Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mar08142018

Last update08:51:02 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Giudicarie, venerdì arriva la Transalp MTB al Lago di Roncone con 1000 biker da tutto il mondo

Pronti per il via Ilario Bagattini e Mattia Facchini

Sono un migliaio i concorrenti di 40 nazioni attesi venerdì in Valle del Chiese all'arrivo della penultima tappa della Bike Transalp by Sigma 2018, la corsa a tappe Mtb più importante d'Europa partita domenica scorsa da Imst, in Austria.

Il traguardo allestito al Lago di Roncone rappresenta l'esordio della Transalp in quest'angolo del Trentino posto tra il lago d'Idro e le Dolomiti di Brenta. E proprio sotto queste montagne tutelate dall'Unesco e nel comprensorio delle Giudicarie si snoderà gran parte della frazione da Pellizzano a Sella Giudicarie. In gara anche la coppia di casa Ilario Bagattini e Mattia Facchini, con una divisa ufficiale Visitchiese.it.

Anche per loro ci sarà una passerella nella parte di tracciato che sale dalla Val di Sole verso Madonna di Campiglio lungo lo storico sentiero dell'Imperatore che sale da Dimaro nella val Meledrio. Poi passaggi in Val Brenta, in val d'Agola, Malga Movlina per scendere a Tione dirigersi verso le Sole, imboccare il Senter dei Popi in val di Breguzzo e raggiungere il lago di Roncone lungo un adrenalinico single track. Nella zona del lago sarà allestito il Villaggio degli sponsor, la zona traguardo, il paddock e realizzati tutti i servizi a favore dei bikers (assistenza, lavaggio bike, ristoro ecc).

Sabato mattina la carovana pedalerà sulla ciclabile in direzione di Forte Cariola per salire verso il castello Romano passare nella zona dell'ufficio del Consorzio Turistico raggiungere Cimego, salire nuovamente verso Caino, Rango, percorrere il Funamboli Trail (una delle grandi proposte per gli appassionati della mountain bike nel Chiese) e quindi raggiungere la Valle di Ledro ed Arco.

La Bike Transalp by Sigma è considerato storicamente l'evento agonistico della mountain bike più importante in Europa e tra i più significativi a livello internazionale. Lo testimoniano sia il numero di concorrenti sia la quantità di appassionati coinvolti dalla comunicazione. I dati ufficiali diffusi dalla società tedesca Delius Klasing Verlag GmbH legata alla rivista Bike (il rapporto è paragonabile a quanto avviene nel mondo del ciclismo su strada tra Giro d'Italia e Rcs-Gazzetta dello Sport e tra Tour de France e L'Equipe) parlano di 88 milioni di contatti. Cifre da capogiro per l'ambito turistico del Trentino occidentale, che si affaccia nel mondo internazionale della mountain bike allo scopo di valorizzare i dieci tracciati ricavati sulle montagne teatro della Prima Guerra Mondiale dal tedesco Uli Stanciu (papà della rivista Bike e anche della Transalp, oggi consulente del Consorzio Turistico) e da Loris Tagliapietra (direttore di gara della Transalp), oggi entrambi consulenti del Consorzio Turistico. E quanto peso abbia l'offerta turistica nel mondo bike lo testimonia l'interesse dei giganti della comunicazione quali La Gazzetta dello Sport, Servus Tv - Red Bull, Bike, SportOutdoor Tv e Mtb Magazine, che nelle ultime settimane hanno dedicato alla Valle del Chiese servizi e reportage importanti.

"La scelta fatta dal Consorzio Turistico Valle del Chiese con il patrocinio del locale Bim e di Trentino Marketing punta infatti a far conoscere l'offerta locale di dieci tracciati interamente dedicati alla mountain bike e recentemente approvati dalla Provincia autonoma di Trento – spiega Daiana Cominotti, presidente del Consorzio Turistico -. Un aspetto che ci consente di poter promuovere turisticamente anche questo ulteriore importante patrimonio sportivo-ambientale. Ciò anche grazie alla collaborazione instaurata con il giornalista tedesco Ulli Stanciu e il professionista trentino Loris Tagliapietra, che ha portato prima all'individuazione dei tracciati, poi alla loro mappatura e infine all'approvazione da parte dell'assessorato al Turismo della Provincia autonoma".

E nell'ambito del Progetto Mtb in Valle del Chiese si inserisce anche il bando del Bim, voluto dal presidente Severino Papaleoni, che prevede lo stanziamento di 100.000 a favore del comparto ricettivo locale per adeguare l'accoglienza dei biker ai più recenti standard internazionali.

Ogni anno sono mediamente circa duemila gli appassionati che ripetono individualmente il tracciato ufficiale di gara dell'estate precedente. Un numero di potenziali turisti importante per il turismo della Valle del Chiese che già oggi ospita circa il 40 per cento di turisti del mercato germanico. Proprio per questo per la prima volta il Consorzio turistico sarà ufficialmente presente a fine agosto anche al Bike Festival di Leogang organizzato sempre da Delius Klasing Verlag GmbH dopo la presenza a quello di Riva del Garda.