Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio09202018

Last update12:01:31 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Chi viene e chi va! A Spiazzo a Casa Moresc ShowRoom di Rendena StartUp

Chi viene e chi va! A Spiazzo a Casa Moresc ShowRoom di Rendena StartUp

Il 21 settembre ritorna "Showroom" il nuovo format degli appuntamenti di Rendena StartUp!.Nella...

Al Golf Club Rendena grande successo per Stars on green by texbond

Al Golf Club Rendena grande successo per Stars on green by texbond

Grandissimo successo per lo straordinario evento andato in scena domenica scorsa 9 settembre al...

Notizie val Rendena

Pinzolo-Madonna di Campiglio: doppia festa per tre meravigliosi atleti. Si parte domani con l'evento per Maffei&Maffei

webbins image base64 3d08be73c056a46b263026dfda790617La medaglia d'argento Cecilia Maffei, quattro volte atleta olimpionica, e il giovanissimo Alberto Maffei, alla sua prima esperienza ai Giochi e unico atleta del team Italia ad aver gareggiato nelle specialità freestyle, sono tornati a casa dalla Corea del Sud. E il caldo abbraccio della Val Rendena non si fa attendere. Venerdì 2 marzo, dalle 18.00 alle 20.00 a Pinzolo, per gli atleti di ritorno da Pyeongchang, ci sarà una festa dedicata. Il Comune di Pinzolo, con in testa l'assessore ai grandi eventi Giuseppe Corradini, e quello di Tre Ville, insieme alle associazioni del paese e all'Azienda per il Turismo, sta organizzando l'evento che avrà come protagonisti "Maffei&Maffei". Sarà una festa di ringraziamento, di giubilo, di incontro. Un modo per far sentire la vicinanza di un'intera comunità ai meravigliosi atleti rendenesi che hanno partecipato ai XXIII Giochi olimpici invernali. Un'occasione, anche, per dire grazie per le grandi emozioni che hanno fatto provare a chi li ha seguiti da lontano e per il prestigio che le loro gesta sportive hanno portato a Pinzolo.

Venerdì si festeggerà Cecilia Maffei, argento nella staffetta 3.000 m di short track (con Arianna Fontana, Lucia Peretti e Martina Valcepina ) al termine di una gara da batticuore, ma oro in determinazione. Per l'atleta di Pinzolo, quelle appena concluse sono state le Olimpiadi della rivincita, della ricompensa. Le delusioni e le vittorie, le cadute e le ripartenze si sono sublimate in una conclusione liberatoria, là, sul tetto del mondo, grande tra i più grandi dello sport. L'estate scorsa ci aveva detto che "non era nel suo stile lasciare le cose a metà o finirle male". Quale finale più bello del podio olimpionico poteva esserci? Al collo indossa ora l'argento conquistato per straordinari meriti sportivi, ma è d'oro la medaglia della tenacia con la quale ha creduto in ciò che avrebbe potuto fare e dove sarebbe potuta arrivare.

E si celebrerà anche Alberto Maffei che a Pyeongchang, nella prima prova, si è fermato al dodicesimo posto con il punteggio di 77.50 risultando ventiquattresimo assoluto nella graduatoria finale. Ampiamente confermatosi tra i quaranta atleti di snowboard migliori al mondo ha, davanti a sé, tanto tempo per migliorarsi ancora.

Poi, sabato 10 marzo, l'evento sarà bissato a Madonna di Campiglio alla presenza, questa volta, di Vladislav Khadarin, l'atleta siberiano che alle Olimpiadi ha gareggiato con gli Atleti russi olimpici ottenendo un ventesimo posto assoluto finale. Khadarin ha scelto Madonna di Campiglio e l'Ursus Snow Park al Grostè come sede di allenamento durante l'anno.

Il programma di venerdì. Ritrovo per tutti in piazza San Gerolamo nel rione storico di Bavdino alle 18.00. Da qui, alle 18.15, partenza della sfilata per le vie del paese con gli olimpionici accompagnati dai familiari, dalle autorità, dagli amici, dai tifosi, dalla gente di Pinzolo e della Val Rendena che vorrà partecipare a questo momento. Ci saranno anche le bande musicali di Pinzolo e Caderzone Terme. L'arrivo in piazza Carera è previsto alle 18.50. Qui, sul palco delle feste, proiezione di video e fotografie con le imprese di Cecilia e Alberto che commenteranno in diretta i momenti più significativi dell'esperienza olimpionica rispondendo alle domande del conduttore e speaker Mario Zanon. Musica con il cantautore Luca Bretta, tè caldo e vin brulè per tutti.

Il sabato successivo 10 marzo, la stessa formula di festa si trasferirà a Madonna di Campiglio dove i protagonisti saranno Alberto Maffei e Vlad Khadarin. Teatro dell'evento, in questo caso, sarà la centralissima piazza Sissi e a curare la "colonna sonora" dell'evento ci sarà Nicolò Turri.

Tutti e tre gli atleti sono sostenuti, attraverso un progetto di sponsorizzazione, dall'Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena.

Protagonisti delle due serate "made in Madonna di Campiglio-Pinzolo", saranno alcuni dei giovani del posto più talentuosi del momento: gli atleti Cecilia Maffei, Alberto Maffei e Vlad Khadarin, il cantautore Luca Bretta (originario dell'Emilia Romagna, ma residente a Campiglio) e il musicista Nicolò Turri di Pinzolo. Bretta, classe 1991, ha già un curriculum di tutto rispetto nella voce. Ha, tra le altre cose, partecipato al Festival Show 2015 e 2016 come ospite in apertura alle esibizioni di Noemi, The Kolors, Nesli, Emis Killa, Zero Assoluto, Patty Pravo, Chiara Galliazzo, Bianca Atzei e moltissimi altri. Nicolò Turri, batterista ormai di fama internazionale, ha invece aperto i concerti degli Scorpions, fra Shanghai e Pechino, con gli Octopuss mentre nella serata di Campiglio si esibirà in un concerto di cover rock con la band Los Locos Armando's.

Se la Val Rendena presenta riconosciute eccellenze dal punto di vista naturalistico e turistico, non mancano nemmeno le eccellenze nei campi dello sport e della musica. I cinque giovani che animeranno le due serate organizzate dai comuni di Pinzolo e Tre Ville lo dimostrano.