Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Lun08102020

Last update12:45:14 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Il Blog di Marco Zulberti

La crisi chiama una nuova Autonomia


nuova autonomiaL'avvicinarsi delle elezioni provinciali vede il mondo della politica trentina riscaldarsi in attesa di definire i nuovi candidati alla successione di Lorenzo Dellai. Il momento è favorevole per un deciso ricambio generazionale dopo che una consistente pattuglia di politici trentini è discesa su Roma, sulla scia dello stesso presidente. In questa fase preparatoria, oltre ai consiglieri già presenti nel consiglio provinciale appartenenti ai vari partiti dello schieramento politico trentino, nelle valli si stanno muovendo anche i sindaci che scalpitano per farsi reclutare negli spazi vuoti lasciati liberi dalla vecchia classe politica.

Leggi tutto...

Una crisi distributiva. Non solo una crisi economica, ma anche di giustizia, idee e azioni

tv-grecia 1

Vedere la folla in piazza ad Atene protestare contro la chiusura della televisione pubblica e nello stesso tempo leggere che Giorgio Squinzi, il Presidente della Confindustria, e Fabrizio Saccomanni, il ministro dell'Economia, affermano che questa crisi appare più difficile e complessa di quella del 1929, fa sorgere il dubbio che ci troviamo di fronte non ad una crisi economica, ma ad una crisi delle idee e delle azioni.

Leggi tutto...

Le sovranità deboli al Festival di Trento: famiglia e lavoro

Sergio Romano al Festival dellEconomi a di Trento

Il Festival dell'economia di Trento del 2013 si apre su un tema fondamentale che è quello della relazione tra istituzioni, sui rapporti di forza non solo economica, tra "sovranità", come spiega in maniera molto efficace Innocenzo Cipolletta, nel suo intervento sul Festival. Ho scritto "sovranità" tra virgolette, perché in un mondo sempre più globalizzato si è creata una sorta di gerarchia top-down, dall'alto verso il basso, tra le istituzioni, in cui le "sovranità" più deboli quelle più vicine all'essere umano, come la comunità, la famiglia, il lavoro, la religione, quelle che il grande filosofo francese Michel Focault definiva come bio-istituzioni, sono destinate a soccombere.

Leggi tutto...

Le sorgenti del male. Le riflessioni di Zygmunt Bauman nel saggio pubblicato recentemente dalla casa editrice Erickson di Trento

Le-sorgenti-del-male-Zygmunt-Bauman 1
Per quale motivo gli uomini che appartenevano al 101° Battaglione di Polizia della riserva tedesca, inadatti a compiti della prima linea, che non avevano mai commesso atti violenti, durante il rastrellamento degli ebrei in Polonia furono pronti a sparare a bruciapelo alle donne, agli uomini e ai bambini? Solo una percentuale tra il dieci e venti per cento, di quegli uomini normalissimi, si sottrasse a quegli ordini. Dove si è originato il male?

Leggi tutto...

Lavoro, ricchezza e salario. Può continuare a reggere il nostro sistema economico?

Il lavoro alla Sapes - Giudicarie

La festa del lavoro di questo 1° maggio 2013 richiama il preoccupante rialzo della disoccupazione in Trentino che è arrivata al 6.1 per cento, livello che non veniva toccato dai tempi della crisi della lira nel 1992, mentre nel 1981, alla fine recessione degli anni 70 era addirittura al 9.2 per cento. Ma questo dato non offre un'immagine approfondita dello stato del mondo del lavoro trentino, sia in rapporto ai singoli settori economici, che escono dalla generica divisione tra agricoltura, industria e servizi, che alla tipologia del contratto di lavoro, se precari, stagionali o a tempo indeterminato.

Leggi tutto...

Un'emergenza sociale dimenticata. Cosa aspettano le istituzioni come provincia e comuni a censire la sofferenza dei loro cittadini?

lavoro il problema

Mentre i sindaci di molti centri annunciano nuove opere pubbliche come musei, case servizi, caserme dei pompieri, piscine, ospedali, in vista di una loro candidatura come consiglieri provinciali e le imprese ringraziano per l'ennesima pioggia di denaro pubblico vista giustamente come una manna in questa acuta crisi dell'edilizia, le sofferenze di quei trentini che sono senza lavoro o in forti difficoltà per la scarsità di reddito a causa del costo dei servizi primari necessari alla sola sopravvivenza come energia, trasporti e telecomunicazioni sono ancora fortemente trascurate.

Leggi tutto...

Doppio disorientamento. La crisi del debito sta mettendo in luce tutte le contraddizioni in cui è sprofondata la politica italiana eternamente in campagna elettorale ma assolutamente incapace di governare

Bersani Monti
Dopo il doppio papa, Francesco e Benedetto, il doppio governo, Monti e Bersani, il doppio presidente della repubblica Napolitano e quello nuovo che sarà eletto il 18 aprile, ora ci stiamo avvicinando anche alla doppia maggioranza con un potenziale governo di Partito Democratico e Partito delle Libertà. Dopo un ventennio di illusioni maggioritarie e governi stabili la crisi del debito sta mettendo in luce tutte le contraddizioni in cui è sprofondata la politica italiana eternamente in campagna elettorale ma assolutamente incapace di governare.

Leggi tutto...

La democrazia in crisi. Più regole ai politici e ai mercati

democrazia votazioni

Le difficoltà che nel Novecento hanno dovuto affrontare le democrazie sorte dopo le due guerre mondiali e gli eventi terribili del nazismo, della shoah e della bomba atomica su Nagashaki e Hiroshima, sono testimoniate dall'attuale crisi che attraversa l'unione europea nell'affrontare la grave crisi finanziaria che sta calpestando il diritto alla vita dei popoli e di milioni di giovani incolpevoli di quello che sta accadendo. Imputata di questa crisi è ancora una volta la democrazia, che fin dai tempi di Atene all'età di Pericle, rappresenta l'istituzione ideale per il buon governo della società contrapponendosi alla dittatura militare di Sparta o al modello autoritario descritto da Platone nella Repubblica.

Leggi tutto...

Un Presidente in ostaggio. Il movimento M5S non può limitarsi a dire No. Lo hanno già fatto i sanculotte e i montagnardi. Abbiamo visto come è finita. E' arrivato Napoleone

napolitano e montiInsegna Platone nel primo libro della Repubblica che un uomo che sceglie di fare il politico è dì per sé naturalmente "negativo" perché già psicologicamente incline ad una sorta di auto-esaltazione e volontà di onnipotenza sugli altri e quindi dei propri interessi particolari fino alla emanazione di leggi che lo caratterizzano come "tiranno".

Leggi tutto...

Prima la fiducia. Difficile in Italia puntare sul "modello Belgio"

muro di berlino la costruzione

Nell'impasse in cui è caduta la politica italiana dopo le elezioni del 24 febbraio, chi punta sull'effetto "Belgio", quando in analoga situazione di stallo di governo che permise al paese comunque di migliorare, credo commetta un errore. I veti e gli equilibri bizantini tra i tre partiti che siedono oggi in parlamento, Partito Democratico, Movimento Cinque Stelle e Partito delle Libertà, stanno corrodendo la fiducia che il governo di Mario Monti, aveva con sacrifici alla "lacrime e sangue", ripristinato a livello internazionale.

Leggi tutto...

Un Grillo utopico


termidoro
Le prime ore della nuova legislatura si stanno rivelando una delusione per quanti speravano in un cambio deciso nel governo del paese che necessita immediatamente di decreti d'urgenza per uscire dall'assedio dei debiti e dalla recessione economica e dalla disoccupazione che colpisce sempre più in profondità non solo il settore dell'edilizia ma anche alcuni settori industriali.

Leggi tutto...

Sottocategorie