COCTEAU TWINS, TREASURE – 1984. COVER ART- GLI INVOLUCRI D'ARTE DELLA MUSICA

COCTEAU TWINS - TREASURE 1984  la musica sei tu 

Immaginifico e sonnambulo al punto da poter essere definito "barocco", saturo di tutti gli umori e i profumi della notte più nordica abitata dai pipistrelli del tempo. Solenne e misterioso come una processione al limite dell'alba, prossimo alle evanescenti luminosità di un sogno che avanza rivelato solamente da flash a sbiancare le tenebre. E' la musica di un lavoro bellissimo dei gemelli Cocteau (!), il magnifico e altero suono proveniente dalle leggende gotiche, il canto desolato e solitario del fantasma esangue e stanco mentre si muove fra le mura dell'antico maniero. A tratti emergono i respiri lamentosi in forma di orazione funebre, si alzano suggestioni spagnoleggianti, cantilene medievali e riff di chitarra inclini all'inverno. E' una litania meditativa dove la vocalità polifonica e altalenante verifica e traccia disegni impalpabili dentro l'oscurità. E la copertina così ecclesiastica, mentre si manifesta, trasformando la densità del buio attraverso le trasparenze di un tulle impreziosito di volute spiraliformi ricamato da mani esperte ed invisibili. Rimane solo l'alone dei qualche spirito malinconico disperso nelle pieghe della notte, si ode il richiamo delle anime trapassate e si scoprono tutti i "TESORI" di una navigazione errabonda e romantica alla ricerca del comprensibile, nell'incanto dell'arcano. Ed è leggenda...