Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Dom12172017

Last update11:13:26 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

30 milioni per la realizzazione di 33 opere prioritarie in Giudicarie. Approvato l'Accordo di programma

Riunione FST 10ott2017 1 

Trovato l'accordo tra Comunità, Comuni, Bim e Provincia Autonoma di Trento
Il 10 ottobre 2017 si è svolta presso la Comunità delle Giudicarie la conferenza per verificare la possibilità di approvazione dell'accordo di programma relativo al fondo strategico ovvero il budget destinato dalla Provincia agli interventi per lo sviluppo territoriale; erano presenti l'Assessore alla coesione territoriale, Carlo Daldoss, il Presidente della Comunità delle Giudicarie, Giorgio Butterini, i Presidenti dei BIM locali, Gianfranco Pederzolli e Severino Papaleoni e tutti i Sindaci o Vicesindaci dei Comuni giudicariesi. La riunione ha costituito il momento conclusivo di un percorso molto prolungato ed organico, che ha contemplato anche vari momenti di partecipazione civica, finalizzato all'individuazione delle opere finanziabili con uno stanziamento iniziale da parte della PAT di 5.919.176 euro.
Ciò che ha reso questo piano straordinario e forse unico in Trentino è stata l'idea della Comunità, avanzata nel giugno scorso, di integrare significativamente il budget con risorse del territorio, condizione funzionale per richiedere alla Provincia un raddoppio della quota di competenza. L'obiettivo era quello di finanziare tutte le opere emerse nel percorso partecipato, oltre a una dozzina di interventi ritenuti prioritari rispetto alla viabilità. La proposta, condivisa all'unanimità, prevede in sostanza una partnership finanziaria triennale tra numerosi soggetti istituzionali: la PAT interverrà con circa 11.919.000 euro (ovvero il doppio di quanto inizialmente previsto), la Comunità con 10.000.000 di euro, il due BIM con 2.672.000 euro, i Comuni con 6.069.000 euro; l'ammontare complessivo degli interventi supera i 30.675.000 euro. Ora il medesimo piano verrà portato all'approvazione di tutti i consigli, dopodiché i soggetti coinvolti sottoscriveranno formalmente l'accordo di programma (si allegano due prospetti con indicate le opere relative alla viabilità e quelle relative al Fondo strategico).
Il Presidente Butterini, che ha pazientemente condotto la regia dell'intera operazione, manifesta soddisfazione: "Si tratta di un progetto che ha richiesto importanti energie e numerosissimi incontri tra gli amministratori, ma che può determinare grandi benefici per le Giudicarie e i Giudicariesi; l'obiettivo è quello di promuovere uno sviluppo organico in riferimento ad alcuni settori strategici, favorendo anche un rilancio dell'economia, che necessita fortemente dell'immissione di risorse: oggi non è facile reperire e mettere in circolo simili disponibilità finanziarie. La partecipazione convinta di molte istituzioni locali ha sostanzialmente prodotto una quintuplicazione del budget iniziale; l'accordo di programma coinvolge infatti 29 enti e garantirà stanziamenti di circa 30 milioni per la realizzazione di 33 opere pubbliche, che interesseranno quasi tutti i comuni. Questo non è però che l'inizio di un percorso che vorrei si caratterizzasse per celerità e concretezza: è auspicabile che gli interventi vengano realizzati o comunque iniziati in questa legislatura. Un'ultima considerazione desidero dedicarla al senso di questa azione dal punto di vista politico: l'accordo di programma ha portato tutti gli amministratori della Comunità a condividere un progetto complesso e molto articolato, utile anche a rafforzare quella coesione che per il nostro territorio diventa sempre più imprescindibile".
Anche l'Assessore Carlo Daldoss esprime grande soddisfazione per il traguardo raggiunto: "Con il percorso che abbiamo intrapreso in questi mesi si è realizzata una sinergia positiva tra Provincia, che ha avuto il ruolo di coordinamento e indirizzo e le istituzioni locali che hanno effettuato le scelte delle opere strategiche per lo sviluppo del proprio territorio. Con il supporto quindi della Provincia e la partecipazione determinante della Comunità, dei Sindaci e degli amministratori locali, e dopo un percorso di partecipazione che ha interessato singoli cittadini, associazioni, istituzioni e rappresentanti di categorie economiche e sociali, si è giunti a condividere un elenco di opere pubbliche che diventeranno un volano per lo sviluppo economico di tutte le Giudicarie. Un risultato positivo che permetterà a breve di procedere con l'appalto e la realizzazione delle opere".

Le opere previste

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna