Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mer11222017

Last update06:42:06 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Mario Antolini Muson

Mario Antolini musonDati biografici

  • Mario Antolini Muson, nasce a Tione (Tn) il 19 giugno del 1920, dove risiede, vive e lavora, accompagnato dall’affetto dei 2 figli e delle 4 nipoti.

  • Coniugato con Gina e vedovo dal 2010. In pensione dal 1980.

 

Formazione scolastica

  • dal 1932 al 1935, ha frequentato la Scuola Professionale Salesiana a Milano: divenendo tipografo compositore.

  • dal 1936 al 1939 – frequenta per 3 anni il Ginnasio a Ivrea ed 1 a Chieri (To) (aspirandato salesiano non parificato) 

  • dal 1939 al 1947 - è Missionario religioso salesiano in Giappone, dove, dal 1939 al 1942: frequenta il Liceo allo Studentato salesiano di Tokyo (privato); dal 1943 al 1945, è in missione a Miyakonojò, nel Kyushu, dove subirà 5 mesi di prigionia alle falde del vulcano spento Aso (il vulcano dal cratere più ampio del mondo) fino dopo lo scoppio nel 1945 della seconda bomba atomica a Nagasaki ad 80 chilometri circa, dal campo di concentramento; dal 1945 al 47: sarà a Tokyo per il primo anno di studi teologici.

  • nel maggio del 1947 - ritorna in Italia e rientra a casa perché non ritenuto idoneo alla vita religiosa e rientra in famiglia dove è chiamato a fare il tipografo compositore nella tipografia del padre a Tione.

    • nel 1949, durante il lavoro di tipografo: come privatista consegue il diploma di maestro elementare all’Istituto Magistrale a Trento.

  • dal 1949 al 1953 – si iscrive all’Istituto Orientale di Napoli (frequentato a mesi alterni durante il lavoro di tipografo), conseguendo nel dicembre 1953 la laurea in Lingue, Letterature, Istituzioni Orientali, Gruppo Estremo Oriente, Sezione Giapponese.

 

Insegnamento

  • nel 1954 - Vince il Concorso magistrale con assunzione in ruolo, si dedicherà con grande impegno all’attività di insegnamento fino al 1980.

  • È stato membro del Consiglio provinciale dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici. Sollecitò e organizzò; conferenze, relazioni, incontri pedagogico-didattici in provincia e fuori. Sarà fortemente impegnato nello studio e nell’aggiornamento della “Scuola a tempo pieno”.

  • È stato Redattore unico per dieci anni della rivista magistrale trentina dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici “Scuola e Vita”

  • Sarà poi docente dell’Università della Terza Età e del Tempo Disponibile nelle diverse sedi delle Giudicarie.

  • Collaborerà come docente al Centro Professionale dell’Università Popolare Trentina (CFP-UPT ) e presso altri Enti: terrà numerose ore di docenza a diversi corsi serali per lavoratori a Tione nelle discipline: italiano, geografia locale, grafica tipografica, a Rovereto nelle materie: italiano e grafica tipografica. Sarà Direttore e relatore di un corso promosso dall’U.P.T. su: “Storia e geografia delle Giudicarie”. Terrà ancora lezioni di “Editoria” a corsi finanziati dall’U.E. / Lezioni di “Geografia delle Giudicarie”, di “Dialetto”, di “Ambiente storico” e di “universalità”.

 

Intenso e molto significativo si rivela anche il suo impegno nel sociale

  • dal 1947 al 1955, è dirigente per le Giudicarie dei Giovani di Azione Cattolica.

  • dal 1953 al ‘55, è segretario del Consorzio dei Comuni Giudicariesi. In quel periodo direttamente coinvolto nella compilazione della Legge istitutiva dei Consorzi Bim e nel loro costituirsi in Giudicarie (Regolamento compreso).

  • dal 1954 al ‘55, segretario di zona giudicariese dell’Unione Contadini, impegnato nella prima istituzione della Mutua Contadini (fino ad allora privi di assistenza sanitaria).

  • per 8 anni, di cui 4 in minoranza dal 1956 al 1960, è consigliere comunale a Tione e per 4 vicesindaco e assessore alla cultura (1966-70).

  • È stato tra i fondatori della sezione tionese del Soccorso Alpino.

  • Segretario per vari periodi dell’Avis, della Pro Loco e dell’Asilo Infantile di Tione.

  • Socio fondatore dell’Associazione culturale “Centro Studi Judicaria” di Tione.

 

Attività come pubblicista ed editoria

  • dal 1948 - Corrispondente dalle Giudicarie per i mass-media regionali.

  • tra il 1960 e il 1980 - Sarà addetto in vari Uffici Stampa: Azienda turistica di Madonna di Campiglio e di Pinzolo. / Mostra dell’Artigianato di Rovereto. / Manifestazioni varie (VV.F.V., Consorzi Turistici, ecc.).

  • dal 1980 iscritto all’Albo dei Giornalisti come Pubblicista

  • corrispondente di prestigiosi mass-media: Popolo Tridentino poi l’Adige. / Alto Adige poi Trentino. / Vita Trentina. / Ansa. / Corriere della Sera - Domenica del Corriere. / Gazzetta dello Sport. / Giornale di Brescia. / RAI-TV. / TVA. / TCA. / RTTR. / Radio Dolomiti. / Radio Studio Sette. / Novaradio. / Radio Manuela. / Radio Tg8, / TV Tg8. / TelePace.

  • corrispondente e collaboratore per altre ”testate” come il Giornale delle Giudicarie.

  • La sua attività editoriale è pari, se non superiore alla sua attività pubblicistica. Infatti molti e prestigiosi volumi che interessano le Giudicarie e non solo portano la sua firma, che compare anche in parecchi testi in qualità di coautore o collaboratore.

 

Mario Antolini Muson, rappresenta un pilastro di storia, per l'esperienza di vita vissuta, ma soprattutto, per la sua intelligenza, la sua sensibilità, la sua cultura, la sua saggezza e la sua eleganza, che fanno di lui un uomo moderno, pronto a raccogliere ed affrontare le nuove sfide che il nostro tempo ci propone quotidianamente.

Un uomo, che nonostante l'attaccamento e l'amore che provava per la sua famiglia ed il suo territorio, in tempi non sospetti, aveva intuito l'importanza e la necessità di confrontarsi con popoli e culture, più o meno lontani.

Un esempio di rettitudine morale e di vita che sono per noi tutti stimolo e forza per continuare la ricerca di un futuro migliore.