Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Tue07232019

Last update10:52:22 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Berasi e Messeri condannati a pagare 80 mila euro al Comune di Stenico. Lo ha stabilito il tribunale di Trento

tribunale di Trento

Oltre 80mila euro devono le società La Villa Sas di Mariano Berasi, già noto alle cronache, e la Robinia Srl di Gianfranco Messeri al comune di Stenico e il tribunale di Trento, chiamato in causa per dirimere la controversia, ha dato ragione al comune. Si tratta dei canoni di affitto dei due terreni comunali situati sul territorio della frazione di Villa Banale che i due imprenditori agricoli hanno chiesto e ottenuto in affido dal comune per farci un progetto di viticoltura sperimentale. Le vigne sono comparse sui verdi prati del Banale, il problema è che dal 2010, anno in cui l'accordo fra le parti venne ufficialmente siglato, solo un canone di affitto, il primo, è stato versato di quelli dovuti, in teoria, per 18 anni. Carta straccia si è rivelata anche una delle due polizze fideiussorie presentate a garanzia della propria affidabilità dai privati: la Credicor Spa, infatti, ha smesso di figurare nell'elenco degli intermediari finanziari per decreto del ministero dell'economia e delle finanze appena un paio di anni dopo aver firmato la fideiussione alla Villa Sas e alla Robinia Srl. Un fatto che aveva destato non poca preoccupazione negli amministratori di allora che si erano affidati all'avvocato Andrea Antolini per rivalersi davanti alla legge per le somme mai versate. E' arrivata ora la sentenza in primo grado del tribunale di Trento che dà ragione al comune di Stenico, per la comprensibile soddisfazione degli amministratori comunali, e condanna le due società private a versare gli affitti non pagati, pagare le spese legali e restituire i terreni al comune di Stenico oltre a versare una somma annuale fino a quando non torneranno nella piena disponibilità del comune e questi possa quindi di decidere di destinarli ad altro utilizzo.