Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio07272017

Last update11:56:48 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Al Centro Studi Judicaria Mario Antolini avvolto in un caldo abbraccio fraterno. Tantissimi giudicariesi alla serata di presentazione del suo libro Riflessioni autobiografiche macinate a 96 anni

la sala - Foto Daniela Mosca

Tanti, tanti amici ed estimatori venuti da tutte le "sue" amate Giudicarie hanno gremito nel tardo pomeriggio di giovedì la sala conferenza del Centro Studi Judicaria per ascoltare la presentazione della sua ultima fatica editoriale e render omaggio a Mario Antolini stringendolo in un caldo, commovente abbraccio fraterno. Fra questi molti giovani, addirittura il gruppo musicale dei Fiaschi che ha voluto cantare in suo onore cinque stupende canzoni, a testimoniare quanto fascino la sua figura e il suo impegno culturale abbiano esercitato e continuino a farlo su persone di tutte le età e quanto attuali siano il suo pensiero e le sue esortazioni.
"Riflessioni autobiografiche macinate a 96 anni" è il titolo del volume che racchiude e spiega la sua forma mentis, uno scrigno prezioso dove Mario si snuda narrando le vicende della sua lunga vita, un specie di "Milione" in chiave moderna, le tribolazioni e gli ostacoli incontrati, le soddisfazioni per i traguardi raggiunti, gli affetti familiari, il lavoro negli enti, nei giornali e nella scuola, gli incarichi pubblici e l'impegno nel civile, tenace, assiduo costante volto a migliorare le condizioni di questa sua terra e ad aprire le menti, ad allargare gli orizzonti di conoscenza della "zént, tutti fiói de vachèr" che vi abita. Severino Papaleoni, insegnante come lui, ha ripercorso le vicende della sua lunga esistenza, richiamandone gli aspetti più significativi, con un'esposizione partecipata e appassionata Una vera e propria "lectio magistralis" la sua, molto apprezzata e condivisa da tutti per i contenuti, l'acutezza e la profondità dell'analisi. La serata, introdotta dal presidente del Centro Studi Judicaria, che ebbe Antolini tra i fondatori, ha visto gli interventi del sindaco di Tione Mattia Gottardi, orgoglioso del suo concittadino, di Roberto Bombarda per la Comunità delle Giudicarie, per la cui unità territoriale tanto si era speso Mario e del presidente del BIM della Sarca Gianfranco Pederzolli, per la cui costituzione a favore delle popolazioni che abitano lungo le sue rive tanto si spese il Nostro nell'immediato dopoguerra.

15578960 762427920576538 5391908628462585440 n

I ringraziamenti di Mario, l'esortazione verso gli amministratori a investire risorse in cultura e nella scuola per la crescita della popolazione, l'auspicio di impegnarsi nello studio della geografia, della storia e dell'antropologia sulla quale costruire il futuro d questa terra e la lettura di una sua poesia con l'invito a "star 'nsèma, arént" hanno concluso una serata ricca di emozioni, straordinaria, fra gli appalusi degli intervenuti.

Commenti   

 
0 #1 Tomaso Iori 2016-12-25 08:43
In aggiunta al bellissimo articolo, c'e anche la possibilità di ascoltare il "Coro Fiaschi" nella parte finale della serata.
kliccare:
https://youtu.be/E26gymEU19A
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna