Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab11252017

Last update10:50:12 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Nuova mensa scolastica a Pieve di Bono. Fornirà giornalmente i pasti a circa 250 alunni

Inauguraz2 mensa Pievedibono

Il mese di ottobre ha portato una novità per i ragazzi che frequentano il plesso scolastico di Pieve di Bono: lunedì scorso, con una breve cerimonia, è stata inaugurata la nuova mensa scolastica, cucina e refettorio, che permetterà di fornire i pasti ad oltre 150 alunni della scuola primaria e ad un centinaio di studenti delle scuole medie. La struttura è collocata al piano terra del nuovo immobile, che al piano superiore ospita tutta una serie di aule riservate agli scolari delle elementari.
Tale inaugurazione rappresenta una prima tappa della ristrutturazione complessiva del Centro scolastico, alla quale seguirà, a partire dalle prossime settimane, la demolizione dell'ala che includeva la vecchia mensa e le sovrastanti aule. Il prossimo anno scolastico tale ala verrà completamente ristrutturata, così da ottenere tre piani di aule che consentiranno lo smantellamento dei container che erano stati installati una decina di anni fa e che tuttora ospitano provvisoriamente numerose classi.
Oltre al nuovo dirigente dell'Istituto Comprensivo del Chiese Fabrizio Pizzini ed al presidente del Consiglio d'Istituto Flavio Zanetti, hanno partecipato alla cerimonia il sindaco di Pieve di Bono-Prezzo Attilio Maestri, che ha illustrato l'intervento realizzato alla struttura, con i colleghi di Valdaone Ketty Pellizzari e di Condino Claudio Pucci ed il presidente del BIM del Chiese Severino Papaleoni. La Comunità delle Giudicarie, che gestisce il servizio, era rappresentata dal presidente Giorgio Butterini e dall'assessore all'istruzione Michela Simoni, mentre per la Cooperativa Risto3, affidataria del servizio mensa, era presente il direttore generale Stefano Raffaelli. All'appuntamento ha preso parte anche il direttore dei lavori ing. Salvatore Moneghini, che sta seguendo attentamente la realizzazione delle complesse opere che interessano la struttura scolastica, assessori e funzionari comunali e il geom. Ruben Zanetti della ditta Mak Costruzioni di Lavis che ha effettuato i lavori.
Il Dirigente scolastico Fabrizio Pizzini, ha aperto la cerimonia porgendo i ringraziamenti a tutti quanti hanno operato per la realizzazione della nuova struttura ed in particolare all'Amministrazione comunale di Pieve di Bono-Prezzo.
Il Sindaco di Pieve di Bono-Prezzo, Attilio Maestri, nel suo intervento, ha evidenziato come "dopo anni di attesa, finalmente, nelle ultime settimane, grazie all'impegno e alla sinergia di tutti gli attori (imprese, direzione lavori, tecnico e operai comunali, amministratori che hanno seguito il cantiere, insegnanti e addetti della scuola) abbiamo completato due importanti tappe dei lavori di adeguamento della struttura che ospita il plesso di Pieve di Bono-Prezzo: l'inizio dell'anno scolastico nelle nuove aule, sempre provvisorie ma complete di tutto, e, da oggi, la nuova mensa, pensata ed adeguata alle esigenze condivise con la scuola e i gestori. Adesso, con la stessa determinazione vediamo di raggiungere il traguardo finale, previsto per l'inizio dell'anno scolastico 2018/19, quando metteremo a disposizione di alunni, insegnanti e delle comunità che gravitano su questo centro scolastico, strutture e spazi di pregevole qualità e con l'attenzione particolare, e non secondaria, di un notevole beneficio anche sui costi di gestione. Questo comporta che, come previsto e come già avvenuto lo scorso anno, ancora per qualche mese l'attività scolastica deve 'convivere' con quella del cantiere, permettendo di lavorare sulla struttura senza ostacolare e limitando al minimo i disagi del lavoro didattico e nel rispetto di tutte le prescrizioni e le previsioni normative in tema di sicurezza, con l'impegno garantito da tutti i soggetti coinvolti per escludere o limitare, ed eventualmente affrontare e risolvere con sollecitudine, eventuali disagi o problemi si dovessero manifestare nella non semplice convivenza tra scuola e cantiere, la cui area sarà naturalmente ben delimitata e preclusa all'accesso degli alunni. La nostra amministrazione ha investito molte risorse, non solo economiche, in quest'opera ma tra qualche mese potremo veramente trarre i benefici da questa piccola 'cittadella dell'istruzione' ammodernata e funzionale, vero fulcro aggregante e cuore pulsante delle nostre comunità".
Nel suo saluto, Giorgio Butterini, presidente della Comunità delle Giudicarie, ha sottolineato che "la gestione delle mense scolastiche costituisce un servizio del quale la Comunità va fiera, in quanto realizzato, per la maggior parte, con prodotti locali da agricoltura biologica e a chilometri zero. Infatti particolare attenzione viene prestata alla qualità e alla salubrità del menù proposto, così da garantire ai ragazzi giudicariesi un'alimentazione sana e rispettosa delle loro esigenze, rispondendo così alle legittime richieste delle famiglie".
Michela Simoni, Assessore all'Istruzione della Comunità, ha espresso le proprie congratulazioni nei confronti dell'Amministrazione comunale, in quanto la possibilità di disporre dei nuovi locali ha permesso il rinnovo di tutta l'attrezzatura della cucina, consentendo così di effettuare un servizio di ottima qualità nei confronti degli scolari e degli studenti.
Al termine i ragazzi hanno ringraziato a loro modo intonando alcune canzoni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna