Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mar07252017

Last update10:32:08 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

La storia della nascita di Marisol. L'esperienza di una mamma raccontata in una lettera

17264269 1128866073889142 2823625869308760213 n

Con questa mia piccola vera storia chiedo qualche minuto a Voi ....gentili lettori....

Mentre ero incinta mi recavo presso l'Ospedale di Cles (Tn) per partorire. Qualche giorno prima del termine sono stata accolta presso l'ospedale per il pre ricovero e per effettuare le visite che ne conseguivano. Venivo ricoverata presso il Reparto di Ostetricia-Ginecologia dove venivo visitata dal sig. dott. Roberto Luzietti, Primario del reparto. Una persona con un cuore grande ........ una persona ricca di grande umanità, gentilezza ed encomiabile professionalità e competenza,che mi ha seguito nel dare la vita alla mia principessina. Per i giorni a seguire il parto sono stata stracoccolata ed accudita giornalmente dalle ostetriche ed infermiere del reparto di Ostetrica Ginecologia presso l'ospedale di Cles ..... degli angeli vestiti color pastello che apparivano giorno e notte con parole gentili e con modi affabili per accudirmi con professionalità, cortesia e disponibilità indescrivibili. Durante il ricovero mi sono sempre state accanto con un consiglio, una parola o con un sorriso. Purtroppo, poco dopo la nascita della mia piccolina mi sono ammalata, ho preso la varicella , così hanno dovuto allontanare dalla sua mamma la piccolina portandola presso il reparto di Neonatologia all'Ospedale Santa Chiara di Trento. Per quattordici giorni sono dovuta stare lontana da lei, non potevo vederla, coccolarla, allattarla, baciarla nemmeno abbracciarla, fino alla mia completa guarigione. Il mio cuore e la mia anima erano a pezzi. Ogni giorno il suo papà andava a trovarla portandomi notizie ed io ogni giorno chiamavo telefonicamente il reparto. Dall'altra parte del telefono mi rispondevano voci gentili, degli angeli sconosciuti che hanno accudito la mia piccola durante la mia assenza forzata.

Un grande riconoscimento di meritata professionalità la rivolgo al Primario del reparto di Neonatologia, sig. dott. Soffiati Massimo.
I giorni non passavano più ed il dolore per la lontananza era immenso senza la mia piccolina tanto tanto tanto desiderata... Una volta guarita corsi subito presso il reparto di Neonatologia per riabbracciare la mia piccolina, le lacrime non si fermavano più dalla gioia. In seguito mi ricoverarono insieme alla piccola presso il reparto di Pediatria Medicina presso l'ospedale Santa Chiara di Trento. Lì siamo state ricoverate per tredici giorni in isolamento. Quotidianamente venivamo accudite da infermiere del reparto, infermiere buone e cortesi, pronte ad ogni suono del campanello a correre per aiutarci e consigliarci. Bensì non potevamo muoverci dalla stanza sono riuscite ad alleviare il nostro ricovero.
Vedere nascere la mia piccolina per poi non vederla ed averla lontana per parecchi giorni è stato un momento dolorosissimo, niente aveva più senso..... ma con l'aiuto di tutte queste persone straordinarie sono riuscita a superare questo momento orribile ed ora io e la mia piccola Marisol stiamo bene e siamo felicissime.

Voglio ringraziare di vero cuore per l'eccezionale professionalità , gentilezza, umiltà, comprensione, competenza, cortesia ed umanità ......tutto il personale del reparto di Ostetricia Ginecologia dell'ospedale di Cles, tutto il personale del reparto di Neonatologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento e tutto il personale del reparto di Pediatria Medicina dell'Ospedale Santa Chiara di Trento.

Uno speciale ringraziamento al sig. dott. Roberto Luzietti, Primario presso il Reparto di Ostetricia Ginecologia dell'Ospedale di Cles, al sig. dott. Soffiati Massimo Primario presso il reparto di Neonatologia dell'Ospedale Santa Chiara di Trento e alla mia ginecologa dott.ssa Alessia Goldoni che mi è sempre stata vicina che mi ha seguito per tutta la gravidanza con una enorme sensibilità bontà e competenza per far sì che il mio sogno si avverasse.
...UN GRAZIE DI CUORE A TUTTI VOI...

La mamma e il papà di Marisol

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna