Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Dom09232018

Last update07:40:41 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Dalle Dolomiti all'Etna nel segno della Solidarietà: premiato con la Targa d'Argento il soccorritore alpino siciliano Francesco Zipper

Dalle Dolomiti all'Etna nel segno della Solidarietà: premiato con la Targa d'Argento il soccorritore alpino siciliano Francesco Zipper

La 47esima edizione del Premio internazionale di solidarietà alpina di Pinzolo è stata consegnata...

Chi viene e chi va! A Spiazzo a Casa Moresc ShowRoom di Rendena StartUp

Chi viene e chi va! A Spiazzo a Casa Moresc ShowRoom di Rendena StartUp

Il 21 settembre ritorna "Showroom" il nuovo format degli appuntamenti di Rendena StartUp!.Nella...

Notizie val Rendena

Ciao Gio' gio, ti voglio bene, tuo Papà... il messaggio di Marco Dietre alla figlia scomparsa

giorgia 2

«.... è andata via la luce. È diventato buio nonostante fosse ancora ora della merenda». Inizia così il messaggio di Marco Dietre pubblicato sulla sua bacheca facebook indirizzato alla figlia Giorgia, tragicamente scomparsa a 18 anni in un incidente stradale ieri pomeriggio. «Non si capiva il perchè, - continua Marco - poi mi hanno spiegato e nonostante quel buio ho visto anche qual'era il motivo. Io non ho paura del buio, ma siccome ho il timore che sarà così anche domattina, la settimana, mesi, anni prossimi, ho solo paura di non riuscire ad abituarmici. Al buio si fa tutto con più fatica, on si vede ciò che è bello e quello che lo è meno ma sopprattutto è più difficile tornare illesi dalle battaglie che la vita ci riserva,quelle per le quali, personalmente, mi sono sempre battuto,direi con discreto successo. Domattina mi tocca partire e andare a combatterne una nuova, purtroppo la più dura perché riguarda me e me,sono solo contro me stesso e in più al buio. Cercherò di non farmi del male, di tornare migliore e ancora più forte, ti chiedo solo un piacere, di guidarmi e farmi un pò di luce, ma si quella li, quella che sanno fare solo gli Angeli. Ciao Gio'gio, ti voglio bene, tuo Papà».