Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sun12152019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Mattia Gottardi concede il bis: Un successo che va oltre ogni più rosea aspettativa che ci carica di una grandissima responsabilità

Mattia Gottardi Sindaco di Tione  - elezioni comunali 2015 

A Tione Mattia Gottardi ha fatto il bis. Lo ha fatto con una maggioranza bulgara che in pratica ricalca il successo ottenuto nel 2010, contro il sindaco uscente Vincenzo Zubani. Allora il risultato era stato un tennistico 75,15% contro il risicato 17,71% del primo cittadino in carica. Nella tornata elettorale di ieri si è concesso il bis, con una percentuale di consenso che si aggira attorno al 77%. Mattia Gottardi dunque Guiderà il capoluogo giudicariese anche nel prossimo quinquennio con una maggioranza che dovrebbe attestarsi su quattordici consiglieri. Lo sfidante Alessandro Rognoni, spalleggiato dalle liste civiche "Laboratorio per l'alternativa" e "Tione & Saone domani" non è riuscito ad ottenere un consenso superiore al 15%.
Com'era ampiamente pronosticato, nonostante l'impegno dei concorrenti, il primo cittadino in carica non ha avuto difficoltà ad aver ragione del giovane consulente bancario che non è riuscito a racimolare più di un sesto dei 2.082 voti disponibili. Alle 21.00 a Tione tanti erano i cittadini che si erano recati alle urne dei 2.754 degli aventi diritto al voto, con una percentuale di afflusso di poco superiore al 75%: 75,60% contro l'80,8% delle precedenti comunali. Dalle prime schede scrutinate, sì è subito compreso che anche questa volta Mattia Gottardi che ha guidato il paese nel quinquennio appena concluso, avrebbe ottenuto un altro risultato straripante. E che del tutto inutile era stata la martellante campagna elettorale a suon di sms e paginate su Face book, con cui lo sfidante Rognoni e i suoi supporter avevano cercato di accattivarsi le simpatie degli elettori. L'avvocato Gottardi – 35 anni, oggi delegato nazionale di Italia Unica, il nuovo partito di Corrado Passera - si conferma così alla guida di Tione, fin dal primo turno. E' un vero e proprio plebiscito. Addirittura maggiore di quello ottenuto cinque anni or sono, giacché quest'anno a sostenerlo c'erano solo due liste: Insieme per Tione e Punto su Tione, e non quattro come nel 2010. "E' un successo che va oltre ogni più rosea aspettativa che ci carica di una grandissima responsabilità" – ha commentato a caldo. "Da parte mia, c'è un'enorme soddisfazione. E, ringrazio tutti i cittadini per il riconoscimento del lavoro svolto finora".

I voti di preferenza