Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sat08242019

Last update12:05:26 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

A Fiavé prende il via il Tavolo permanente dell'agricoltura e zootecnia

campi patate-Giudicarie EsterioriPrende il via giovedì 29 ottobre il Tavolo permanente di agricoltura e zootecnia, strumento fortemente voluto dall'Amministrazione comunale di Fiavé per ricomporre la frattura esistente tra i contadini e chi non ha collegamenti diretti con il settore.

In realtà, il lavoro è partito già nel mese di agosto quando Stefano Carloni, allora consigliere delegato ed ora assessore comunale all'agricoltura, ha radunato in riunioni separate le varie categorie economiche e sociali del territorio, per raccogliere le indicazioni utili a comporre il Tavolo: fanno quindi parte di questo neonato organismo, oltre al coordinatore Carloni, per gli agricoltori Simone Bronzini e Mauro Cherotti, per esercenti, artigiani e commercianti Christian Farina e Pietro Tonini, per gli operatori turistici (albergatori, b&b e agritur) Giuliano Carli e Cristiano Zambotti, per le associazioni e Asuc Luca Bronzini, Dario Giordani, Barbara Margonari, Mariano Nicolodi e Lina Salvadori, per la Pro Loco Lorena Festi. Inoltre, il coordinatore potrà inviare - dopo un confronto con gli altri membri - inviti «ad hoc» ad altre persone che in determinate circostanze possano offrire un contributo importante al percorso del Tavolo.

Diversi gli argomenti sull'agenda dell'assessore Carloni in vista degli incontri, che si terranno a scadenza bimestrale, a cui faranno seguito poi periodiche riunioni pubbliche con la popolazione per illustrare lo stato di avanzamento dei lavori. Partendo da un'analisi dello stato attuale del territorio e del comparto agricolo, si analizzeranno i vari dettagli collegati alle aziende operanti nel settore, per poi concentrarsi sulle problematiche connesse alla zootecnia. Qui si lavorerà per capire come migliorare gli impatti con il turismo, la viabilità, la salute dei cittadini e la quotidianità di chi vive a Fiavé. Si individueranno quindi le azioni - alcune di immediata eseguibilità, altre giocoforza proiettate nel medio periodo - per risolvere i problemi connessi al settore zootecnico e soprattutto al rapporto con chi non ha rapporti diretti con le aziende agricole.

Questa la sfida che l'Amministrazione comunale di Fiavé sta intraprendendo e che conta di vincere in maniera propositiva, mettendo da parte inutili e dannosi «muro contro muro» che finiscono per irrigidire le posizioni delle parti in causa, lasciando irrisolti i problemi.