MONTAGNE. A Capanna Durmónt il 26 e 27 maggio: "La fine del Mondo storto": due giorni nel bosco alla scoperta della magia del libro

capanna durmont - pra da lasan

Comincia oggi pomeriggio, ospitata da Capanna Durmónt con passeggiate nei boschi che la circondano, "La fine del Mondo Storto" Books in the Woods 2012 , una due-giorni con i libri per uno scambio di cultura immersi nell'ambiente naturale, per riflettere in una dimensione nuova dentro radure nascoste da noccioli, guardate a vista da betulle, abeti e larici imponenti, a contatto con gli animali che vivono la selva. L'invito a pensare con al propria testa viene da Mauro Corona: "Mettiamo che un giorno il mondo si sveglia e scopre che sono finiti petrolio, carbone ed energia elettrica. Non occorre usare la fantasia per immaginarselo. Prima o poi capiterà!" Così, dopo la presentazione dell'evento alle 16 e 30 e alcune considerazioni sulla "politica economica della decrescita felice" prendendo spunto dal fatto che "gli alberi non crescono fino al cielo", verso le sette ci si inoltrerà nel bosco al lume di lanterna al seguito dei Rifflecan di Trento, attori che proporranno una selezione di brani emozionanti e suggestivi. Dopo cena Cristina Busin e Luana Silveri condurranno una serata su "libri e parole scambiate". Intenso anche il programma della domenica con un workshop di scrittura creativa al mattino guidato dallo scrittore e regista Marco Franceschini. Nel pomeriggio Scambio cieco e apertura Spazio Scoperte e Proposte della libreria Disertori. Merenda, spuntini, pranzo e cena saranno preparati con prodotti km 0. Si tratta di un evento diverso dal solito, da non perdere.