Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mon08192019

Last update12:05:26 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

«Oggi non ci sono le condizioni per garantire la sicurezza». Rinviato al 22 marzo il Raduno scialpinistico del Vioz

raduno scialpinistico Cappelletti Vioz 2013  

Sarà disputato il secondo giorno di primavera il suggestivo raduno sci alpinistico in notturna "Ai Piedi del Vioz-Memorial Roberto Casanova": viste le previsioni meteo (sono attese copiose nevicate anche nei prossimi giorni) e non potendo garantire margini di assoluta sicurezza, il comitato organizzatore diretto da Emilio Comina ha infatti deciso lo spostamento al 22 marzo del tradizionale evento, originariamente in programma venerdì 7 febbraio a Peio Fonti. L'affollato raduno nel Parco Nazionale dello Stelvio, giunto alla diciannovesima edizione, ha già raggiunto il tetto massimo dei 1100 iscritti, tra atleti e semplici appassionati degli speciali sci con pelli di foca, che affronteranno il collaudato tracciato di 6 km con partenza in linea alle ore 19 a Peio Fonti ed arrivo presso i 2313 metri di quota del rifugio Doss dei Gembri. Come sottolineano gli attivi organizzatori della Sat Peio, è comunque prevista una lista d'attesa (oltre 200 persone) per subentrare alle eventuali rinunce. L'emozionante raduno con gli sci al chiaro di luna vede la preziosa collaborazione di Soccorso Alpino, Gruppo Ana Val di Peio, Ufficio Iat Peio Fonti e Pejo Funivie Spa.

Dopo l'evento e la cena dei partecipanti nei vari ristoranti della Val di Peio, la premiazione è prevista alle ore 23.00 presso l'auditorium del Centro Termale di Peio Fonti. Oltre ad una ricca estrazione di omaggi per tutti i concorrenti, saranno premiati i primi dieci classificati della categoria maschile e le prime cinque classificate di quella femminile. Classifica speciale unica under 18 poi con l'assegnazione del trofeo Carletto Canella. Il prestigioso "7° Memorial Roberto Casanova", intitolato alla memoria di uno sfortunato giovane di Peio scomparso diversi anni fa in una tragedia della montagna, sarà invece assegnato al gruppo più numeroso.