Notizie dal Trentino

Trento Film Festival, serata alpinistica con Simone Moro e Tamara Lunger. Alle ore 21 al Café de la Paix spettacolo di danza folkloristiche dal Cile

Trento Film Festival serata alpinistica con Simone Moro e Tamara Lunger.  Alle ore 21 al Café de la Paix spettacolo di danza folkloristiche dal Cile

Alle ore 21 si terrà la serata alpinistica con Simone Moro e Tamara Lunger "Nanga Parbat 2016" all'auditorium Santa Chiara: dopo l'impresa sulla nona montagna più alta della Terra situata in Pakistan i due protagonisti saranno sul palco del 64. Trento Film Festival il 5 maggio per l'ottava giornata della manifestazione.
Nei cinema Modena e Vittoria saranno proiettati 21 film. Tra le novità dell'ottava giornata la proiezione al MuSe per la sezione "NaturaDoc" (alle 18) con il il film " Entre terre et mer" di Cyrille Cornu sugli alberi più affascinanti del pianeta, i baobab, la quale esistenza è a repentaglio a causa della deforestazione.
Alle 17.15 al cinema Modena (sala 1) la proiezione di "Respirar Helando" della sezione "Destinazione Cile" girato su un paesino della Patagonia.
Alle 21.15 al cinema Modena (sala 3) si terrà la prima italiana di "Ghost Mountaineer" di Urmas Eero Liiv, un thriller ispirato alla vera storia di un gruppo di alinisti estoni sulle Alpi siberiane e agli scontri nati in senso alla spedizione.
Alle ore 12 presso il "Social Festival" in via Calepina 10, il consueto appuntamento "Cosa vedo oggi" con i registi Jochen Unterhofer, regista di Nauz; Katia Bernardi, regista di Arte Sella, la città delle idee; Francesca Casagrande e Michele Dalle, registi di cAPEnorth; Christian Schmidt, regista di Tamara e Eero Urmas Liiv, regista di Ghost Mountaineer.
Alle ore 17 l'incontro "Cordate nel futuro" presso la sede della Sosat (via Malaga), tradizionale appuntamento di consegna del "Chiodo d'oro", premio ad un alpinista trentino portatore di quei principi che sono stati alla basa della nascita della Sosat
Alle ore 21 al Café de la Paix spettacolo di danza folkloristiche dal Cile

Il programma cinema: 21 film in programma al cinema Modena e al MuSe

Saranno 21 film in programma all'ottava giornata del 64esimo Trento Film Festival, domani giovedì 5 maggio, tra cinema Modena e Vittoria.

Programma cinema

Si parte al cinema Modena (sala 1), alle ore 17.15 con la proiezione "Respirar Helado" di Caro Bloj girato in un minuscolo comune della Patagonia cilena, Tortel. Qui un gruppo di donne si riunisce per attendere l'arrivo di una nave militare che, ogni anno alla fine dell'inverno, attracca per rifornire il paese con gli alimenti necessari alla sopravvivenza dei suoi abitanti e successivamente caricare cataste di tronchi di cipresso. Tra le proiezioni della giornata (molte le repliche) in concorso alle ore 22.00 sarà proiettato "Il solengo" di Matteo Zoppis, Alessio Rigo de Righi, un documentario su un rifugio di cacciatori, un gruppo di anziani rievoca la vita di Mario "de' Marcella", vissuto per più di sessant'anni in una grotta di tufo.

Nella sala 3 del cinema Modena tra i film in programma la prima italiana di "Ghost Mountaineer" di Urmas Eero Liiv che racconta la storia di alcuni alpinisti estoni che si incontrano sulle Alpi siberiane e decidono di unirsi in un'unica spedizione. Il gruppo, formato da persone riunite dal caso, è però diviso al suo interno e i due ragazzi più carismatici, Otto e Eero, danno immediatamente prova di avere due caratteri contrastanti. Entrambi raggiungeranno la vetta ma, durante la discesa verranno travolti da una valanga. Otto muore, mentre Eero, sopravvissuto al tragico incidente, verrà accusato di non aver fatto il necessario per salvare la vita del compagno. Il film è stato girato in parte sulle montagne della Val di Fassa.

Nella sala conferenza del "MuSe" si terrà alle ore 18.00 la proiezione di "Baobabs. Entre terre et mer" di Cyrille Cornu sugli alberi più affascinanti del pianeta, i baobab, la quale esistenza è a repentaglio a causa della deforestazione.

Il resto del programma presenta le repliche dei film già proiettati nei giorni precedenti.

Al cinema Modena (sala 1) dalle 19.15 in programma quattro repliche: "Zone blanche" di Gaelle Cintrè; "Extraordinary People" di Orhan Tekeogu e alle 21.30 "cAPEnorth" di Francesca Casagranda, Michel Dalle; "My Love don't cross that river" di Jin Mo-Young. Nella sala 2 del cinema Modena alle 15.15 le proiezioni in replica di "Jumbo Wild" di Nick Waggoner; "Les monts s'embrasent" di Laura Moralis e "Nowman" di Mike Douglas. Alle 19.15 le repliche di "Arte sella, la città delle idee" di Luca Bergamaschi e Katia Bernardi e "Nauz" di Jochen Unterhofer e alle 21.30 in concorso sarà proiettato "La fin d'Homere" di Zahra Vargas. Nella sala 3 del cinema Modena alle ore 15 saranno proiettati "I-View" di Claudio Rossoni; "K2 and the invisible footmen" di Iara Lee; alle 17 "Tamara" di Joachim Hellinger e Christian Schmidt e "Citadel" di Alastair Charles Lee. In concorso, dalle ore 19, i film "The Place" di Julia Poplawska e a seguire "Andermatt. Global Village" di Leonidas Bieri. Ad Arco tra le proiezioni speciali sarà replicato il film "Giovanni Segantini. Magia della Luce" di Christian Labhart.

Incontri e mostre

La presentazione del libro «Oltre la vetta. Vita e imprese di Gabriele Boccalatte e Ninì Pietrasanta» di Dante Colli apre l'ottava giornata del Trento Film Festival, alle ore 11.00 presso la Sala Conferenze della Fondazione Caritro. L'appuntamento fisso delle 12.00 è «Cosa vedo oggi?» con Sergio Fant e i suoi registi ospiti che quotidianamente presenteranno personalmente i propri film in programma. Alle 14.30 i presidenti di diversi Parchi Nazionali italiani si confronteranno in una tavola rotonda dal titolo «Le aree protette: dalla montagna al mare», allestita presso la Casa della SAT in via Manci. Lo spazio espositivo MontagnaLibri ospiterà alle ore 17.00 l'intervento «DolomitiArtRock: l'unità di base della bellezza» della dott.ssa Morandini, segretario generale della Fondazione Dolomiti UNESCO. Nella suggestiva cornice della sede SOSAT (via Malpaga), alle ore 17.30, avverrà la consegna del premio alpinistico «Chiodo d'oro». Un secondo libro verrà presentato alle 18.00 presso Palazzo Roccabruna: «Un giorno da leoni. Alex MacIntyre e la nascita dell'alpinismo leggero e veloce» di John Porter. Due eventi, in contemporanea alle 21.00, chiuderanno l'ottava giornata. Presso il Café de la Paix si terrà «Danze dal Cile - il Sud», mentre all'Auditorium Santa Chiara saranno ospiti Simone Moro e Tamara Lunger che racconteranno la loro impresa invernale al Nanga Parbat da poco conclusa.