Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Fri08232019

Last update12:05:26 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

A Pieve di Bono sequestro record di radic da l'ors e multa di 1600 euro. È stato portato a termine in seguito ad un'azione di controllo del territorio dalla forestale

radicchio de lorso cicerbita alpina

Ultime settimane per raccogliere il prelibato radic da l'ors e sequestro record in Giudicarie dell'ambita cicerbita alpina che cresce nelle vallate alpine del Gruppo dell'Adamello appena la neve lascia spazio alla vegetazione. 15 le persone controllate che avevano raccolto quantitativi di radicchio de l'orso molto superiori ai 2 chili a persona previsti dalla legge. ll radicchio dell'orso sequestrato è stato consegnato alle case di riposo della Valle della Valle del Chiese e alla parrocchia di Roncone che lo utilizzerà per iniziative di beneficenza a favore di Sud America, Africa, Kosovo e Italia.


Contravvenzioni per 1.600 euro ed il sequestro di circa mezzo quintale di materiale. Questo il risultato di una vasta operazione di controllo del territorio, che si è protratta per una giornata intera, sul monte Cadria nelle Giudicarie.

L'azione di controllo, effettuate dagli agenti della Stazione forestale di Pieve di Bono, coadiuvati da due custodi forestali di zona, era finalizzata ad accertare il rispetto dei limiti di legge stabiliti per la raccolta della cicerbita alpina, meglio nota come radicchio dell'orso, 2 kg a testa al giorno. La pianta cresce e raggiunge la sua maturazione proprio in questo periodo dell'anno.
Durante la giornata sono state controllate una quindicina di persone. Cinque delle quali detenevano quantitativi non consentiti di cicerbita, anche molto oltre il limite di legge.