Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Ven08172018

Last update11:07:49 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Dolore e sgomento in Val Rendena per la morte di Marzia Maturi

Dolore e sgomento in Val Rendena per la morte di Marzia Maturi

Sgomento e dolore in val Rendena per la morte di Marzia Maturi, giovane donna di 42 anni e...

8.000 visitatori alla 32^ edizione di Vecchia Rendena come eravamo, quattro passi fra vecchi mestieri e usanze

8.000 visitatori alla 32^ edizione di Vecchia Rendena come eravamo, quattro passi fra vecchi mestieri e usanze

Un successo. Difficile definire altrimenti la 32esima edizione della manifestazione "Vecchia...

Catturata e radiocollarata una giovane orsa in val Rendena

Catturata e radiocollarata una giovane orsa in val Rendena

Nell'ambito delle attività di monitoraggio dell'orso attualmente condotte nella bassa val Rendena...

A Ferragosto Vecchia Rendena... come eravamo quattro passi fra vecchi mestieri e usanze. A Bocenago un tuffo nel passato

A Ferragosto Vecchia Rendena... come eravamo quattro passi fra vecchi mestieri e usanze. A Bocenago un tuffo nel passato

Rivivere il passato, dare senso al presente, credere nel futuro.Questi gli elementi con cui, da...

Notizie val Rendena

Vorrei ringraziare pubblicamente tutti gli uomini della Polizia di Stato e dei Carabinieri che operano nel servizio di Soccorso Piste nella nostra località. La lettera di Roberto Serafini

Doss del Sabion Trentino -Dolomiti -piste da sci 

Prendo spunto da quanto accaduto il 4 febbraio 2018 sulle nevi del Dos del Sabion per ringraziare pubblicamente, personalmente ed a nome della società che rappresento, tutti gli uomini della Polizia di Stato e dei Carabinieri che operano nel servizio di Soccorso Piste nella nostra località.
La loro indiscutibile professionalità unita ad una dedizione e ad un impegno non comune, ne fanno un presidio di sicurezza di incommensurabile importanza per Funivie Pinzolo Spa, per tutta la nostra località e per i nostri ospiti.
Normalmente a loro è richiesto, oltre che il controllo del territorio, il primo soccorso (che a volte li vede impegnati in manovre salva-vita) e la capacità di comprendere e valutare la gravità delle condizioni delle persone infortunatesi o colte da malore sulle piste onde consentire le cure e gli interventi più appropriati, in stretta sinergia con le donne e gli uomini del 118. Sono interventi quotidiani e spesso se ne dimentica l'importanza o la si dà per scontata.
Domenica l'episodio che ha visto protagonisti due giovani sciatori smarritisi in un fuori pista nel tardo pomeriggio e che ha richiesto, visto anche l'avvicinarsi del buio e le basse temperature, prontezza di spirito, preparazione atletica, doti organizzative e conoscenza del territorio. Un incidente che poteva avere un epilogo tragico si è risolto nel migliore dei modi e, come spesso accade, troppo presto tutti ce ne dimenticheremo.
Le nostre forze dell'ordine operano in stretta collaborazione con gli operatori del 118, il Soccorso Alpino, i Vigili del Fuoco e i dipendenti di Funivie Pinzolo spa. Una "macchina" capace di muovere con prontezza, professionalità e grande umanità un numero davvero impressionante di persone e di mezzi.
A tutti loro va il mio ringraziamento più sentito.

Il Presidente Funivie Pinzolo Spa
Roberto Serafini