Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Ven06232017

Last update10:12:41 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Sarche, lunedì l'avvio dei lavori per la realizzazione della rotatoria. L'opera migliorerà il collegamento tra le Giudicarie e Trento

sarche-2 

In una giornata caratterizzata da bufale giornalistiche, acuite dal fatto di essere pubblicate nel giorno del Pesce d'aprile, è uscito il comunicato della Provincia Autonoma di Trento inerente l'apertura del cantiere per la realizzazione di una rotatoria a Sarche di Madruzzo, Comune che ha inglobato il pretendente municipio di Calavino, di cui Sarche era frazione. La rotatoria, che dovrebbe essere costruita nel punto nevralgico della località, ovvero dove si trova l'intersezione tra le strade statali 237 del Caffaro (che collega alle Giudicarie) e 45 bis Gardesana Occidentale (che porta al Lago di Garda), sostituirebbe l'incrocio a raso tra le due carreggiate. Incrocio che provoca quotidianamente rallentamenti e disagi, se non incidenti, e che permette ai veicoli provenienti da Comano Terme o dalla Busa lacustre di dirigersi verso il capoluogo e, ovviamente, fare il percorso inverso.

Pendolari, trasportatori, studenti, turisti: qualsiasi categoria di utenti del tratto in questione sa già di dover affrontare un calvario ogni volta che giunge nei pressi dell'intersezione. Vuoi per la scarsa abilità al volante di alcuni viaggiatori, vuoi per l'effettivo pericolo che un incrocio del genere può provocare, la porzione di strada non gode di ottima nomea. A partire dal 3 aprile sono programmati i lavori di sistemazione provvisoria (con durata settimanale), per poi costruire la rotonda vera e propria tra alcuni mesi.

Secondo il comunicato della Provincia Autonoma di Trento i lavori, che comportano le maggiori interferenze con il traffico, saranno programmati al di fuori delle fasce orarie in cui si registrano i maggiori flussi veicolari. Nelle fasi che richiederanno l'istituzione della circolazione a senso unico alternato, la regolamentazione del traffico sarà affidata a movieri, così da contenere - per quanto possibile - i disagi per gli automobilisti. Soddisfatto il consigliere provinciale Mario Tonina (Unione per il Trentino), che nel luglio 2016 aveva presentato un'interrogazione sul tema all'indirizzo dell'Assessore Mauro Gilmozzi.
"Con l'apertura del cantiere viene risolta l'annosa questione del traffico per i veicoli che dalla strada statale Gardesana Occidentale si innestano sulla statale del Caffaro e viceversa" ha commentato, sottolineando come "un territorio importante come quello giudicariese, interessato dal passaggio di migliaia di residenti e ospiti, meriti particolare attenzione". Statisticamente, nell'ultima rilevazione con le telecamere di infotraffico (a fine 2016), è stato calcolato che nel tratto interessato transitano attorno ai 21.000 mezzi al giorno. Il dato comporta la creazione di code di veicoli in ogni direzione, che qualcuno tenta imprudentemente di eludere, passando ad alta velocità su strade interne al paese o addirittura su proprietà private.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna