Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Tue06252019

Last update10:52:22 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Madonna di Campiglio, apre oggi la pista di slittino sul Monte Spinale

Madonna di Campiglio, apre oggi la pista di slittino sul Monte Spinale

Aperta da oggi la bellissima pista che parte dallo Spinale. Per chi non è molto pratico con sci...

Ritiri estivi, Napoli a Dimaro. E a Pinzolo? Probabilmente torna l'Inter

Ritiri estivi, Napoli a Dimaro. E a Pinzolo? Probabilmente torna l'Inter

Il legame tra il Napoli di Aurelio De Laurentiis e Dimaro non si spezza. La notizia che era già...

A Madonna di Campiglio la magia dell'alba in quota sugli sci. TrentinoSkiSunrise fa tappa al Rifugio Boch

A Madonna di Campiglio la magia dell'alba in quota sugli sci. TrentinoSkiSunrise fa tappa al Rifugio Boch

Essere i primi a solcare le piste ancora intonse, disegnare serpentine nella neve immacolata...

A Massimeno Storie d'acqua, spettacolo inserito nella rassegna Teatro Ragazzi

A Massimeno Storie d'acqua, spettacolo inserito nella rassegna Teatro Ragazzi

Si terrà sabato 9 febbraio nella sala comunale di Massimeno alle ore 17.30 Storie d'Acqua...

Notizie val Rendena

Via Libera alla nuova Cassa Rurale Val Rendena. Autorizzata dalla Giunta la fusione tra le BCC Spiazzo e Javrè e Strembo, Bocenago e Caderzone

cassa rurale di Strembo
Si chiamerà Cassa Rurale Val Rendena ed è l'esito finale del processo di fusione tra la Cassa Rurale di Spiazzo e Javrè e la Cassa Rurale di Strembo, Bocenago e Caderzone. La fusione, che avviene per incorporazione della seconda banca di credito cooperativo nella prima, è stata autorizzata stamane dalla Giunta provinciale con una delibera, firmata dal presidente Ugo Rossi, che approva altresì la modifica dello statuto della banca incorporante (Spiazzo e Javrè).

Oltre alla nuova denominazione che assume il nuovo istituto di credito cooperativo, l'aggregazione prevede il concambio alla pari, mediante assegnazione di un'azione del valore nominale di 2,58 Euro per ogni azione dell'incorporata, la decorrenza degli effetti contabili, fiscali e civilistici dell'operazione a far data dal 1° luglio 2015, il mantenimento dello statuto dell'incorporante, sostanzialmente conforme al vigente "articolato-tipo" della federazione Trentina della Cooperazione, con alcune modifiche principalmente connesse alla fusione stessa.
Alla fusione tra le due Casse rurali ha già dato parere favorevole, il 24 dicembre scorso, la Banca d'Italia.(cz)