Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio02222018

Last update10:05:48 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Prima medaglia olimpica a Pinzolo. Cecilia, te la sei proprio meritata!

Prima medaglia olimpica a Pinzolo. Cecilia, te la sei proprio meritata!

Trepidazione e gioia hanno invaso oggi Pinzolo, da quando, poco dopo mezzogiorno, a PyeongChang...

Cecilia è d'argento! Medaglia olimpica per l'atleta di Pinzolo

Cecilia è d'argento! Medaglia olimpica per l'atleta di Pinzolo

Medaglia d'argento per l'atleta di Pinzolo nella staffetta di short track alle olimpiadi a...

A Birra dell'anno 2018 premiate la Special Winter Zeit e la Brenta Bräu Vienna del Birrificio val Rendena

A Birra dell'anno 2018 premiate la Special Winter Zeit e la Brenta Bräu Vienna del Birrificio val Rendena

Sono stati assegnati i riconoscimenti di "Birra dell'anno 2018" durante la fiera Beer Attraction...

Madonna di Campiglio: successo per l'edizione 2018 del Carnevale Asburgico

Madonna di Campiglio: successo per l'edizione 2018 del Carnevale Asburgico

Si è conclusa ieri sera, con la Festa asburgica e il Gran ballo al Salone Hofer dell'Hotel Des...

Notizie val Rendena

Il Poligono Giapponese, un ospite indesiderato del Parco Naturale Adamello Brenta

poligono del giappone

Si chiama " Poligono Giapponese " ( Fallopia Japonica ) , in Inghilterra è reato anche solo sfalciarla perchè si riproduce dai minuscoli frammenti.
Stiamo parlando di una pianta o meglio dell' Attilia vegetale, che purtroppo si è insidiata anche nel parco Adamello Brenta " senza un permesso di soggiorno ".
Eradicare tale pianta sembra sia difficile se non impossibile, è in atto un progetto pilota nel comune di Pelugo, in collaborazione con il parco naturale, di estirpazione e bruciatura di un perimetro d'area nelle vicinanze del fiume sarca, ma al momento senza alcun significativo risultato.
La pianta ha caratteristiche uniche, riesce a crescere di tre metri in brevissimo tempo e si insidia nel sottosuolo come una trivella per decine di metri sia in verticale che orizzontale, è probabilmente la pianta più produttiva della flora temperata, dove c'è lei nulla più cresce, riesce a soppiantare altre specie vegetali autoctone, sa resistere ad ogni diserbante, insomma , uno scenario da fantascienza.
Essa attenta alla biodiversità unica del Trentino e addirittura alla stabilità del suolo, sensibilizzare tutta la popolazione con corsi di informazione prima che la diffusione sia incontrollabile è un obbligo morale.

P.S. 1 Chiunque riconosca la pianta è caldeggiato ( meglio obbligato ) a segnalare alle autorità competenti : Corpo Forestale , Parco Adamello Brenta, amministrazioni comunali.

P.S.2 Si è già insidiata in molte zone della Val Rendena , pure nei centri urbani ( ad esempio a Massimeno paese ).
Personalmente ho notato la pianta in una 15 di punti lungo la dorsale della Rendena.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna