Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mer08162017

Last update05:26:05 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

"La musica sei tu" di Kimbo Ina Vellocet

LA MUSICA SEI TU k 

... Vedi come la musica ha "miliardi di facce"...
La musica è il luogo della scoperta, uno spazio da concepire non come una storia,
o una danza, o altro, ma IL LUOGO DOVE RECARSI: se vuoi andare in quel luogo
devi semplicemente ascoltare.
Respira, stai fermo, muoviti, socchiudi gli occhi, ricrea la tua vita dentro il ritmo della musica
e Lei diventerà la tua medicina. Come fosse una luce che ti attraversa e che guarisce malesseri,
disarmonie e tristezze.
Quando ascolti la musica non ti viene trasmessa solo la musica, ma un'intera esistenza.
Niente è solo musica. Dentro le sue onde vivono immagini, persone, mondi ...
Universi vicini e universi abissalmente lontani.
Una vibrazione invisibile che riesce a superare il tempo e il luogo.
Per me la musica è proprio l'arte per eccellenza.

                               (Kimbo Ina Vellocet)

OPETH – THE DRAPERY FALLS. Ascolti nei primi giorni d'autunno

OPETH - THE DRAPERY FALLS

Il loro talento espressivo sembra provenire dalle culture passate di origine barbara e la verve nordica solitamente quasi assente qui si fa più pronunciata. Il silenzio delle fredde lande abitate dai licheni, attraversate dai venti scaturiti dai ghiacci, le penombre sopra le rocce e la poca vegetazione sono figurazioni presenti nella musica degli Opeth, come non sono assenti le pulsioni più classicheggianti a favore di un'epoca dove il rispetto delle forme e delle leggi sembra condizione naturale. "Il panneggio cade", recita fra i simboli di una dannazione oscura il titolo di questa stupenda canzone presa da "BlackWater Park" (2001) e il gusto quasi aristocratico emerge distintamente anche se a tratti nelle dinamiche musicali e vocali, sembra di cadere in chissà quale abisso demoniaco. Sono visioni coperte in un sonno tormentato, tremolii di dolore nel vuoto degli enigmi, motivi morenti e fantasmi pallidi che accarezzano la perduta innocenza. La vicenda viene narrata attraverso una "lullaby" cosparsa di cadute foglie prese a svanire nel nulla. "The Drapery Falls"... Ed è malinconia d'autunno... Ciao a tutti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna