio ha comunicato ai ragazzi la rilevanza di un clima di lavoro sereno, la capacità di fare squadra e l'importanza di relazioni improntate al rispetto delle persone per raggiungere obiettivi eccellenti come quelli ottenuti dall'Osteria Francescana.

Un feeling immediato e spontaneo si è instaurato fra gli studenti dell'Alta formazione e lo chef Di Fabio, coronata a fine giornata da una partita a calcetto:per dire che grande chef va a braccetto con la grande semplicità, con la capacità di stare insieme agli altri.

Il prossimo appuntamento in programma con l'Osteria Francescana e gli studenti dell'Alta formazione (corso biennale parauniversitario), passerà attraverso l'incontro con l'altro sous chef storico di Bottura, il giapponese Takahiko Kondo, che si alternerà con Davide Di Fabio in alcuni lezioni prima dell'intervento di Massimo Bottura. (f.s.)