Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mar07252017

Last update10:32:08 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Presentata la riforma del Welfare Anziani. In Giudicarie un'unica Agenzia per gli anziani - Spazio Argento gestirà le sei case di Riposo

anziani Giudicarie

Attenzione ai bisogni della persona e delle sue reti familiari, sostegno ad interventi innovativi e alla domiciliarità, semplificazione del sistema di accesso all'assistenza, forte radicamento nel territorio. Questo quanto si propone la riforma del Welfare Anziani presentata dall'Assessore alla Salute Luca Zeni. Una riforma importante che mette mano alle politiche a favore della popolazione anziana in Trentino e si pone il compito di ristrutturare l'organizzazione delle Case di riposo.

Attualmente nella popolazione trentina sono già presenti 113.496 anziani con più di 65 anni; di essi 57.186 hanno più di 75 anni. Le analisi mostrano come il numero di over65 nel 2030 sarà di circa 150.700 persone (di cui 78.400 over75), mentre per il 2050 raggiungerà le 193.400 unità (di cui 113.300 over75). Già oggi si stima che in Trentino circa 18.000 persone over 65 siano in condizione di non autosufficienza e che all'incirca la metà di queste si trovi in condizione di solitudine o in carico alle famiglie, fuori quindi dal circuito pubblico di assistenza. A questa realtà la Riforma Zeni cerca di dare risposte: «migliorando la capacità di visione d'insieme, in modo da consentire una programmazione delle politiche e dei servizi capaci di operare in maniera equa e più efficace, rendendo flessibile l'uso delle risorse per sviluppare i servizi in base alle esigenze delle persone; ponendo sempre più al centro la persona e la sua rete familiare offrendo loro un interlocutore unico in grado - sulla base di un budget non più diviso tra aspetti sociali e sanitari - di attivare e personalizzare le migliori risorse secondo le esigenze personali e le specifiche situazioni; • assegnando alle Comunità un ruolo centrale rispetto all'individuazione delle politiche locali per gli anziani».
In particolare verrà istituita L'Agenzia per gli anziani - Spazio Argento che avrà le dimensioni e gli ambiti delle Comunità di Valle. Così in Trentino saranno 16 e per l'ambito giudicariese un'unica Agenzia dovrà coordinare l'operato delle sei case di riposo presenti sul territorio e gestire i servizi per gli anziani tenendo conto che in Giudicarie oltre 4000 persone hanno più di 75 anni e oltre 8mila hanno più di 65 anni.
Secondo la riforma Zeni L'Agenzia per gli anziani - Spazio Argento" «saprà intercettare un numero maggiore di persone aumentando così i tassi di copertura dei bisogni». Con la stessa i proponenti auspicano di «creare Un'Agenzia per gli anziani - Spazio Argento che sia punto di riferimento unico per le persone anziane e le loro famiglie, che conosca e comprenda le esigenze delle comunità di riferimento, che disponga della mappa completa delle risorse, sia formali che informali, presenti e le sappia attivare al bisogno; che sia in grado di comprendere, valutare e rispondere ai bisogni della persone anziane e delle loro famiglie prima che diventi inevitabile la residenzialità assistita; stimoli l'innovazione sociale; faccia prevenzione; costruisca un piano assistenziale organico ed individualizzato, fornendo anche servizi/prestazioni (direttamente e/o esternalizzandoli)... e che si faccia sia promotore sia attivatore di reti e iniziative di welfare di comunità».
L'Agenzia per gli anziani- Spazio Argento accorperà, dove ci sono, le APSP presenti sul territorio (naturalmente le sedi di RSA rimarranno invariate) e al contempo garantirà l'accesso alle persone anche grazie a sedi diffuse sul territoriodove sarà presente personale socio-assistenziale, sanitario e socio-sanitario.
Il Consiglio di Amministrazione (CdA) dell'Agenzia per gli anziani - Spazio Argento, sarà designato dalla Conferenza dei Sindaci del territorio. Al momento della prima applicazione della riforma, sarà possibile prevedere modalità di rappresentanza dei soggetti costitutivi. Gli statuti delle Agenzie per gli anziani – Spazio Argento dovranno prevedere, per la composizione dei CdA, requisiti di competenza ed in particolare anche la presenza di profili con riconosciute competenze nel campo del sociale e la presenza di un organismo consultivo costituito dagli attori che a diverso titolo "vivono" il territorio di riferimento (terzo settore, volontariato sociale, rappresentanza degli anziani e delle famiglie, ecc.), che avrà il compito di fornire e suggerire indicazioni, proposte e valutazioni all'Agenzia per gli anziani – Spazio Argento.
In accordo con le Comunità di riferimento sarà possibile prevedere modalità di convenzione tra più Agenzie per gli anziani, al fine di poter programmare le politiche di welfare in maniera più organica.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna