Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio12052019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Notizie dal Trentino

Certilingua, il riconoscimento a due studentesse roveretane. La consegna degli attestati questa mattina al Dipartimento della Conoscenza

Lucia Graziola e Valeria Prosser con la dirigente Livia Ferrario 2  

Si chiama "Certilingua" ed è l'attestato europeo di eccellenza per competenze plurilingui e europee-internazionali. Valeria Prosser e Lucia Graziola, due ex studentesse del Liceo Rosmini di Rovereto, hanno ricevuto questo prestigioso riconoscimento oggi in Provincia. La dirigente generale del Dipartimento della Conoscenza, Livia Ferrario, le ha incontrate ed ha consegnato loro l'attestato che certifica le importanti competenze raggiunte. Il documento costituisce un valore aggiunto al diploma di scuola secondaria di secondo grado e garantisce trasparenza e comparabilità delle competenze maturate nei percorsi scolastici dei vari Paesi europei.

"Quello delle lingue straniere – ha detto Livia Ferrario – è un tema che ci vede molto impegnati sin dall'inizio di questa legislatura. Riteniamo che la conoscenza di una o più lingue straniere costituisca un elemento essenziale di qualificazione dei curricula dei nostri studenti. Il Dipartimento si sta impegnando molto per offrire a giovani e adulti della nostra provincia la più ampia e qualificata offerta di corsi, scambi e progetti finalizzati a migliorare la conoscenza delle lingue straniere. A tale proposito l'Assessorato all'istruzione ha istituito un tavolo di lavoro che sta operando in sinergia tra i diversi settori del panorama culturale, economico e formativo della provincia di Trento per selezionare adeguate proposte formative spendibili sul lavoro a livello internazionale".

Sempre più ai giovani d'oggi vengono richieste abilità adeguate per affrontare le diversità linguistiche e culturali che il mondo globalizzato richiede. Incoraggiare la diffusione di competenze plurilingui ed interculturali è uno degli assi che caratterizzano il Programma di questa legislatura. L'Attestato europeo Certilingua ricevuto oggi dalle due ex studententesse del Liceo Rosmini certifica la capacità dei diplomati di interagire in un contesto europeo e a livello internazionale, in due o più lingue oltre alla lingua madre.

Per ottenere la certificazione è necessario dimostrare la conoscenza di due lingue straniere a livello B2 o superiore, l'apprendimento di almeno una disciplina non linguistica nelle lingue certificate e la partecipazione a progetti di cooperazione europea o internazionale di Cittadinanza attiva a livello 4 del Quadro Comune per le Competenze Europee. L'Attestato viene rilasciato dal Dipartimento della Conoscenza previa verifica di un comitato di valutazione e validazione nominato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e costituisce un valore aggiunto al Diploma di istruzione secondaria facilitando l'accesso ad università straniere o al mondo del lavoro in ambito internazionale.

All'incontro con la dirigente Ferrario le due giovani erano accompagnate da Luciano Di Maio, collaboratore del dirigente scolastico e docente di lingua straniera del Liceo Rosmini di Rovereto.
Fino ad ora sono 5 le scuole Certilingua trentine accreditate: il Liceo Rosmini di Rovereto, il Collegio Arcivescovile Dame Inglesi di Rovereto, la Scuola Ladina di Fassa a Pozza di Fassa, l'Istituto di istruzione L.Guetti di Tione e il Liceo linguistico Scholl di Trento. (c.ze.)