Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Ven11242017

Last update06:51:06 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Upt Giudicarie, eletto il nuovo coordinamento locale guidato da Flavio Riccadonna

flavio riccadonna 2b

Analisi della situazione politica locale e trentina, individuazione di proposte sulle tematiche di maggiore attualità per le Giudicarie e nomina del nuovo coordinamento locale. Questi i principali punti all'ordine del giorno della riunione degli aderenti locali dell'Unione per il Trentino tenutasi giovedì sera.
Ad inizio riunione, la relazione tenuta dal coordinatore giudicariese Flavio Riccadonna, eletto nella precedente riunione, a seguito del rinnovamento dei vertici provinciali dell'Upt: Riccadonna ha ribadito la necessità di continuare a lavorare sul territorio ed in costante dialogo con i cittadini per rafforzare la presenza dell'Upt in Giudicarie (storicamente terra di importanti consensi a partire dai tempi della Margherita e che vede tra i suoi tesserati molti sindaci ed amministratori locali). Un dialogo ed un'attenzione che sono oggi ancor più necessari a fronte dei risultati elettorali delle recenti amministrative in tanti comuni d'Italia, che ha segnalato ancora una volta – semmai ce ne fosse bisogno – l'incapacità della politica di far comprendere i propri valori ai cittadini, con la evidente prevalenza delle urla populiste a discapito di più nobili ideali dei quali ci sentiamo portatori.
Le potenzialità per far sì che ciò non avvenga anche in Trentino ci sono tutte, ha sottolineato nel suo intervento il consigliere provinciale Mario Tonina, ma occorre che la coalizione di governo provinciale di centrosinistra autonomista rilanci la propria azione, ritrovando unità di intenti. "L'Unione per il Trentino – ha detto – sente forte la responsabilità di farsi carico di queste azioni e lo sta facendo con senso di responsabilità costruttiva; serve ritornare a fare politica nel senso positivo del termine, ossia impegnarsi con serietà e competenza dei temi veri del territorio, così come il gruppo consigliare dell'Upt sta facendo, stimolando l'azione amministrativa della giunta provinciale su problematiche come la sanità, che assieme ad occupazione e semplificazione tanto per fare esempi concreti" sono i temi su cui si concentra l'attenzione dell'UPT locale. Altro tema che verrà affrontato a breve è sicuramente la revisione del terzo statuto di autonomia, questione delicata che deve essere affrontata in sinergia con l'Alto Adige per poter rimarcare con maggior determinazione il ruolo della stessa. Per questo sarà necessario visione e strategia che dovranno essere garantiti da una politica di alto profilo.
Il partito, dopo il congresso di inizio anno che ha sancito l'elezione del segretario provinciale Tiziano Mellarini, si sta rinnovando e strutturando sul territorio, come ha spiegato nel corso della serata Sergio Anesi, segretario organizzativo. "Abbiamo costituito i nuovi coordinamenti su tutto il territorio – quello giudicariese era il penultimo mancante – e abbiamo chiesto loro di attivarsi e raccogliere le tematiche di maggiore attualità sul territorio di competenza, sondando idee, soluzioni e proposte; poi in autunno le vaglieremo e discuteremo insieme, realizzando un documento programmatico da sottoporre alla Giunta provinciale per i prossimi due anni di legislatura".
Infine, dunque, la costituzione del coordinamento locale. Affiancheranno il coordinatore Flavio Riccadonna: Enzo Ballardini, Michele Bazzoli, Ileana Bronzini, Diego Chiodega, Paolo Collini, Fausto Fiorile, Luca Martinelli e Patrizio Zambotti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna