Notizie val Rendena

Giustino, Casa Diomira si fa bella. Il 10 maggio scade il bando per presentare le proposte per un'opera d'arte

Casa Diomira - Giustino

Il Comune di Giustino intende realizzare un'opera d'arte per arricchire e qualificare Casa Diomira, appena restaurata. L'edificio, dalle connotazioni tipicamente rurali, costruito sul finire del '700, primi anni dell' '800, originariamente adibito ad abitazione nei piani primo e secondo, fienile nel sottotetto e le stalle con cantine nel piano terra, ha una volumetria complessiva di 4.500 metri cubi. All'ultimo piano è prevista la realizzazione di un museo nel quale sarà ospitato il cannone Skoda 10.4 del 1917 dell'esercito austroungarico riaffiorato dopo più di 80 anni dai ghiacciai della Presanella, recuperato con una complessa operazione nel 2003 e poi restaurato a Rovereto. L'opera d'arte per l'abbellimento dell'edificio si dovrà ispirare al tema "La guerra bianca in Adamello: il ricordo della sofferenza per un messaggio di pace". Verrà sistemata all'esterno dell'edificio sulla facciata del parete Nord. Il costo complessivo previsto per la sua realizzazione è di 10.000 euro. Allo scopo è stato bandito un concorso, cui potranno partecipare gli artisti interessati. Dovranno presentare il loro capolavoro in municipio entro e non oltre le ore 12 del giorno 10 maggio 2016. La commissione chiamata a giudicare le opere è costituita dall'assessore alla cultura del Comune di Giustino Carmen Turri, dal progettista del restauro ing. Walter Ferrazza, da Maria Luisa Miorelli dell'UCAI, dall'arch. Sandro Flaim della Soprintendenza ai Beni culturali della Pat e dal segretario comunale.