Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Ven01192018

Last update08:58:45 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Notizie dal Trentino

Val di Tovel: valorizzazione sostenibile, perché lo sviluppo sia opportunità

FB IMG 1509471908273 

Mobilità, telefonia e manutenzione sono i punti salienti dell'accordo per la valorizzazione della Val di Tovel, un tesoro naturalistico unico e prezioso, che necessita di alcuni interventi mirati alla sua salvaguardia e riqualificazione e a far sì che la proposta culturale e ambientale del famoso "lago rosso" diventino un vero motore di sviluppo per il territorio e per tutto il Trentino. Lo ha sottolineato ieri sera a Tuenno l'assessore alle infrastrutture e all'ambiente Mauro Gilmozzi, che ha siglato, assieme a Joseph Masé, presidente del Parco Naturale Adamello Brenta e Francesco Facinelli, sindaco di Ville d'Anaunia, un protocollo d'intesa teso a migliorare le strutture e i servizi per la gestione e la promozione del territorio e la razionalizzazione degli accessi al lago.
Alla serata, aperta alla popolazione e moderata dal giornalista Rosario Fichera, hanno partecipato, tra gli altri, Claudio Ferrari, dirigente del servizio Sviluppo Sostenibile e Aree Protette della Pat, Gloria Concini, assessore del Comune di Ville d'Anaunia e della Giunta Pnab e Andrea Mustoni, ricercatore del Parco, che hanno approfondito molti aspetti storici e naturalistici degli ultimi 30 anni di conservazione e valorizzazione dell'area protetta della Val di Tovel.

"Il Parco un tempo è stato visto come qualcosa che confligge con lo sviluppo, per i vincoli di salvaguardia ambientale che hanno preservato il territorio e non come opportunità" ha detto l'assessore Gilmozzi, "ma una nuova visione, che vuole costruire reti di soggetti capaci di gestire in modo diverso le aree protette, intende volgere l'idea di parco come opportunità di sviluppo e come interlocutore all'interno della comunità" ha spiegato ancora l'assessore, che ha anche ricordato alcuni punti importanti del nuovo bilancio della Provincia per la valorizzazione naturalistica e cioè il rilancio di Tovel, con un investimento di 1 milione di euro, il collegamento tra i rifugi nell'alta via dello Stelvio, tra Trentino, Alto Adige e Lombardia e il collegamento tra le reti di riserve della Valsugana e del Primiero (Translagorai). Per quanto riguarda un punto nodale dell'accordo, la mobilità sostenibile, Mauro Gilmozzi ha incoraggiato a investire in soluzioni che non scendano a troppi compromessi, "Abbiate il coraggio di fare scelte che riducano il più possibile l'accesso delle macchine al lago, con calma e misura, ma con uno sforzo che punti a ripristinare la qualità dell'ambiente" ha detto l'assessore, ricordando anche gli esiti della ricerca sulla chiusura del Sella e dei passi dolomitici, che hanno rivelato il bisogno di un'inversione di tendenza nella fruizione delle aree più belle del territorio. Di qui, l'incoraggiamento a forme di mobilità alternative (bicicletta, mezzi pubblici e percorsi a piedi). Nel corso della serata, tra l'altro, sono stati resi noti i dati che testimoniano le decine di migliaia di accessi veicolari a Tovel, che necessitano di essere regolati diversamente. Infine una nota di ringraziamento per l'impegno profuso nel giungere all'accordo, che è riuscito a dare risposte adeguate ai bisogni e alle richieste di valorizzazione, un esempio di come sia possibile lavorare assieme, oltre il ruolo di ciascun attore del territorio.

Foto-C.-Grassi-Pnab-2

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna