Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mar08112020

Last update12:45:14 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Il Blog di Marco Zulberti

Chi governa le banche? Al Festival dell'economia l'opinione di Profumo, Morando, Zingales

Fubini Festival Economia Trento

Uno degli incontri più attesi nell'ambito del Festival dell'Economia di Trento è stato quello che si è svolto al Teatro Sociale dove, sotto la sapiente guida di Federico Fubini giornalista di Repubblica, hanno dialogato tra loro sul tema della governance passata e futura delle banche, Alessandro Profumo, Presidente del Monte Paschi di Siena, Morando Enrico, vice ministro al ministero dell'economia del Governo Renzi e Luigi Zingales, professore di Finanza alla University of Chicago Booth School of Business.

Leggi tutto...

L'occupazione al centro del campo. La qualità e la rapidità delle decisioni della classe dirigente sarà fondamentale per attirare i capitali esteri e favorire la ripresa

Robert-McChesney


L'inizio della nona edizione del Festival dell'Economia di Trento che quest'anno ha un tema articolato tra classe dirigente, crescita economica e bene comune, è coinciso con la relazione del Governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, che ha reso pubblici di dati della drammatica situazione economica italiana dove si registra una forte contrazione nei consumi interni e un aumento drammatico della disoccupazione. La situazione è poi attorniata dallo straordinario risultato elettorale di Matteo Renzi che si collega a quel ritorno di fiducia che gradatamente, grazie al lavoro anche dei due governi precedenti come Monti e Letta, sta tornando sui mercati finanziari e sul debito come registrano le sottoscrizioni dei titoli di stato scesi ormai ad un tasso decennale del 2.6 per cento.

Leggi tutto...

L'ordine politico della comunità

Adriano OlivettiLa storia ci racconta a ondate di crolli degli imperi, del sovvertimento dei regni, di rivoluzioni politiche alternati da periodi di decadenza sociale ed economica. In quelle fasi di crisi delle istituzioni forti l'essere umano si rifugia e salva nella propria comunità, dove non valgono le regole dei mercanti, degli affari finanziari e immobiliari, ma le regole della solidarietà, della carità e della speranza alla base della vita familiare e della comunità.

Leggi tutto...

La ricchezza delle nostre comunità

Adam Smith statuaIn un periodo di così forti cambiamenti economici, sociali e culturali anche nelle nostre valli e nelle nostre comunità, chi si trova alla guida amministrativa e imprenditoriale che per decenni aveva interpretato la modernità economica con gli strumenti classici della tradizione si trova spiazzato e non riesce a trovare facili soluzioni su come uscire dalla crisi, rilanciando l'economia.

Leggi tutto...

Un ricordo di Mons. Iginio Rogger


 iginio roggerLa scomparsa di Mons. Iginio Rogger in questa umida primavera del 2014 squarcia il tempo e lo spazio riportandoci al 1919, quando nasceva a Pergine, figlio primogenito di emigranti da Moerna, un paese della Val Vestino, allora Trentina, che si apprestava ad affrontare i problemi della ricostruzione e dell'emigrazione successiva alla Grande Guerra che avrebbero imposto a lui e all'economia agricola e artigianale della sua terra d'origine una metamorfosi inimmaginabile verso la modernità.

Leggi tutto...

Valutare i rischi finanziari. «Occorre studiare una tassazione sostenibile per permettere alla montagna di tornare ad essere la protagonista dell'economia e non l'ancella dei servizi improduttivi che si svolgono nei capoluoghi»

San Giuliano mucche al pascolo  

L'idea di laboratorio applicato all'autonomia trentina recentemente espressa dal presidente della Provincia Ugo Rossi, che immagina un Trentino come modello per uscire dalla crisi, riporta ad uno dei principi fondamentali della storia della nostra terra montana. Perché se la classe politica attuale ha considerato l'autonomia come una sorta di "risarcimento" moderno alla popolazione di lingua tedesca e all'intera regione; per il distacco dall'Austria di fatto l'autonomia secolare concessa dall'impero tedesco ai due principati di Trento e Bressanone, rappresentò un laboratorio dove ogni singola valle, dalle Giudicarie al Primiero, svilupparono fin dal XII secolo particolari norme statutarie e "regole" per permettere la sopravvivenza economica delle centinaia di piccoli villaggi che sfruttavano la ricchezza della montagna.

Leggi tutto...

Legge elettorale: chi l'ha scritta si è ispirato ai principi della rappresentanza, della governabilità e della giustizia, o pensava ad amici da includere e a nemici da escludere?

Legge-elettorale  da www.milanopost.info

Il dibattito intorno alle preferenze nelle liste elettorali sta aprendo una voragine dentro la quale rischia di cadere l'intero impianto della nuova legge elettorale. Perché è palese che questa scelta sia stata effettuata per penalizzare i leader che sono più popolari e che hanno un seguito nella società civile rispetto ai politici di professione che eletti con le liste bloccate in questi anni hanno manifestato la loro totale estraneità alla vita sociale e democratica del paese.

Leggi tutto...

Un'Europa sociale, dal blog di Marco Zulberti

Vallarsa  - paesaggi di guerra - trentino grande guerra


L'anniversario dello scoppio della Grande Guerra, un secolo fa ci permette di osservare tutta la drammaticità del secolo con uno sguardo, che si deve vestire di carità umana per cercare di capire cosa è successo in questi cento anni. Tutta la storia del continente europeo nell'ultimo secolo è attraversata alternativamente da ondate di grandi crisi, che hanno innescato le guerre, e da ondate di crescita economica e sviluppo sociale.

Leggi tutto...

La ripresa riparte dal lavoro attivo. Necessaria una equa distribuzione del salario

vigneti alto Adige-weinbau-tscherms

Il numeri della disoccupazione, sia di quella giovanile, che di quella assoluta sono ormai inquietanti al punto che il sistema appare senza futuro e insostenibile. I progetti di vita e di lavoro sembrano interrotti da una mancanza di risorse per sostenere qualsiasi tipo di progetto. Questi anni di crisi invece che sfociare ad una nuova visione della società, e a nuovi metodi di vita, di lavoro e di produzione, sembra orientata in modo quasi paranoico ad attendersi un completamento di quelli che invece sono ormai esauriti.

Leggi tutto...

Il volano del turismo lombardo. Dopo anni di assenza, la crisi, riporta i turisti milanesi e bresciani nelle stazioni sciistiche di Pinzolo, di Campiglio e della Val di Sole

Madonna di campiglio turismo -I primi dati sul turismo in Trentino, e in particolare in Val Rendena, squarciano i veli del pessimismo e riportano il sorriso degli operatori alberghieri preoccupati da un ulteriore prolungarsi della crisi. Dopo cinque anni di numeri sempre più piccoli, dall'estate del 2012 si può registrare, soprattutto nelle valli limitrofe alla Lombardia come le Giudicarie, la Val Rendena e il comprensorio della Val di Sole, un ritorno dei turisti lombardi, che morsi dalla crisi, stanno sempre più ritrovando conveniente ritornare a frequentare le stazioni sciistiche più facilmente ed economicamente raggiungibili da Milano e dai vari capoluoghi lombardi.

Leggi tutto...

Crisi settoriali e caos demografico. L'equilibrio secolare tra settori macro come quello agricolo, quello artigianale e industriale e quello dei servizi, si è completamente ribaltato

Tabella settori europei 20131 - Marco Zulberti


Una delle lezioni che questa crisi sta imponendo al mondo economico, a quello politico e anche a quello culturale, è la necessità di allargare la vecchia analisi settoriale, basata sulla semplice divisione tra primario agricolo, secondario industriale e terziario dei servizi a quella più attuale dei venti settori europei divisi in auto, banche, materie base, chimica, costruzioni, servizi finanziari, alimentari, assicurazioni, beni industriali, salute, energia, trasporti, telecomunicazioni, turismo, distribuzione, immobiliare, tecnologia.

Leggi tutto...

Sottocategorie