Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mer08162017

Last update05:26:05 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

"La musica sei tu" di Kimbo Ina Vellocet

LA MUSICA SEI TU k 

... Vedi come la musica ha "miliardi di facce"...
La musica è il luogo della scoperta, uno spazio da concepire non come una storia,
o una danza, o altro, ma IL LUOGO DOVE RECARSI: se vuoi andare in quel luogo
devi semplicemente ascoltare.
Respira, stai fermo, muoviti, socchiudi gli occhi, ricrea la tua vita dentro il ritmo della musica
e Lei diventerà la tua medicina. Come fosse una luce che ti attraversa e che guarisce malesseri,
disarmonie e tristezze.
Quando ascolti la musica non ti viene trasmessa solo la musica, ma un'intera esistenza.
Niente è solo musica. Dentro le sue onde vivono immagini, persone, mondi ...
Universi vicini e universi abissalmente lontani.
Una vibrazione invisibile che riesce a superare il tempo e il luogo.
Per me la musica è proprio l'arte per eccellenza.

                               (Kimbo Ina Vellocet)

COS'E' LA MUSICA: APPUNTI PER UNA CONOSCENZA SENSIBILE. La musica terra di mezzo fra silenzio e rumore

luteplayers 1

Penso a come le cose si realizzano bene se sono poste nella loro condizione ottimale. Tutto si muove e vive nella reale e migliore situazione se si verificano momenti in cui si espande la percezione di stare bene, mentre si sente che, quello che si sta provando, procura benessere interiore e scioglie i legami delle costrizioni, lascia volteggiare la nostra anima e restituisce felicità. E' come se la coscienza ricevesse un numero elevato di cure e attenzioni, tali da procurare soddisfazione e meraviglia. E così accade quando si ascolta la musica, la musica bella ed emozionante che non ti lascia indifferente mentre solletica le tue antenne della percezione. Ma, cos'è questa musica... Se l'organizzazione di questi suoni non fosse quella che abbiamo ascoltato da millenni, forse chissà quale segnale potrebbe procurare alla nostra intelligenza. O forse è normale e plausibile che la musica sia quella che conosciamo perché nelle esperienze sensibili dell'uomo solo quel tipo di suono si trova in sintonia con le sue stesse particelle atomiche... Immaginiamo di ascoltare Wagner, magari la cavalleresca ouverture del "Tannhauser"; subito percepiamo il senso del maestoso e del tragico, proviamo il fascino dell'elevazione e lo stato di rigore dovuto alla nobiltà, morale. Ma se per qualche disfunzione tecnica mentre stiamo ascoltando il disco o il cd si modificasse la velocità di esecuzione ed il suono divenisse frenetico, subito saremmo catapultati in una situazione maledettamente comica. E cosi ripenso: anche la musica per essere materia importante deve essere posta nella sua condizione ottimale. Come tutte le cose ha bisogno di un suo intrinseco ordine...
La musica volendo darne una definizione geometrica è quella "terra di mezzo" che si trova fra silenzio e rumore, in particolare se si considera la condizione della velocità delle sequenze sonore.
Esempio:
(A) se produciamo una nota sul pianoforte (es. MI) sospesa nell'etere fin che non si spegne, la lasciamo da sola, per un tempo lunghissimo (immaginiamo un mese) prima di farla seguire da un'altra nota (es. RE) potremmo dire che siamo molto prossimi al silenzio. La definizione sarebbe: MI + 1 mese di silenzio + RE = quasi silenzio. E anche ripetendo l'esperimento di mese in mese non riusciremo a cogliere la musica, ma un silenzio ogni tanto interrotto dalle note MI e RE.
(B) se invece produciamo una nota (es. MI) che facciamo seguire in un tempo brevissimo (immaginiamo 1 millesimo di secondo) da un'altra nota (es. RE) ecco che allora abbiamo la percezione del rumore. La definizione sarebbe: MI + 1 millesimo di secondo + RE) = una cellula di rumore. Se ripetiamo questa sequenza di note più volte ogni millesimo di secondo otteniamo il rumore.
Dunque la musica viene avvertita come tale solo se la velocità di attuazione delle note, dei suoni, avviene all'interno di parametri dentro i quali riusciamo a cogliere i rapporti fra il silenzio e il suono... O no...

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna