Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio09212017

Last update07:26:36 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Giudicarie, presentato il nuovo percorso di pianificazione sociale nato dall'attuale contesto socio-economico e dai cambiamenti in atto

casa della Comunità delle Giudicarie 2016  bNei giorni scorsi, presso la Sala Sette Pievi della Comunità delle Giudicarie, si è tenuta la serata di presentazione del nuovo percorso di pianificazione sociale. Il Piano Sociale è lo strumento con il quale la Comunità definisce i metodi e i contenuti della pianificazione delle politiche sociali.
Il primo piano sociale è stato redatto e approvato nel 2011, aggiornato e prorogato fino al 31 dicembre 2016. Ora, secondo le linee guida provinciali, è necessario redigere un nuovo piano sociale di valenza pluriennale che dovrà essere approvato entro il 31 dicembre 2017.
L'assessore per le politiche sociali Michela Simoni, comunica che da ora in poi si avvierà un nuovo processo di pianificazione sociale che dovrà tener conto delle attuali caratteristiche del contesto socio-economico e dei cambiamenti in atto.
Rispetto alla pianificazione precedente è necessario un cambiamento di prospettiva al fine di costruire reti formali e informali sul territorio che coinvolgano, oltre agli addetti ai lavori, anche nuovi soggetti che rappresentano più in generale la popolazione (welfare generativo). Si favoriranno e sosterranno le risposte e i progetti che si auto-sostengono e che producono sul territorio, a cascata, nuove risorse umane e relazionali.
Il piano sociale non sarà suddiviso in aree di utenza ma, per quanto riguarda l'analisi delle risorse e dei bisogni e secondo quanto previsto dalle linee guida provinciali, in cinque ambiti: abitare, educare, lavorare, fare comunità e prendersi cura e potranno essere sviluppate delle azioni o iniziative per promuovere il benessere delle persone più vulnerabili e fragili della nostra comunità.
Con l'avvio della pianificazione dovrà essere costituito anche il tavolo territoriale, organo di consulenza e di proposta che seguirà l'avanzamento dei lavori e dei risultati attesi.
Al fine di rappresentare al meglio tutte le realtà che operano sul territorio la composizione del tavolo territoriale è stata allargata rispetto a quella prevista dalla legge provinciale. Infatti sullo stesso saranno presenti oltre a una rappresentanza dei Comuni, dell'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, delle categorie economiche, delle parti sindacali, dell'Agenzia del lavoro, del Servizio socio assistenziale, delle A.P.S.P. e del terzo settore anche referenti del credito cooperativo, del mondo profit, del distretto famiglia, dei piani giovani, del Servizio istruzione e del servizio tecnico-ufficio edilizia abitativa della Comunità delle Giudicarie.
Durante la serata sono stati presentati, con l'aiuto di coloro che hanno collaborato alla realizzazione, i progetti realizzati negli anni scorsi; i gruppi di lavoro e i progetti tuttora in corso proseguiranno all'insegna della continuità con il primo piano sociale della Comunità delle Giudicarie.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna