Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab11172018

Last update11:39:14 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Pecore sperdute in val di Nardìs, ancora vive nonostante il maltempo e i predatori

Pecore sperdute in val di Nardìs, ancora vive nonostante il maltempo e i predatori

Si era recato per fare una passeggiata in una delle bellissime valli laterali della val Genova,...

San Martino, la comunità di Pinzolo in pellegrinaggio a Mantova per ricordare i propri emigranti

San Martino, la comunità di Pinzolo in pellegrinaggio a Mantova per ricordare i propri emigranti

C'era monsignor Luigi Bressan quest'anno, il vescovo emerito di Trento, ad accompagnare i...

Madonna di Campiglio, impianti aperti al Grostè dal 24 novembre

Madonna di Campiglio, impianti aperti al Grostè dal 24 novembre

«Nonostante i numerosi alberi caduti sulle piste, dopo una settimana di intenso lavoro siamo...

Da domani riapre la strada tra Madonna di Campiglio e Dimaro

Da domani riapre la strada tra Madonna di Campiglio e Dimaro

Da domani mercoledì 7 novembre è prevista la riapertura del tratto di strada statale 239 tra...

Notizie val Rendena

Campionato trasporto infermi Pinzolo: 21 anni di solidarietà sugli sci. 360 operatori iscritti alle gare e 34 squadre provenienti da tutta Italia con 200 famigliari e accompagnatori al seguito

27458953 10210781597872280 8155840005873124112 n

PINZOLO – Si è conclusa ieri a Pinzolo la 21ª edizione del Campionato italiano sci operatori trasporto infermi organizzata dall'Associazione Volontari Soccorso trasporto infermi (Sti) di Pinzolo-Alta Rendena. Nel segno della solidarietà, da più di vent'anni, il Campionato, con teatro di gara le piste del Doss del Sabion per lo slalom gigante e la pista Frassanida di Carisolo per lo sci di fondo e le ciaspole, richiama da tutta Italia centinaia di volontari impegnati nel soccorso alle persone in difficoltà e in pericolo di vita. Quest'anno, ad arrivare a Pinzolo, sono stati 360 operatori suddivisi in 34 squadre iscritte alla due giorni di competizioni sulla neve. Insieme a loro altre 200 persone tra famigliari e accompagnatori al seguito. Dal Trentino fino alle Marche, le province e regioni di provenienza delle delegazioni che sabato hanno partecipato alla sfilata ufficiale accompagnate dalle bande musicali di Pinzolo e Caderzone Terme. Il trentino Castello Tesino e il modenese Fiumalbo, i comuni che vantano la partecipazione a tutte le ventuno edizioni del Campionato.

Ogni anno, l'evento è abbinato ad un progetto di solidarietà messo in campo dall'Associazione Trasporto Infermi di Pinzolo-Alta Rendena. L'anno scorso, insieme ai colleghi di Castello Tesino, si è trattato della donazione di una casa ad una famiglia di Visso, paese terremotato in provincia di Macerata; quest'anno, invece, l'attenzione è stata rivolta ad un'iniziativa locale con la donazione di un assegno di 4.000 euro a Comunità Handicap, l'associazione delle Giudicarie che si occupa di aiutare e sostenere le persone disabili e le loro famiglie. L'assegno, con fondi provenienti dalla degustazione proposta venerdì sera e direttamente da risorse messa a disposizione da Sti, è stato consegnato al presidente di Comunità Handicap Fabio Bazzoli durante la cerimonia di apertura. La donazione sarà destinata al progetto "Più spazio a Spazio aperto" che prevede l'ampliamento dell'attività del Centro diurno giovani e adulti e il potenziamento delle attività riabilitative territoriali per i minori con disabilità.

Alla cerimonia di apertura, numerose le autorità locali e provinciali intervenute, dal sindaco di Pinzolo Michele Cereghini fino al vicepresidente del Consiglio regionale Lorenzo Ossanna e all'assessore provinciale al turismo e agricoltura Michele Dallapiccola. Il significato di tutta l'iniziativa bene lo ha sintetizzato il presidente dell'Associazione Trasporto infermi Pinzolo-Alta Rendena Tiziano Bonenti: "Un ritrovarsi insieme per condividere il lavoro e le esperienze di tanti volontari che mettono a disposizione il loro tempo e le loro energie per il bene degli altri".

Tra le novità della 21ª edizione, la dimostrazione di soccorso in valanga, organizzata dalla Stazione del Soccorso alpino di Pinzolo con i Carabinieri di Carisolo, che ha suscitato molta attenzione da parte del pubblico presente. Dalla chiamata del soccorso al trasporto dei feriti in ospedale, è stato illustrato con precisione cosa accade quando si viene investiti da una valanga e quali sono le tecniche di intervento, ricerca e soccorso: dall'utilizzo delle sonde alla ricerca dei dispersi con i cani da valanga. Protagonista della simulazione di sabato il cane Dante, arrivato con il suo istruttore dalla stazione del Soccorso alpino di Riva del Garda, che si è dimostrato fondamentale nel ritrovamento dei dispersi.

L'Associazione Sti di Pinzolo Alta Rendena, convenzionata con Trentino Emergenza 118, è composta da oltre 70 volontari che operano nel territorio tra Strembo e Sant'Antonio di Mavignola con al centro Pinzolo. Un anno di operatività del gruppo è riassunto nei seguenti dati: 1.100 interventi e 50.000 km percorsi, 1.120 le persone soccorse e trasportate, 36 le manifestazioni per le quali si presta assistenza mentre 23.200 sono le ore di volontariato complessivamente svolte dagli operatori.