Notizie val Rendena

Pinzolo si prepara ad accogliere l'Inter per il ritiro estivo 2012

ritiro inter 2012 - Pinzolo

Il ritiro precampionato delle squadre di calcio comporta sempre spese non indifferenti anche per la preparazione delle strutture sportive e per l'accoglienza dei tifosi nel Parco Pineta. Sono costi che poi rientrano a livello di pubblicità e di immagine della località, della Val Rendena e dell'intero Trentino. Va anche detto che con la realizzazione di strutture permanenti essi vengono ridotti e contenuti di anno in anno. Nell'ultima seduta di Giunta sono stati predisposti, finanziati e appaltati gli interventi da realizzare entro il 5 luglio, perché il soggiorno dell'Inter dovrebbe aver luogo nell'arco di tempo che va da quella data alla fine di quel mese. Il tutto per 315.000 euro complessivi, 240.000 destinati all'approntamento delle opere e ai servizi, 75.000 a disposizione dell'Amministrazione comunale. L'architetto Graziano Ferrari di Pelugo coordinerà la sicurezza; all'ingegner Eugenio Binelli di Tione sono stati affidati i calcoli statici delle opere di fondazione delle tribune provvisorie, la direzione lavori per l'allestimento delle stesse e della torre per le riprese televisive; i calcoli statici di queste ultime saranno effettuati dall'ingegner Massimo Dalbon di Tione.

La ditta AG.EC di Selvazzano Dentro (PD) si occuperà del programma di manutenzione dei campi da gioco e fornirà le relative consulenze agronomiche; Simone Maestri di Carisolo provvederà gli impianti elettrici e alla loro funzionalità, mentre l'ingegner Walter Ferrazza di Pinzolo effettuerà il collaudo statico degli allestimenti temporanei in legno. Accanto alle attuali verranno allestite tribune provvisorie capaci di 3.000 posti a sedere e alcune strutture per le telecamere. Il loro nolo per il mese di luglio comporta un esborso di circa 75.000 euro più Iva; la spesa per la manutenzione e il trattamento dei manti erbosi è di 41.200 euro più Iva, mentre il noleggio dei monoblocchi per gli spogliatoi costerà 12.300 euro, sempre al netto dall'Iva. 9.300 euro verranno spesi per l'affitto dei bagni chimici.

L'allestimento degli impianti elettrico, di diffusione sonora e dell'illuminazione notturna costerà quasi 20.000 euro. Con 26.600 euro si acquisterà il legname per le recinzioni perimetrali, mentre con altri 8.000 euro si compreranno i pannelli e gli elementi in legno lamellare necessari alla creazione dell'ufficio stampa. 15.000 euro saranno destinati alla preparazione di allestimenti temporanei. Nella nota spesa troviamo infine 5.000 euro per gli addetti al presidio sanitario e altrettanti per gli addetti all'emergenza, 5.600 euro per la rete WI – FI e 4.000 alla voce "nolo arredi e attrezzature".