Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio09212017

Last update07:26:36 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Consorzio Spressa delle Giudicarie, Povinelli si è fatto in disparte. Divergenza con Latte Trento

spressa tonina Cunaccia Povinelli e Cozzini

CARISOLO. Le dimissioni rassegnate ieri l'altro dal presidente del Consorzio volontario della Spressa Dop Mauro Povinelli non solo sorprendono ma a molti proprio non sono comprensibili. Anzi, dietro quella sua decisione è impossibile comprendere quale sia la vera ragione del suo abbandono.
In quella sua lettera - circolare e destinata a più interlocutori si intravvedono rapporti difficili con la casa madre Latte Trento anche per quanto concerne la promozione e immagine. Ogni tentativo per cercare di saperne qualcosa di più non è andato a buon fine. Rintracciare l'onnipresente direttore di Latte Trento dottor Paoli non è stato possibile. Il suo cellulare squillava a lungo ma dall'altra parte nessuno rispondeva.
Il presidente dimissionario, titolare di un'azienda modello con 35 bestie, preferisce non parlare come anche la segretaria Bruna Cunaccia titolare dell'Agenzia ACI.
Povinelli, la stessa Cunaccia assieme al vice presidente Alberto Ferrari ( nella foto assieme al consigliere Mario Tonina nel dopo assemblea ultima ) rappresentavano di fatto la plancia di comando del Consorzio i cui soci sono 23 tra Rendena, Giudicarie, Chiese e Ledro. Una triade che poteva fare molto e che adesso è tutta da reinventare.
Ora l'incombenza è già nelle mani del numero due di Breguzzo (Ferrari) al quale spetta portare avanti la fondazione creata nel 2004 ma che negli ultimi otto anni era stata gestita proprio da Povinelli.
"Sono sereno anche se a dire il vero era da qualche settimana che meditavo di fare questo passo " dice lo stesso presidente dimissionario. Povinelli è allevatore da una vita e quindi conosce le problematiche di quel comparto. La sua uscita di scena qualche perplessità la porta dietro. Non molto tempo fa a Bondo c'era stata l'assemblea e in quella sede non si era intravista alcuna via di fuga. Anzi, i tre sembravano tranquilli e sereni. Ieri lo scossone e la fuoriuscita di Povinelli.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna