Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Tue10222019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Madonna di Campiglio, apre oggi la pista di slittino sul Monte Spinale

Madonna di Campiglio, apre oggi la pista di slittino sul Monte Spinale

Aperta da oggi la bellissima pista che parte dallo Spinale. Per chi non è molto pratico con sci...

Ritiri estivi, Napoli a Dimaro. E a Pinzolo? Probabilmente torna l'Inter

Ritiri estivi, Napoli a Dimaro. E a Pinzolo? Probabilmente torna l'Inter

Il legame tra il Napoli di Aurelio De Laurentiis e Dimaro non si spezza. La notizia che era già...

A Madonna di Campiglio la magia dell'alba in quota sugli sci. TrentinoSkiSunrise fa tappa al Rifugio Boch

A Madonna di Campiglio la magia dell'alba in quota sugli sci. TrentinoSkiSunrise fa tappa al Rifugio Boch

Essere i primi a solcare le piste ancora intonse, disegnare serpentine nella neve immacolata...

A Massimeno Storie d'acqua, spettacolo inserito nella rassegna Teatro Ragazzi

A Massimeno Storie d'acqua, spettacolo inserito nella rassegna Teatro Ragazzi

Si terrà sabato 9 febbraio nella sala comunale di Massimeno alle ore 17.30 Storie d'Acqua...

Notizie val Rendena

Addio a Luigino Dalbon, persona conosciuta e benvoluta in tutte le Giudicarie

luigino Dalbon - Darè Giudicarie
Saremo in tanti a porgergli l'estremo saluto domenica pomeriggio alle 17, nella chiesa di Vigo Rendena, che è parrocchia anche di Darè, proprio il giorno in cui avrebbe compiuto 67 anni. Luigino Dalbon ci ha lasciato ieri. La sua fibra, quella di un uomo dal fisico forte e robusto, ha dovuto arrendersi davanti alle insidie di un male col quale ha lottato a lungo, purtroppo invano.
La notizia della sua scomparsa – era conosciutissimo, ma soprattutto benvoluto da tutti per il carattere generoso e la simpatia che ispirava - si è diffusa in un baleno in tutte le Giudicarie. Una vita, la sua, dedicata alla famiglia, ma tanto anche al prossimo: ai suoi compaesani , ai suoi convalligiani, agli abitanti del Comprensorio, al mondo della scuola, ai vigili del fuoco, agli alpini, alle associazioni di volontariato. Per sé non aveva mai tempo – e quando lo aveva lo usava per escursioni in montagna, di cui era amantissimo. Per gli altri lo trovava sempre.

Luigino DalbonVeniva da una famiglia di imprenditori edili, fra le più antiche della Rendena, con il destino già segnato. Così divenne perito edile. Ma all'esercizio della libera professione preferì l'insegnamento: una vita alle scuole Enaip di Tione, in mezzo ai giovani coi quali sapeva entrare in grande sintonia per il suo spirito goliardico. Non aveva ancora trent'anni quando venne eletto sindaco di Darè. Fu in municipio per tre legislature, dal 1974 al 1990, stimato per l'impegno nella riorganizzazione urbanistica dell'abitato e per la sua grande disponibilità ad ascoltare e ad andare incontro ai bisogni di ognuno. Dal 1975 al 1980 rivestì anche l'incarico di assessore nel Comprensorio delle Giudicarie; comandante dei Vigili del Fuoco di Darè dal 1990 al 2000, consigliere del gruppo alpini in congedo...

Era amico di tutti, pieno di entusiasmo e di voglia di vivere. Penso che non ci sia persona in Rendena che non ne abbia potuto apprezzare il carattere estroverso, l'allegria e la bontà. E' stato un uomo che ha dato tanto, a tutti, senza mai chiedere o far pesare il suo aiuto. Di questo gli saremo sempre grati.