Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Lun06252018

Last update10:58:53 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Pinzolo, al Rustik nuova gestione con Claudio, Roberta e Alba

Pinzolo, al Rustik nuova gestione con Claudio, Roberta e Alba

  Più che di un "cambio di gestione", si è trattato di un "passaggio di consegne" in nome...

Dolomiti Natural Wellness:  inaugurato in Val Brenta il nuovo progetto dedicato al benessere nella natura

Dolomiti Natural Wellness: inaugurato in Val Brenta il nuovo progetto dedicato al benessere nella natura

È stata la Val Brenta il palcoscenico naturale scelto per l'inaugurazione del "Dolomiti Natural...

Finalmente qualcuno s'è mosso! La lettera di Michele Cereghini

Finalmente qualcuno s'è mosso! La lettera di Michele Cereghini

Sarà per il recente pensionamento del nostro valligiano Mario Maestranzi o per le diatribe che...

S. Antonio di Mavignola,  anche l'orso sul percorso della Dolomitica Brenta Bike. Il video girato dagli organizzatori

S. Antonio di Mavignola, anche l'orso sul percorso della Dolomitica Brenta Bike. Il video girato dagli organizzatori

Stavano segnando il percorso della Dolomitica Brenta Bike Marathon, la gara di Mountain bike...

Notizie val Rendena

Tra pochi giorni sarà già un mese che la famigliola Siriana è arrivata a Caderzone Terme attraverso i corridoi umanitari... La lettera di Flavia Frigotto

18518071 1743050732377057 1093933389876972215 o

Tra pochi giorni sarà già un mese che la famigliola Siriana è arrivata a Caderzone Terme attraverso i corridoi umanitari; il percorso di integrazione continua a piccoli passi, ma continua.
Come molti sapranno, il progetto di accoglienza di Caderzone Terme può essere definito "progetto pilota" per via delle sue particolarità; la famiglia Siriana ospitata non gode di alcun beneficio che l'accoglienza ordinaria offre di routine. Non esistono contributi regionali, provinciali o comunali; il progetto è completamente a titolo gratuito e si basa sul volontariato, quello che i più esperti potrebbero chiamare "welfare sociale", l'aiuto reciproco delle persone comuni.
Mi fa piacere condividere con i miei contatti i progressi di questo percorso; obiettivi raggiunti specialmente grazie alla collaborazione e al buon cuore delle persone che stanno operando con la sottoscritta con aiuti concreti e visibili.
Ciò che mi ha regalato tanta felicità è stato accompagnare a scuola Abdallah e Doaa, ieri mattina. Per loro e i loro genitori un'emozione indescrivibile, un sogno realizzato dopo tanti anni trascorsi in un campo profughi, costretti da una guerra crudele e senza fine.
Devo ringraziare ufficialmente la scuola di Caderzone Terme per la meravigliosa accoglienza riservata loro: cartelloni di benvenuto, disegni, colori e tanto affetto...bravi davvero sia le maestre che gli alunni!
Un altro splendido regalo è arrivato dal gruppo "Over 75", un gruppo di anziane che ho creato qualche mese fa; insieme alla loro coordinatrice hanno organizzato una piccola festicciola d'accoglienza nel nuovo locale della "Casa della Cultura" (non ancora inaugurata ma a tutti gli effetti già utilizzata dalle "mie donne"), una festa a cui hanno preso parte anche alcune persone del posto, alcune mamme e i loro bimbi. Abbiamo chiacchierato con la famiglia aiutati dal nostro Pietro, super mediatore, che ci ha permesso di conoscere meglio tutti i componenti, abbiamo riso, bevuto caffè e condiviso biscotti e cioccolata graditissimi dai bimbi! Il gruppo "Over 75" ha omaggiato la famiglia con un cesto ricco di frutta e verdura come segno di benvenuto!
Altra significativa collaborazione è nata con l'Associazione "Vite Intrecciate" che si è resa disponibile ad accogliere la famiglia per passare del tempo in loro compagnia e collaborare nel lavoro della loro grande azienda agricola e, perchè no, ad imparare un pò di italiano.
Importante il supporto fornito dalla Caritas, a loro il ringraziamento per il cibo che arriva sempre abbondante e regolare.
Grazie al servizio sociale che ci sta aiutando, insieme all'Associazione IPSIA, ad espletare le innumerevoli ed infinite pratiche burocratiche!
Grande sostegno morale di Ilaria Pedrini; a lei un grazie perchè le sue parole sono energia nuova quando prende un pò di scoraggiamento!
Grazie ancora a chi si è presentato a casa della famiglia con affetto, lezioni improvvisate e divertenti di italiano, giochi per i bimbi e matite colorate!
Grazie a chi chiede, a chi mi ferma per strada, a chi non si ferma all'apparenza, a chi si informa, a chi è curioso, a chi offre il gelato ai bimbi, a chi regala un sorriso a tutti, a chi dice "ciao", a chi dice "benvenuti" o anche "buongiorno", grazie a chi ha regalato una vecchia bicicletta, o una carrozzella nascosta in soffitta, o seggiolino un po' scolorito ma ancora funzionale, grazie davvero a tutti... anche a chi si è fatto coraggio e, dopo un'iniziale diffidenza, si propone per aiutare nell'integrazione...
Grazie Martina Amadei, per esserci anche se così lontana.
Solo insieme, solo uniti, possiamo compiere grandi cose!
AVANTI TUTTA!