Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Wed06262019

Last update10:52:22 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Madonna di Campiglio, apre oggi la pista di slittino sul Monte Spinale

Madonna di Campiglio, apre oggi la pista di slittino sul Monte Spinale

Aperta da oggi la bellissima pista che parte dallo Spinale. Per chi non è molto pratico con sci...

Ritiri estivi, Napoli a Dimaro. E a Pinzolo? Probabilmente torna l'Inter

Ritiri estivi, Napoli a Dimaro. E a Pinzolo? Probabilmente torna l'Inter

Il legame tra il Napoli di Aurelio De Laurentiis e Dimaro non si spezza. La notizia che era già...

A Madonna di Campiglio la magia dell'alba in quota sugli sci. TrentinoSkiSunrise fa tappa al Rifugio Boch

A Madonna di Campiglio la magia dell'alba in quota sugli sci. TrentinoSkiSunrise fa tappa al Rifugio Boch

Essere i primi a solcare le piste ancora intonse, disegnare serpentine nella neve immacolata...

A Massimeno Storie d'acqua, spettacolo inserito nella rassegna Teatro Ragazzi

A Massimeno Storie d'acqua, spettacolo inserito nella rassegna Teatro Ragazzi

Si terrà sabato 9 febbraio nella sala comunale di Massimeno alle ore 17.30 Storie d'Acqua...

Notizie val Rendena

Nuoto Rendena Rescue: "La Nuova scuola nuoto in campo per prevenire gli incidenti acquatici"

nuoto rendena

Primo obbiettivo del progetto è la salvaguardia della vita in acqua, il secondo è rendere la scuola nuoto ludica e divertente.
Alla base di un nuovo progetto ci si trova a pensare ai bisogni oggettivi e considerabili di chi è il destinatario dello stesso. E' il caso dei bambini, molti dei quali già natatoriamente preparati, che tendono ad abbandonare le Piscine una volta acquisite le basi natatorie, lasciando inesplorate esperienze formative ed educative a forte coinvolgimento emotivo e motivazionale, bagaglio insostituibile per ogni individuo.
Il progetto porta alla prevenzione degli incidenti acquatici attraverso la promozione di una nuova scuola nuoto, fondata sull' acquisizione di alcune capacità motorie da apprendere e sviluppare in acqua, limitandosi agli stili predefiniti. I ragazzi apprendono cosi abilità nuove come rotazioni veloci, cambiamenti posturali, rana come stile principale e sviluppo di equilibrio verticale, nuotate a testa alta, immersioni e cambi di direzione subacquea, tecniche di risalita ecc. Una serie di percorsi che portano l'allievo a superare varie difficoltà e allo stesso tempo lo educa a trovare le giuste soluzioni e a conoscere i propri limiti per vivere il rapporto con l' acqua in tutta sicurezza.
Nel progetto sono anche previste verifiche di apprendimento attraverso l'utilizzo di attrezzature specifiche per il soccorso come giubbotti di salvataggio, salvagente spencer, sacchi lancio, barella spinale ecc.
Insegneremo loro anche, attraverso una serie di esercizi, a cavarsela in acqua con indumenti come t-shirt, pantaloni, scarpe , giubbotti ecc.
Il progetto si traduce quindi nell'insegnamento di una serie di abilità che perseguono come primo obbiettivo la salvaguardia della vita in acqua e allo stesso tempo rendono la scuola nuoto più ludica e divertente, rimanendo fedeli all' acquisizione degli stili classici e agli schemi tradizionali. Per ultimo ma non meno importante si svolgeranno delle lezioni teorico-pratiche in aula sulla rianimazione cardiopolmonare.

La ASD Nuoto Rendena, per mantenere fede alla propria mission che è quella di diffondere la cultura della sicurezza in acqua a 360° , forte delle proprie esperienze nel campo del soccorso, della scuola Nuoto federale FIN e grazie al nuovo gruppo "NUOTO RENDENA RESCUE" al suo interno, ha proposto questo progetto tutto nuovo di approccio all' acqua, rivolto ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie della nostra zona, all'istituto Comprensivo Val Rendena, il quale ha accettato la nostra sfida e si è reso disponibile a condividere un "progetto pilota" con i ragazzi delle scuole di Madonna di Campiglio, che si è svolto presso la piscina dell' hotel Ambiez di Madonna di Campiglio nei mesi di marzo e aprile. Il giorno 22 maggio presso il palawroom di Campiglio si è svolta la cerimonia ufficiale di fine corso con la presentazione del progetto alla popolazione e alle autorità e con la consegna degli attestati ai ragazzi.

Questa esperienza, se positiva, sarà aperta nei prossimi anni a tutte le scuole del territorio sperando nella possibilità, ad oggi negataci, di poter disporre di impianti e spazi adeguati allo svolgimento dei corsi.
Un ringraziamento particolare alla prof.ssa Ferri Patrizia che ha creduto e lottato con noi per poter realizzare tutto questo, e ai nostri sponsor ( casse rurali, Assicurazioni Generali e BIM del sarca) i quali ci hanno permesso di disporre di tutte le attrezzature necessarie.

IL Presidente ASD Nuoto Rendena
Donati Michele