Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sat08242019

Last update12:05:26 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Giovedì 10 dicembre 2015 - Rassegna stampa a cura di Mario Antolini Musón

Riepilogo orientativo

· l'Adige – Mentre a livello provinciale e nazionale continua il dibattito/attesa sulla soluzione sia del "Punto nascita" che delle altre problematiche legate agli Ospedali periferici, nelle singole vallate continua l'attività comunitaria sia a livello di Enti pubblici che di un Volontariato sempre più proiettato all'impegno comunitario. Una ricchezza in crescita da saper valutare e sostenere, con una chiara proiezione versa un avvenire ancora tutto da individuare e costruire con impegno ed entusiasmo proprio dei giovani.

· Trentino – Da Madonna di Campiglio altra "botta" all'Ospedale di Tione: riparte il Centro traumatologico locale ma con riferimento all'Ospedale di Cles; altri interrogativi all'orizzonte della sanità in Giudicarie?. / .Le altre... semplici cronache di aggiornamento

· Corriere del Trentino – Vari interventi su problemi base per la società: tutti da prendere nella debita considerazione perché risultano un vero arricchimento per chi ancora ha a cura la "vita comunitaria".

· Da altra stampa – Articoli da varie testate liberamente scelti dall'estensore di questa RS, e ritenuti o di attualità o di singolare contenuto. I più significativi in "Cultura" e "Segnalati". / Oggi "Corriere economia".

l'Adige

· Tione/Ospedale (anche). - "Punti nascita". I tempi si allungano. Slitta la deroga da Roma. / Punti nascita: la deroga si allontana. Stocker: «Non so quando invieremo la richiesta». / L'assessore alla sanità di Bolzano dice: «Trento non riunisce il Comitato». / M5S: «I concorsi per gli Ospedali Periferici sono fumo negli occhi». / La polemica. Cia: «Disagi per i malati dializzati». Il consigliere critica la riorganizzazione degli Ospedali: «Problema anche per la sedazione dei malati psichiatrici». (In prima pagina con servizio di Luisa Maria Patruno che segue a pag. 16).

· Coltura/Ràgoli. Abbattuta la "scuoletta", ma rinascerà più bella. Sono iniziati i lavori per la nuova sala pluriuso. / Dopo il successo della rievocazione" e del video sulla sua storia. (Denise Rocca, pag. 40 delle Giudicarie con foto).

· Storo. Soccorsi ai travolti dalle valanghe. / Serata SAT alla caserma dei Vigili del Fuoco Volontari. (Marco Maestri, pag. 40 delle Giudicarie).

· Storo. "Formantàss süi spèrgoi". / Quindici ballatoi al concorso del granturco. (Non firmato, pag. 40 delle Giudicarie).

· Tione. Trasparenza: Comune "bocciato". / M5S: soddisfatti solo 20 parametri su 66. (Non firmato, pag. 41 delle Giudicarie con foto).

· Storo. Bastia del "Dòs del Cìngol": la Provincia approva i lavori. / Restano pochi muretti; da recuperare i piani. / La ex fortezza medioevale al centro di un percorso d'arte del Comune. (Giuliano Beltrami, pag. 41 delle Giudicarie con foto).

· Tione. "Università popolare". / Il "Fondo Scalfi Bàito": un archivio dei giovani studenti. (Denise Rocca, pag. 41 delle Giudicarie con foto).

· Sténico. Premio alla "Scuola fiorita". / Gli alunni impegnati nella cura del territorio. (Non firmato, pag. 41 delle Giudicarie con foto).

· Darzo(Valle del Chiese. Infortunio sul lavoro. Rimasto ferito un operaio di 57 anni. (Non firmato, pag. 21).

· Pinzolo. Appalto per il bar. (Non firmato, pag. 41 delle Giudicarie).

· Preore. Serata informativa. (Non firmato, pag. 41 dele Giudicarie).

· Storo. Pesca per disabili. (Non firmato, pag. 41 delle Giudicarie).

· Politica provinciale. "Il Cantiere ha in sé l'Upt e serve alla coalizione". /Carli si è chiamato fuori; c'è Carlo Filippi di Civezzano. / La polemica. "Il Cantiere civico cresce; ma ora stop alle ambizioni personali". Quattro candidati rispondono a Mellarini: "Nessun fallimento, anzi". (Lui Maria Patruno, pag. 17).

· Firme Giudicarie. Marcello Farina: "La tenerezza cambia la vita: oltre l'amore". (In "Cultura e Società", pag. 9 illustrata).

· Danno per tutti. «L'ignoranza degli Italiani». (Di Franco Molinari, in prima pagina con seguito in "Lettere&Commenti" a pag. 50).

Trentino

· Madonna di Campiglio. A Campiglio ormai si scia col "Traumatologico" chiuso. / L'anno scorso la decisione di appaltare il servizio ai privati, che partiranno solo dal 23 dicembre. E faranno riferimento a Cles: altra "botta" per l'Ospedale di Tione. (Walter Facchinelli, pag. 49 delle Giudicarie con foto).

· Storo. Il passato lontano riaffiora a Storo. (Stefano Marini, pag. 49 delle Giudicarie con foto e didascalia: "I reperti archeologici conservati nella Biblioteca di Storo").

· Fiavé. Alessandra Nadalini guida la "Pro Loco". (Riccardo Riccadonna, pag. 49 delle Giudicarie con foto).

· Ponte Arche. Consiglio di Istituto delle Giudicarie Esteriori. Onorio Riccadonna confermato presidente. (Graziano Riccadonna, pag. 49 delle Giudicarie con foto).

· Storo. "Spérgoi" e Presepi nel Natale di Storo. (Aldo Pasquazzo, pag. 49 delle Giudicarie).

· Politica provinciale. Upt: verso una sfida tra due candidati. / Mellarini pronto a lanciare Carlo Filippi e Salvatore Panetta. ( Paolazzi: «Così si tradiscono gli elettori». / Conzatti: «Cerchiamo una figura unitaria; altrimenti ciascuno esprimerà la sua sensibilità. Il partito riassorba le civiche». (Da Trento, l. m., pag. 22 con foto).

· Famiglie: boom di sconti. Due su tre hanno diritto ad agevolazioni per trasporti e mensa... (In prima pagina con servizio di Andrea Selva a pag. 18).

· Inserto "Weekend": appuntamenti e tempo libero nel fine settimana. (Pagg. 27-30 illustrate).

Corriere del Trentino –

· "Piste da sci; regole uniformi, più sicurezza". / Il Convegno con economisti e giuristi europei. (In prima pagina con servizio di Dafne Roat che segue a pag. 7).

· Politica provinciale. Congresso Upt: pressing su Filippi. / L'ala Mellarini lo vuole come candidato da opporre a Paolazzi. (Da Trento, T. Sc., pag. 6).

· In prima pagina il fondo di Ugo Morelli: «Comportamenti da rivedere: / Gli "zombi" del regalo». Nel testo: «Non vediamo, o non vogliamo vedere, la differenza fra "regalo" e "dono". Il regalo è "ciò che è dovuto"; il dono è un gesto verso l'altro che non implica l'aspettativa di scambio; anzi lo scambio viene mortificato».

· "Beni comuni: una necessità. Aiutano ad affrontare la crisi". / Oggi il Convegno. Marco Bombardelli, docente di diritto: «Accresce il senso civico».

· Scienza. Crisi: il salvagente si chiama ricerca: «Bisogna crederci». (In prima pagina con servizio di Erica Ferro a pag. 7).

Da altra stampa

· Dall'Italia e Regioni. – Democrazia a rischio? Catastrofi annunciate (e non vere). (Sabino Cassese, Corriere). / La terra dei fuochi. Fabbriche clandestine e rifiuti "invisibili". Brucia la Campania felix. Il problema non son le ecoballe ma gli scarti delle aziende in nero: "Vanno chiuse o regolarizzate"; intanto aumentano i tumori infantili. (Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella, Corriere).

· Mappamondo .– Il triplice fallimento dell'Unione europea. (E. Felice, La Stampa). / Il Venezuela va alla svolta e prova la coabitazione. (V. Spagnolo, Avvenire). / L'Europa vacilla? L'avanzata della destra populista in Francia mette in dubbio l'Ue così come è stata ideata finora. E la disunione non è più un tabù. (Danilo Taino, Corriere).

· Società.- La spinta giovanile da valorizzare (.C. Collicelli, Avvenire). / Agire sempre nell'interesse del neonato. (V. Zagrebelsky, La Stampa). / La crisi della seconda casa. L'investimento in immobili non è più il bene rifugio per eccellenza. È difficile vendere e pesano le tasse. (Dario Di Vico). / Ambizione e voglia di modernità: i motori della nostra società. (Cecilia Bressanelli, Corriere).

· Migranti, profughi, immigrazioni –Strage in mare; sei piccole vittime. È scontro Ue-Italia. (Fiorenza Sarzanini, Corriere). / La strage dei bimbi morti annegati. Ieri altri cinque nel mar Egeo per un totale di 700 nel 2015. Il numero totale delle vittime è più che raddoppiato rispetto al 2014: si passa da 1.600 ad oltre 3.200. (Da Roma, non firmato, l'Adige). / Morti 700 bambini nel Mediterraneo. (Da Roma, Annalisa D'Aprile, Trentino).

· Cultura. – Non esiste giustizia senza perdono. (A. Tornielli, La Stampa). / M. Cacciari: "Rimettere i debiti, lezione per tutti". (M. Ventura, Il Messaggero). / "Populista" è ormai un insulto, non una categoria politica. (Pierluigi Battista, Corriere).

· Segnalati. – La misericordia cristiana vive oltre la giustizia, ma non al suo posto. (M. Morra, Italia Oggi). / La guerra non è un videogioco. (S. Bartezzaghi, Repubblica). / L'utero in affitto divide le femministe. (C. Pasolini, Repubblica). / La minaccia globale. Morire per l'Isis a 16 anni. Storia di Samra e Sabina, partite da Vienna per la Siria. Diventate spose di miliziani non sono più tornate a casa. (Danilo Taino, Corriere).

Corriere Economia – (Anno XIX, n. 41; lunedì 7 dicembre 2015).

· Caro governo, investire in Italia è un calvario. (Daniele Manca). / Risparmio&giovani. Fondi, polizze: piccoli passi per un futuro sicuro. (Autori vari). / Tech. Non videogiochi, ma miliardi. In Italia ci sono 29 milioni di appassionati. (Federico Cella). / Energia. La priorità è diversificare le fonti. Snam: acquisizioni ed estero. Ecco gli uomini del gas. (Maria Elena Zanini). / Se il vecchio continente finisce tutto sotto zero. (Marcello Minenna). / Leader. Gli italiani che contano a Washington. (Fabrizio Goria). / Business. Un (video) gioco da 90 miliardi. Il settore ha quarant'anni ma non conosce crisi. Il boom sugli smartphone. In Italia si stimano 29 milioni di giocatori. Mercati "Steve Young (Action Blizzard)": «Il prossimo sviluppo è legato alle televisione, al cinema e agli Sport». La Cina guida la crescita. (Federico Cella). / "WhatWapp": una mano da vincere. La startup milanese è specializzata nei tradizionali giochi di carte sul web; sono dieci giovani e hanno già superato i dodici milioni di download. (Grata Sclaunich). / Cellulari. Il ritorno della classe media. Sono gli smartphone più richiesti per il buon rapporto fra prezzo e prestazioni. (Umberto Torelli). / "iPad Pro". Il super tablet Apple: dopo il lavoro legge il giornale. Ampio e potente, sostituisce il Pc. La novità: luci e ombre dell'ultimo nato di Cupertino; quattro altoparlanti e decine di app per il disegno. (Massimo Triulzi). / L'attacco orientale. La ricetta "Zen di Asus": se il telefonino si bagna,. Viene sostituito. Il gruppo di Taiwan vuole conquistare clienti con più garanzie sull'assistenza post-vendita; e punta sui "mega-selfie". (Umberto Torelli). / Acquisti. La ricerca: tra i fattori più apprezzati dal cliente ci sono la forza del marchio e la vastità della gamma. (Lucio Torri).