Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mon09232019

Last update12:05:26 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Madonna di Campiglio, apre oggi la pista di slittino sul Monte Spinale

Madonna di Campiglio, apre oggi la pista di slittino sul Monte Spinale

Aperta da oggi la bellissima pista che parte dallo Spinale. Per chi non è molto pratico con sci...

Ritiri estivi, Napoli a Dimaro. E a Pinzolo? Probabilmente torna l'Inter

Ritiri estivi, Napoli a Dimaro. E a Pinzolo? Probabilmente torna l'Inter

Il legame tra il Napoli di Aurelio De Laurentiis e Dimaro non si spezza. La notizia che era già...

A Madonna di Campiglio la magia dell'alba in quota sugli sci. TrentinoSkiSunrise fa tappa al Rifugio Boch

A Madonna di Campiglio la magia dell'alba in quota sugli sci. TrentinoSkiSunrise fa tappa al Rifugio Boch

Essere i primi a solcare le piste ancora intonse, disegnare serpentine nella neve immacolata...

A Massimeno Storie d'acqua, spettacolo inserito nella rassegna Teatro Ragazzi

A Massimeno Storie d'acqua, spettacolo inserito nella rassegna Teatro Ragazzi

Si terrà sabato 9 febbraio nella sala comunale di Massimeno alle ore 17.30 Storie d'Acqua...

Notizie val Rendena

Apt Campiglio solo al VI° posto nella classifica dei finanziamenti Pat

Apt campiglio

Per consentire alle quattordici Aziende per il Turismo trentine di continuare a svolgere la loro attività, la giunta provinciale ha provveduto ad assegnar loro un importo pari al 29,5% dei contributi ordinari concessi nel corso del 2011, e cioè 5.531.250,00 euro. Così come prevede la legge provinciale n. 8 del 2002, tale erogazione permetterà alle A.p.T. di svolgere attività di informazione e accoglienza turistica, coordinamento delle attività di animazione turistica, definizione, sviluppo e promozione del prodotto turistico.

I fondi assegnati sono così suddivisi:

  • Val di Fassa Società cooperativa € 627.240,21
  • Valsugana Società cooperativa € 541.068,20
  • Valli di Sole, Pejo e Rabbi Società cooperativa € 518.134,75
  • Ingarda Trentino Società per azioni € 482.293,90
  • Valle di Fiemme Società consortile a r.l. € 501.753,92
  • Madonna di Campiglio, Pinzolo e Val Rendena società per azioni € 439.023,90
  • Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Società consortile a r.l. € 421.119,98
  • Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna Società consortile per azioni € 335.784,23
  • San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi Società cooperativa € 350.729,40
  • Dolomiti di Brenta, Paganella, Andalo, Lago di Molveno, Fai della Paganella, Cavedago, Spormaggiore Società consortile per azioni € 335.247,53
  • Val di Non Società cooperativa € 270.471,54
  • Rovereto e Vallagarina Associazione € 266.495,53
  • Terme di Comano - Dolomiti di Brenta Società cooperativa € 230.875,85
  • Altopiano di Piné e Valle di Cembra Società consortile a r.l. € 211.011,06


Leggendo questa tabella di ripartizione salta subito all'occhio come le aziende per il Turismo presenti in Giudicarie, Apt Madonna di Campiglio - Pinzolo - Val Rendena e Terme di Comano Dolomiti di Brenta occupino il sesto e il tredicesimo posto nella graduatoria delle aziende più "meritevoli" di finanziamenti e questo nonostante l'indubbia vocazione turistica delle stazioni turistiche giudicariesi.

Che una Apt come quella di Madonna di Campiglio prenda contributi pari a quella di Trento Bondone e ben un 20% in meno di quella della Valsugana lascia un po' smarriti...
Ma come vengono ripartiti questi contributi? Nella delibera della Pat a riguardo si legge che "la misura dei finanziamenti va correlata:
a) al livello quantitativo e qualitativo delle attività da realizzare, anche in funzione della loro idoneità a rappresentare l’offerta turistica dell’ambito, tenuto conto del movimento turistico registrato nell’ambito medesimo;
b) alla capacità di autofinanziamento tenuto conto delle potenzialità dell’economia dell’ambito;
c) al grado di coordinamento con le attività svolte da Trentino Marketing s.p.a. e dalle associazioni pro loco (nell’ottica di garantire la coerenza dell’azione complessiva di marketing turistico territoriale del Trentino)".

Dato per consolidato il dato che l'Apt di Madonna di Campiglio abbia ad esempio un movimento turistico molto superiore a quello del Bondone sembrerebbe, stando alla delibera della Pat sui criteri di ridistribuzione dei finanziamenti, che i motivi vadano ricercati al punto b) e c), cioè ad una difficoltà dell'Apt di autofinanziarsi o al mancato coordinamento con le attività svolte da Trentino Marketing S.p.a. e dalle associazioni pro loco.

Rimane il fatto che l'Apt val di Fassa riceve circa 600 mila euro in più all'anno rispetto all'Apt Madonna di Campiglio Pinzolo, val Rendena, l'Apt della Valsugana e la valle di Sole Pejo Rabbi ricevono circa 300 mila euro in più, Ingarda 140 mila euro in più, valle di Fiemme 190 mila euro in più...