Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sun10202019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Notizie dal Trentino

Firmato il Protocollo nel comparto scuola. 16 milioni e 500 mila euro le risorse destinate al personale

scuola trentina

Firmato stamattina il Protocollo d'intesa fra la Provincia autonoma di Trento e le organizzazioni sindacali del comparto scuola - personale non dirigente - sull'utilizzazione delle risorse stanziate sul bilancio provinciale nel triennio 2011-2013 per il Fondo per la riorganizzazione e l'efficienza gestionale (FOREG). Le risorse destinate al personale interessato al Protocollo firmato oggi sono pari a 16 milioni e 500 mila di euro.

Il Protocollo firmato oggi da tutti i rappresentanti delle organizzazioni sindacali del Comparto Scuola e dall'Assessore provinciale all'istruzione e allo sport, Marta Dalmaso s'inserisce nel contesto più generale voluto dalla Provincia con la manovra di bilancio 2011 e l'adeguamento delle proprie politiche alle norme di coordinamento della finanza pubblica prevedendo per tutto il personale del sistema pubblico il blocco dei rinnovi contrattuali per il triennio 2010-2012 ma garantendo:

- l'erogazione dell'indennità di vacanza contrattuale dal 2010;

- le quote del salario accessorio (lavoro straordinario) e delle spese di missione;

- risorse significative (visto il contesto) da destinare all'erogazione al personale di incentivi nell'ambito di un nuovo fondo denominato "Fondo per la riorganizzazione e l'efficienza gestionale (FOREG)" dotato di un corredo di risorse pari a 50 milioni di euro per il biennio 2011-2012, riferite a tutto il personale del sistema pubblico trentino appartenente a tutti i comparti di contrattazione (Autonomie Locali - Sanità – Scuola – Ricerca - al riparto delle suddette risorse non partecipa il personale dell'area della dirigenza e dei segretari comunali, ad esclusione di quelli di terza e quarta classe).

Le risorse destinate al personale interessato al Protocollo firmato oggi sono pari a 16 milioni 500 mila euro.

Per il Comparto Scuola, in particolare, il Protocollo d'Intesa ribadisce che "la Giunta provinciale reputa necessario lavorare alla elaborazione di un ampio progetto di riorganizzazione delle attività pubbliche nel settore scuola infanzia, istituzioni scolastiche del primo ciclo, istituzioni scolastiche e formative del secondo ciclo.

La realizzazione di tale obiettivo investe inevitabilmente in misura significativa l'organizzazione del lavoro del personale e deve tenere conto che il sistema educativo provinciale è gestito sulla base di anni educativi/scolastici/formativi: per poter quindi regolare e utilizzare in maniera ottimale il FOREG si ritiene necessario riferirsi allo strumento temporale dell'anno educativo/scolastico/formativo a partire dal 2011-2012.

Si ritiene dunque importante ripensare il sistema della scuola trentina in relazione al miglioramento dell'offerta e al controllo della spesa."

Il Protocollo interessa due distinte aree contrattuali all'interno dell'intero Comparto Scuola:

A - Personale docente delle istituzioni scolastiche provinciali (scuole a carattere statale)

B - Personale amministrativo tecnico e ausiliario (ATA) e assistente educatore delle istituzioni scolastiche e formative provinciali, personale insegnante scuole dell'infanzia provinciali e coordinatore pedagogico nonché personale docente delle istituzioni formative provinciali

Per il Personale docente delle istituzioni scolastiche provinciali (scuole a carattere statale), il FOREG dovrà essere riconosciuto ai docenti, a tempo indeterminato e a tempo determinato, che abbiano prestato nell'anno scolastico di riferimento almeno 180 giorni di servizio effettivo maturati entro il 30 giugno. Vengono computate tra il servizio effettivo le assenze dal servizio relative a: congedo di maternità e paternità; malattia per causa di servizio e infortuni; ferie; permessi sindacali; donazione di sangue, per il giorno del prelievo, e donazione del midollo osseo.

Per l'anno scolastico 2011/2012, il 75% del FOREG complessivo stanziato per i due anni verrà erogato entro il 30 settembre 2012.

Per l'anno scolastico 2012/2013 il restante 25% del FOREG complessivo stanziato per gli anni 2011 e 2012, concorre alla definizione delle risorse da utilizzare sulla base di criteri per il miglioramento della qualità del servizio da definire coi sindacati. Nel FOREG confluiranno in particolare il 25% delle economie di gestione ed eventuali altre risorse previste dai vigenti contratti collettivi provinciali di lavoro per l'incentivazione della produttività e altri obiettivi specifici.

Per il Personale ATA e assistente educatore delle istituzioni scolastiche e formative provinciali, personale insegnante scuole dell'infanzia provinciali e coordinatore pedagogico nonché personale docente delle istituzioni formative provinciali:

Per l'anno scolastico 2011/2012 si ritiene che il 75% del FOREG complessivo stanziato per gli anni 2011 e 2012, debba essere utilizzato per costituire una quota aggiuntiva della quota A) del fondo per il miglioramento dei servizi, previsto dal contratto collettivo provinciale, da ripartire secondo quanto stabilito dal contratto stesso. Andrà a premiare, in proporzione ai giorni di presenza in servizio, lo sforzo fatto per garantire il livello raggiunto dal sistema educativo provinciale.

Il 90% della quota per i due anni verrà erogato entro il 31 agosto 2012 a coloro che al 30 giugno 2012 hanno maturato almeno 180 giorni di servizio.

Per l'anno scolastico 2012/2013 il restante 25 % del FOREG complessivo stanziato per gli anni 2011 e 2012, va utilizzato sulla base di criteri per il miglioramento della qualità del servizio da definire coi sindacati. Per gli anni scolastici dal 2012/2013 in poi nel FOREG confluiranno in particolare il fondo per il miglioramento dei servizi e il 25% delle economie di gestione. (m.c.)