Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio11232017

Last update05:54:48 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Tione, visita dell'assessore Zeni alla struttura della Fondazione Piovanelli gestita da Anffas. Dal 2018 un centro adeguato per i ragazzi con gravi disabilità

piovanelli 

«Garantire assistenza, educazione, riabilitazione, relazione, alle persone disabili è un dovere di ogni società. Per farlo servono operatori appassionati (da ringraziare, per loro non è solo un lavoro!), famiglie che si dedicano con grande amore, ma anche istituzioni che programmino i cambiamenti.  Fortunatamente oggi la qualità e l'aspettativa di vita sono molto aumentate rispetto ad alcuni anni fa, e questo porta a dover programmare strutture e modalità per l'oggi ma anche per il "dopo di noi", quando i genitori non ci saranno più.
A Tione si sta programmando e realizzando». Queste le parole dell'assessore provinciale Luca Zeni in visita al  Centro Fondazione Piovanelli a Tione.

Cosa accadrà "Dopo di noi"? Questa era la maggiore preoccupazione dei genitori di ragazzi con gravi disabilità che li aveva spinti a ricercare delle soluzioni che potessero garantire un'assistenza particolare ai propri cari. Così nel 2012 gli amministratori della Fondazione Piovanelli danno avvio alla progettazione seguita dall'arch. Aldo Marzoli e dall'Ing. Ignazio Fusari che prevede l'ampliamento dell'attuale immobile con la realizzazione a piano semi-interrato di un garage, locali laboratorio e deposito. A piano terra sarà collocato il laboratorio con annesso nuovo negozio per la vendita degli articoli costruiti dagli ospiti. A primo piano saranno collocate quattro stanze con otto posti letto per i disabili gravi che rimangono privi della famiglia di origine, locali per il personale assistente e infermieristico e refettorio. Al secondo piano vi sarà la possibilità, in un secondo momento, di ricavare altre quattro stanze.
Dopo varie peripezie burocratiche con un aiuto importante da parte di tecnici e Funzionari del Comune di Tione e un successivo ridimensionamento dei costi, il progetto viene definito nell'importo di 2,6 milioni di Euro, ed ottiene il finanziamento di 2 milioni da parte della Provincia. La differenza viene garantita da un contributo della Comunità delle Giudicarie, dei Bim del Sarca e del Chiese e da numerosi Comuni giudicariesi. I lavori sono stati appaltati alla ditta Edilrendena che si è aggiudicata la gara d'appalto, la direzione lavori è seguita dall'Ing. Valter Paoli e sono iniziati nell'estate dello scorso anno, con previsione di completarli entro la fine del 2017.

A partire dal 2018 le Giudicarie potranno contare su un centro di accoglienza adeguato a rispondere alle necessità di assistenza alle persone con gravi disabilità e dare sollievo al pensiero delle famiglie per il futuro.




Commenti   

 
0 #1 Smithc527 2017-04-09 02:44
I feel like Im regularly seeking interesting features you just read about a number of subjects, but I handle to add in the blog among our translates every day when you kcfedaedfekebdg g
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna