Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Thu10172019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Quell'illuso del Musón, il blog di Mario Antolini

Giudicarie... fine ottobre 2012. Che bella notizia!

Giovani-e-lavoro -Giudicarie

Che bella notizia: finalmente l'Ente Pubblico si interessa direttamente del lavoro e soprattutto dei "giovani". Non si era mai assistito al diretto contatto degli Enti Locali col mondo del lavoro e con le categorie in esso cointeressate. Oggi - dopo il "Tavolo del Lavoro" - ecco l'annuncio che venerdì 26 ottobre, alla Casa della Comunità delle Giudicarie, si terrà una serata comprensoriale sul tema "Giovani e Lavoro: una sfida da vincere".

La notizia ha in sè il "valore" del trovato rapporto diretto fra la Comunità - con tutti i suoi organi ed il suo apparato - con la popolazione, ossia con i diretti interessati a "diventare parte della Comunità" direttamente coinvolti nel suo essere tale ed a disposizione delle problematiche sociali anche dei singoli non solo in veste giuridica e burocratica.
La Comunità comincia a farsi sentire come la "Casa di tutti" in cui si parla e si discute dei problemi della gente: dei giovani, della donne, degli ammalati, dei lavoratori, dei disoccupati, delle famiglie, della gente di tutti i giorni. Non più un palazzo dove regna soltanto al burocrazia ed imperano gli "uffici" che spremono la gente nell'osservanza oppressiva delle leggi e delle imposizioni, ma la "Casa" nella quale tutte le componenti della società giudicariese dovranno trovare la confortevole e confortante residenza per avere chiare risposte ai loro bisogni ed alle loro esigenze e richieste.

Quanto mai opportuno l'approccio della Presidente Patrizia Ballardini alla serata di venerdì: «Conoscere prospettive, opportunità e strumenti per orientarsi nel mondo del lavoro: una necessità di tutti i giovani che si amplifica in un momento di crisi». Questo sarà l'argomento della già prossima serata, ma non deve restare che uno degli inizi di una potenzialità costantemente vissuta e tenuta viva nei confronti di tutte le problematiche sociali: quella finalità voluta e sognata col Comprensorio e mai raggiunta perché in via Gnesotti, purtroppo, in tanti decenni, non si sono mai riuniti "tutti insieme" gli artigiani, i contadini gli industriali, i sindacati, i disoccupati, le donne, le famiglie, gli handicappati, gli allevatori, gli emarginati, i Volontari, gli sportivi... a prospettare ed a studiare "insieme" le singole specifiche esigenze, difficoltà e richieste alla luce di possibili positive soluzioni a livello giudicariese.

Che venerdì 26 sia data proprio ai "giovani" - la parte più preziosa della Comunità - la possibilità di dimostrare come la Comunità possa diventare il fulcro di un'operosità sociale davvero portatrice di un costante supporto di sostegno ed un prezioso punto di riferimento a cui rivolgersi con la sicurezza si essere accolti, capiti e validamente aiutati.
Mario Musón