Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Ven11222019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Notizie dal Trentino

Presentato a Trento il Meeting giovanissimi di Andalo. Si vola verso 2mila iscritti, con il Villongo in cerca del Poker

Meeting giovanissimi Andalo 2013 bFotomedia

Andalo, l'ambito turistico Dolomiti-Paganella e il Trentino sono pronti ad accogliere l'ondata festante di oltre 2000 mini ciclisti, che la prossima settimana, dal 20 al 23 giugno, prenderanno parte alla 27/a edizione del Meeting Nazionale di Società per Giovanissimi, presentata ieri a Trento nella Sala Verde di Trentino Sviluppo ed organizzata in tandem dall'Uc Rallo del presidente Franco Iob e dal Centro Pista Mori (presieduto da Paolo Bortolotti) con la collaborazione dell'Apt Dolomiti-Paganella.

Leggi tutto...

Sabato 15 giugno il "Giro" arriva a Termon di Campodenno. Rossella Callovi: "È davvero splendido poter correre in casa: non sono al top della condizione, ma dove non arriverò con le gambe cercherò di arrivare con il cuore"

Giro del Trentino donne - Fotomedia

E' stata presentata lunedì sera nella sala consiliare del Comune di Campodenno la seconda semitappa che, dopo la cronosquadre Revò-Lauregno del mattino, completerà nel pomeriggio di sabato 15 giugno la prima giornata di gara del 20° Giro del Trentino Internazionale Femminile.

Leggi tutto...

L'Universiade Invernale Trentino 2013 sarà un evento ad "emissioni zero": firmato un accordo per condividere gli obiettivi di sostenibilità ambientale

Paolo Bouquet Pierluigi Ferrari Sergio Anesi MarinoSimoni Antonietta Nardin Universiadi Trentino 2013

L'Universiade Invernale Trentino 2013 sarà un evento sportivo ad emissioni zero, secondo il Manifesto di sostenibilità adottato dal Comitato organizzatore, in linea con le indicazioni ambientali della Provincia autonoma di Trento. Le 20.000 tonnellate totali di emissioni di anidride carbonica (CO2) previste per lo svolgimento delle varie attività - equivalenti all'inquinamento di 15.000 automobili a gasolio con percorrenza media annua di 10.000 km - saranno compensate da numerosi interventi di efficienza e di risparmio energetico, adottati in tutto il Trentino. Lo svolgimento dell'Universiade non produrrà quindi alcun incremento delle emissioni globali di gas a rischio di alterazione del clima. Il Comitato organizzatore ha escluso l'acquisto economico di crediti di C02 per la compensazione e attuerà, di conseguenza, un pacchetto di buone pratiche: dalla mobilità sostenibile alla gestione dei rifiuti, in modo da minimizzare l'impatto ambientale. La 26° Universiade in particolare sarà "paper free", con la riduzione al minimo dell'uso di materiale cartaceo a favore dell'uso dei mezzi informatici.

Leggi tutto...

Ritorna la grande mountain bike in val di Sole! Tutto pronto per la coppa del mondo

Coppa-del-Mondo-val di sole - Downhill

Ritorna la grande mountain bike in val di Sole! Dopo cinque anni dai Campionati Mondiali Mountain Bike e Trials Val di Sole 2008, per il quarto anno consecutivo gli spericolati funamboli delle ruote grasse ritornano infatti a Commezzadura dal 13 al 16 giugno 2013 per la prestigiosa World Cup, specialità Cross Country, Cross Country Eliminator e Downhill.

Leggi tutto...

Il "Family in Trentino" a 10 associazioni sportive. Consegnato il riconoscimento dall'assessore Dalmaso

associazioni Family in Trentino

Sono le prime dieci associazioni, in provincia, a ricevere la certificazione "Family in Trentino". Si tratta della Polisportiva Oltrefersina - Madrano - Pergine Valsugana, degli Amici Nuoto Riva, dell'Arcobaleno Basket di Trento, della Ginnastica acrobatica Valle del Noce di Mezzana, dell'associazione Orienteering Crea Rossa di Roncegno Terme, dell'associazione Cavalieri della Valsugana di Roncegno Terme, dell'associazione Vela Lago di Ledro di Pieve di Ledro, della 2001 slr SSD che gestisce la piscina di Rovereto, dell'associazione Mountain & Bike Val di Sole di Commezzadura e della Rari Nantes di Trento. Stamane, al Palazzo dell'Istruzione in via Gilli a Trento, la consegna del riconoscimento da parte dell'assessore provinciale all'istruzione e sport Marta Dalmaso, previa sottoscrizione di un impegno formale a proseguire sulla strada intrapresa. Fra i presenti, accanto ai presidenti delle associazioni coinvolte, vi erano Luciano Malfer dirigente dell'Agenzia per la famiglia, Giorgio Torgler presidente del Coni e Walter Mosna del Forum Associazioni Familiari del Trentino.

L'assessore provinciale Dalmaso, nel salutare e ringraziare le associazioni coinvolte, ha messo in luce la valenza di questo percorso sotto il profilo della crescita, della socialità, della salute e della qualità della vita: "I nostri obiettivi sono quelli di lavorare, nel campo dello sport, per sviluppare una competizione sana, che insegni anche a perdere e che trasmetta i valori significativi che ritroviamo in questa certificazione. Sono competenze importanti per affrontare ogni situazione della vita. Vogliamo guardare i nostri ragazzi a tutto tondo, intrecciando le politiche familiari con le discipline sportive, stabilendo un patto fra le famiglie e le società sportive". Tutto questo, ha spiegato l'assessore Marta Dalmaso, avviene grazie al marchio Family in Trentino, assegnato alle società sportive che dimostrano determinate attenzioni verso le famiglie: "Si tratta di piccole cose ma concrete, segnali importanti che ci aiutano a costruire un tessuto forte. In questi tempi dove lo smarrimento è tanto, a volte si fa fatica a cogliere segnali di speranza, ma si possono costruire alleanze educative importanti come queste, che permettano ai nostri figli di sentirsi inseriti in un contesto che, globalmente, ha un'attenzione particolare nei loro confronti".
Per il presidente Torgler "le società sportive devono cominciare a rendersi conto che lo sport è anche una responsabilità sociale, il nostro compito è quello di farle maturare sul territorio"; attraverso questo strumento si contribuisce a costruire "una cultura dello sport come cultura di vita, che poi accompagnerà i ragazzi e le ragazze fino all'età adulta". Giorgio Torgler ha quindi ricordato che il Trentino per giovani e sport è fra "le province più virtuose, ma abbiamo un elevato tasso di abbandono", ed è su questo che bisogna lavorare, anche attraverso il marchio Family.
Infine Walter Mosna ha assicurato il sostegno del Forum per "far capire alle famiglie che lo sport, con questi valori, è un aiuto".
L'assegnazione del marchio è stata concessa alle società e alle associazioni sportive previa sottoscrizione di un impegno a proseguire, come ha ricordato il dirigente Luciano Malfer: "Le associazioni sportive amiche della famiglia sono quelle che improntano la loro attività sul ruolo educativo che la pratica sportiva può avere, come peraltro richiesto dalla legge 1/2011 sul benessere familiare e come previsto nel disegno di legge sulla pratica sportiva che la Giunta provinciale sta elaborando".
Le associazioni sportive sono state accompagnate nel loro iter di assegnazione da un gruppo tecnico, composto da Paolo Crepaz del Coni, da Monica Morandini del Coni - Sportello dello Sportivo e da Walter Mosna del Forum della Associazioni Familiari del Trentino. Il marchio è stato concesso per la durata di tre anni; annualmente l'Agenzia per la famiglia, in collaborazione con il Coni e il Forum, effettuerà delle visite per riscontrare il mantenimento dei requisiti previsti dal Disciplinare rivolto alle associazioni sportive. Le associazioni certificate possono beneficiare della maggiorazione del 10% del contributo provinciale. (at)

Oss Emer Roberto è il nuovo sindaco di Pergine

Roberto Oss Emer - sindaco pergine

Roberto Oss è il nuovo sindaco di Pergine grazie alle 4359 preferenze prese pari al 57,70% dei voti. Partito con 6 punti percentuali di svantaggio del primo turno è riuscito a recuperare lo svantaggio su Marco Osler e  a far convergere su di sè la fiducia dei perginesi. Un duro colpo per il centrosinistra trentino che si era presentato diviso alle elezioni, e soprattutto per l'UpT e il Patt che dopo il primo turno avevano già dato per acquisito il risultato positivo... 

Qui la tabella con i risultati dello scrutinio

I DETENUTI DELLA CASA CIRCONDARIALE DI TRENTO METTONO IN SCENA "ULISSE E IL VELO". Al progetto dell'IPRASE hanno collaborato il Dipartimento della Conoscenza, associazioni culturali e gli studenti del Trentino

ulisse e il velo


Ulisse lascia la ninfa Calipso e riprende il mare a bordo di una zattera per tornare finalmente a casa. Dopo un viaggio tranquillo di alcuni giorni lo vede il suo nemico Poseidone, che scatena una tempesta. L'eroe omerico naufraga, ma una dea gli offre un velo che lo salva. Da questo semplice spunto - tratto dal libro quinto dell'Odissea - ha preso le mosse il laboratorio di teatro, musica e arte che da marzo a giugno ha coinvolto una ventina di detenuti della Casa Circondariale di Trento, su iniziativa dell'IPRASE e dell'Associazione Il Gioco degli Specchi, con la collaborazione della Direzione della Casa Circondariale di Trento, del Dipartimento provinciale della Conoscenza, dell'associazione Quadrivium e del Liceo "L.Da Vinci" di Trento. Le storie di Fari, Aziz, Zidi, Said, Maher, Bilal, Jawad, Issam, Dahbi, Mahdi, Diop, Angelo, Mokdad, Adem, Ghanmi e Simone, quindi, si sono intrecciate con quelle di Ulisse per dare vita a un testo teatrale originale che, con musica, canti e danza, andrà in scena nel primo pomeriggio di martedì 11 giugno presso il teatro della Casa Circondariale.

Gli "attori" della casa Circondariale sono stati aiutati nel loro lavoro da Amedeo Savoia (drammaturgia e regia), da Nicola Straffelini (musica), da Emilio Picone (scenografia), da Francesco Rubino (documentazione) e da Luigi Sansoni (assistenza tecnica). Il laboratorio ha affiancato un percorso condotto sulle carceri da IPRASE dal titolo "Scuola d'autore" che ha coinvolto oltre cinquecento studenti delle scuole superiori della provincia di Trento e che è culminato, il 2 e il 3 maggio scorsi, in alcuni incontri con Fabio Cavalli, regista teatrale attivo da molti anni nel carcere di Rebibbia e coautore di Cesare deve morire,il film dei fratelli Taviani girato coi detenuti della sezione di massima sicurezza della casa di reclusione romana e vincitore dell'Orso d'Oro al Festival di Berlino.
Il progetto è stato stato promosso dall'associazione il Gioco degli Specchi e da Iprase in collaborazione con la Direzione della Casa Circondariale di Trento, il Dipartimento della Conoscenza della Provincia autonoma di Trento, l'associazione di musica contemporanea Quadrivium e il liceo Leonardo da Vinci.

L'Esercito, a sorpresa, vince il XIX Trofeo Mezzalama. Tra le donne le outsider Besseghini, Nicolini, Rossi. Ottimo nono posto per il Team di Alex Salvadori

trofeo mezzalama 2013

La scelta della Fondazione Trofeo Mezzalama di spostare la data di partenza della diciannovesima edizione si è dimostrata azzeccata. Le trecento cordate hanno gareggiato in quella che si potrebbe definire la giornata perfetta correndo un'edizione indimenticabile.
La partenza, anticipata di trenta minuti per avvantaggiarsi sul meteo, è stata data da Breuil-Cervinia (2050 m.) alle ore 5. Con le prime luci dell'alba le stelle hanno lasciato la scena alla sagoma del Cervino colorata di rosso che annunciava una splendida giornata.

Leggi tutto...

Cinque milioni di euro per borse di studio e prestiti a studenti meritevoli. La Pat punta sulla valorizzazione e professionalizzazione dei giovani

studenti -borse di studio b

È stata approvata oggi, su proposta dell'assessore alla salute e politiche sociali Ugo Rossi, la programmazione finanziaria del fondo per la valorizzazione e professionalizzazione dei giovani relativa al periodo 2013-2015. Complessivamente sono stati destinati 5.101.000 euro per l'assegnazione di borse di studio e prestiti d'onore ai ragazzi trentini residenti da almeno tre anni, meritevoli e con una condizione Icef al di sotto di 0,588.

Leggi tutto...

Altri articoli...