Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mer01172018

Last update10:59:49 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Notizie dal Trentino

Agopuntura, Fitoterapia, Omeopatia e Medicina Antroposofica entro il 2012 le linee guida e gli elenchi di chi le pratica in Trentino

agopuntura in Trentino

Agopuntura, Fitoterapia, Omeopatia e Medicina Antroposofica: quattro "medicine e pratiche non convenzionali" che, entro il 2012, saranno inserite in un registro istituito presso l'Ordine dei medici. Oggi la Giunta provinciale, su proposta dell'assessore alla salute e politiche sociali Ugo Rossi, ha approvato le "Linee Guida per la formazione nelle medicine e pratiche non convenzionali riservate ai medici chirurghi, odontoiatri e veterinari della Provincia di Trento", che prevedono l'iscrizione in elenchi istituiti dall'Ordine dei Medici dei professionisti che praticano appunto l'Agopuntura, la Fitoterapia, l'Omeopatia e la Medicina Antroposofica. "Maggiore trasparenza, qualificazione dell'offerta e tutela dei nostri cittadini: sono queste le finalità che ci siamo posti oggi, con l'approvazione delle Linee guida - commenta l'assessore Ugo Rossi -

Leggi tutto...

Incentivi Pat a giovani e donne per favorire nuove imprese

imprenditoria femminile in Trentino

La Giunta provinciale, su proposta degli assessori Alessandro Olivi, Tiziano Mellarini e Franco Panizza, ha approvato due nuove misure di intervento per promuovere la nuova imprenditorialità femminile e giovanile e per favorire la continuità generazionale nelle aziende. Si tratta di criteri che attuano due articoli inseriti nella legge provinciale 6/1999 con la riforma della legge provinciale 12/2011 di revisione degli incentivi alle imprese. Una delle novità fondamentali introdotte dalla riforma degli incentivi, accanto al sostegno ad imprese già operative e consolidate, è proprio la promozione di nuova imprenditorialità, per qualificare e innovare la piattaforma delle imprese trentine.

Leggi tutto...

Dellai:«Le Comunità sono al servizio dei comuni, per mettere a fattor comune reti, energie, collaborazioni»

LA giunta della Pat in val di FAssa

E' al Comun General de Fascia, a Pozza di Fassa, nel tardo pomeriggio - una volta terminata la seduta della Giunta provinciale - che il presidente Lorenzo Dellai, l'assessore competente, Mauro Gilmozzi e l'intero governo provinciale hanno incontrato i presidenti di tutte le Comunità di valle. A fare gli onori di casa l'ideatrice dell'incontro, la Procuradora, Cristina Donei. "Vivete in un luogo unico, siatene orgogliosi", ha esordito Dellai, che ha aggiunto: "Qualcuno mi ha chiesto se siamo qui per discutere del referendum, che peraltro, come noto, non riguarderà il Comun General visto che la saggezza dei fassani ha riconfermato fiducia e affetto a questa importante istituzione. Ma non parleremo del referendum per un motivo molto semplice: siamo parte delle istituzioni e ci confrontiamo dunque su ciò che possiamo fare e non certo su quello che possiamo distruggere. Invece affrontiamo insieme lo stato di attuazione della riforma istituzionale, ed anche gli aspetti problematici di un percorso destinato comunque a cambiare il volto del Trentino. Ci confrontiamo con i poteri effettivi trasferiti dalla Provincia alle Comunità, e vuol dire parlare di politiche sociali, pianificazione del territorio, programmazione, investimenti".

Così ha poi continuato il presidente Dellai, rivolto ai presidenti delle Comunità: "Va qui ribadito il ruolo delle Comunità a servizio dei Comuni, per mettere a fattor comune reti, energie, collaborazioni. Perché qui si tratta della Provincia che riforma se stessa cedendo potere ai territori e dunque, attraverso Comunità e Comuni, essere ancora piú vicini ai cittadini. Cosa lega tutto questo? Proprio quell'identità del territorio che qui in Fassa abbiamo ritrovato così forte e così orgogliosa. Il Trentino è insieme di comunità e allora si sappia che si può pensare di abrogare le Comunità, ma di fatto si abrogano le valli. Il rischio è quello della frammentazione, ed invece il Trentino va tenuto assieme, a partire proprio dalle valli che riscoprono le loro ragioni. Infine, qui, in un luogo ed in una valle che vive una esperienza significativa, vorrei fosse sfatata una volta per tutte la leggenda metropolitana che le Comunità siano pensate contro i Comuni. No, le Comunità sono a favore dei Comuni".

Quindi è toccato a Mauro Gilmozzi, assessore all'urbanistica, enti locali e personale offrire ai presidenti delle Comunità gli argomenti di un "confronto a tutto tondo, anche con gli altri assessori, a partire dai settori specifici di intervento". Ecco dunque l'analisi di Gilmozzi sullo stato dell'arte, "rispetto a funzioni e competenze trasferite, sapendo che non tutte le Comunità sono partite nello stesso momento. Eppure va detto che ugualmente si sta facendo un bel lavoro, va detto ai cittadini quel che le Comunità già danno loro: si parla di politiche sociali, casa, politiche di sviluppo, fondo territoriale, decisioni sulle opere pubbliche, prossime competenze su strade e foreste, urbanistica, nuova commissione del paesaggio. Dall'altra il protocollo sulla finanza locale da poco siglato è anche impegno a chiudere alcune partite importanti, che vedranno sempre le Comunità protagoniste: polizia municipale, asili nido, funzioni comunali riguardo all'associazione obbligatoria per quel che riguarda tributi, ICT, appalti e acquisti. Siamo pronti per una proposta di sistema a reet su questo ed anche qui occorre dire forte che quel che si vuole fare è coinvolgere i sindaci e non certo portare via loro il lavoro. Perché il presupposto delle gestioni associate è proprio l'alleanza con i sindaci".

Dellai all'inaugurazione del Trofeo Topolino: «Il Trentino è terra di sport e vuole bene ai giovani»

trofeo topolino 2012

Con la tradizionale sfilata degli atleti, che hanno riempito di colore e festa le vie di Folgaria, ha preso ufficialmente avvio ieri sera il 51° Trofeo Topolino di Sci Alpino che, fino a sabato 3 marzo vedrà sfidarsi, sulle nevi degli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna, che per il secondo anno ospitano l'evento, circa 300 giovani atleti in rappresentanza di 45 squadre nazionali. Le vie di Folgaria sono state invase dal colore e dal calore delle centinaia di giovani e delle loro delegazioni accompagnate dalle rispettive bandiere. La sfilata, accompagnata dalla musica della banda, ha attraversato il paese per arrivare a piazza Marconi. L'accensione del tripode, davanti ad una piazza gremita, ha dato il via ufficiale alla manifestazione. Alla cerimonia ha preso parte il presidente della Provincia autonoma di Trento Lorenzo Dellai accompagnato dagli assessori allo sport Marta Dalmaso e all'industria Alessandro Olivi.

Leggi tutto...

Schelfi quater: scomodato Gaius Julius Caesar per "giustificare" il quarto mandato in deroga alle regole

caius-julius-caesar

Il professor Stefano Zamagni per giustificare uno Schelfi quater al timone della Cooperazione trentina giorni fa ha citato Cesare e il “De bello gallico”: non si cambia un comandante nel mezzo di una guerra. Chi lo fa perde. Avrebbe dovuto aggiungere che Cesare poi se ne fregò delle leggi della repubblica e si fece dittatore. La storia è un contenitore dove si possono trovare appoggi ad ogni tesi e al suo contrario. Quella romana ne è piena zeppa.

Leggi tutto...

Temperature record in Trentino: non si vedevano questi valori dal 1921

sole caldo a febbraio

Come annunciato dalle previsioni meteo un sensibile rialzo delle temperature ha interessato la giornata odierna determinando in molte località del Trentino valori massimi mai raggiunti a febbraio dal 1921, anno di inizio dei rilevamenti per molte stazioni. Bisogna risalire al 1990 e al 1998 per ritrovare giornate in febbraio con massime confrontabili a quelle registrate oggi. Valori record sono stati osservati a Cavalese, 18,8°C (18,4°C il precedente massimo nel 1990), a Pergine Valsugana, 21,4°C (20,2°C nel 1998), a Malè, 20,2°C (17,6°C nel 1998), e a Lavarone, 18,0°C (17,0°C nel 1990). Massime vicine al record sono state registrate anche a Trento Laste, 20,2°C (22,0°C nel 1990) e Rovereto, 19,9°C (20,4°C nel 1998).

Leggi tutto...

Il legname pregiato trentino in asta l'1 marzo a Trento presso la sede della Federazione provinciale allevatori

asta legno pregiato trentino

Giovedì 1 marzo 2012, ad ore 11.00, avrà luogo la prima asta di legname trentino di pregio, un appuntamento atteso dagli operatori del settore, anche d'Oltralpe, ma soprattutto da artigiani ed artisti trentini che potranno acquistare un singolo lotto di materiale pregiato per la propria attività. Mentre nelle aste ordinarie i lotti vengono valutati complessivamente e possono essere eterogenei nella composizione, in questo caso sarà possibile acquistare singoli tronchi con caratteristiche esclusive. Una prassi, questa, molto diffusa in Paesi dalla lunga tradizione forestale, come ad esempio la Germania, ma un'assoluta novità per il Trentino.

Leggi tutto...

Trentino, dai dati statistici della Pat emerge un forte problema demografico

popolazione anziani

Dai dati statistici presenti nel lavoro redatto dal Servizio Statistica della Provincia di Trento  "La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l'anagrafe e i flussi demografici" emerge con chiarezza un grande problema demografico, che vede un sostanziale invecchiamento della popolazione, in linea con l'andamento italiano, ma fortemente più accentuato rispetto a quello di paesi come Francia e Regno Unito. Questo invecchiamento della popolazione è in parte mitigato dalla crescita della popolazione, dovuta principalmente ai flussi migratori che ha portato negli ultimi anni ad una sempre maggiore presenza di stranieri in Trentino che aiutano ad abbassare l'indice di vecchiaia che resta comenque elevato. Le difficoltà che possono nascere da una società "vecchia" sono ben rappresentate nell'Indice di carico Sociale (calcolato rapportando la popolazione in età non lavorativa, convenzionalmente "a carico" perché giovane o anziana, a quella in età lavorativa compresa tra i 15 ed i 64 anni) che è passato dal 45,7 degli anno '80 al 53,0 nel 2009 e che ci dice che sono più le persone che non lavorano (a carico) di quelle occupate, e che nei prossimi anni la situazione peggiorerà. 

Leggi tutto...

Alla scoperta delle Dolomiti di Brenta con gli sci d'alpinismo su Rai 2 in "A come Avventura"

A malga fevri con gli sci dalpinismo

Domenica 26 febbraio su Rai DUE alle 10.50 le Dolomiti, divenute patrimonio dell'Umanità il 26 giugno 2009, saranno un'altra volta protagoniste nella trasmissione "A come avventura". Infatti è nel cuore delle Dolomiti di Brenta che gli autori e la regista della nota trasmissione (rivolta ai ragazzi, ma non solo) hanno girato una parte della puntata. Argomento del materiale registrato in Trentino è la scoperta del Bene Naturale Unesco con gli sci d'alpinismo ai piedi. Un modo avventuroso e in sicurezza per scoprire luoghi incantevoli che, in inverno, sarebbero altrimenti difficili da raggiungere. La meta individuata è stata Malga Fevri sul monte Spinale a 1.955 m. sul livello del mare, in località Grotte nel territorio delle regole di Spinale e Manez.

Leggi tutto...

Altri articoli...