Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mar06182019

Last update10:52:22 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

Prosegue l’impegno dell’Amministrazione provinciale per mettere in sicurezza la strada che...

Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e potrebbe morire sfinito. Il messaggio del Pnab

Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e potrebbe morire sfinito. Il messaggio del Pnab

«E' in arrivo una forte nevicata ma non preoccupiamoci per gli animali selvatici! Quando...

Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono ad amministratori e operatori

Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono ad amministratori e operatori

Il Parco Naturale Adamello Brenta ha iniziato il nuovo anno con un appello per incoraggiare una...

Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di gestione

Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di gestione

Il Comitato di gestione del Parco Naturale Adamello Brenta si è riunito lunedì 17 dicembre 2018,...

  • Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

    Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

    Mercoledì, 06 Febbraio 2019 09:26
  • Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e potrebbe morire sfinito. Il messaggio del Pnab

    Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e...

    Venerdì, 01 Febbraio 2019 08:09
  • Il Presidente del Parco Masè in merito all'ampliamento del Rifugio Brentei: interventi necessari  finalizzati a conformarsi alle normative e a garantire condizioni di lavoro adeguate

    Il Presidente del Parco Masè in merito all'ampliamento del Rifugio Brentei: interventi necessari ...

    Sabato, 26 Gennaio 2019 10:27
  • Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono ad amministratori e operatori

    Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono...

    Mercoledì, 16 Gennaio 2019 21:18
  • Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di gestione

    Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di...

    Martedì, 18 Dicembre 2018 21:01

Turismo sostenibile: certificate 21 aziende del Parco Naturale Adamello Brenta

gli albergatori e i ristoratori premiati - certificazioni cets 2015

"Le nostre aree protette, i nostri parchi sono il paradigma di un modo di vivere in montagna e di un modo di fare turismo nel segno della sostenibilità, è questa la prospettiva per il nostro turismo ed alla quale la Provincia crede convintamente; in un contesto nel quale sono i grandi gruppi economici a dettare legge ed a spazzare via tali sensibilità, sarà sempre più importante fare squadra e credere nel nostro ambiente". Queste le parole con cui l'assessore all'ambiente Mauro Gilmozzi ha salutato, complimentandosi con loro, le 21 strutture ricettive che operano nell'area del Parco Naturale Adamello Brenta alle quali è stato consegnato oggi presso le Cantine Ferrari di Ravina il riconoscimento della "Carta europea del turismo sostenibile - Fase II". Sono le prime in Italia - tra di loro compaiono hotel, garnì, campeggi - ad ottenere tale certificazione, punta avanzata di un fenomeno che, come ha spiegato il presidente di Federparchi-Europarc Italia, Giampiero Sammurri, si sta sempre più affermando, determinando ricadute ecoomiche positive, un "effetto parco" che rende evidente come le aree protette siano una vera risorsa per l'economia italiana.

La Carta Europea del Turismo Sostenibile è una certificazione nonché un metodo di lavoro ideati da Europarc Federation che finora è stata ottenuta in Italia solo da aree protette. Il Parco naturale Adamello Brenta l'ha ottenuta nel 2006 confermandola poi nel 2012. Ma l'obiettivo della Carta è quello di certificare tutta la filiera turistica offrendo un'esperienza complessiva di vacanza. E' stata quindi pensata in tre fasi: la prima è relativa alla certificazione delle aree protette, mentre nella seconda vengono certificate le imprese e nella terza le agenzie di viaggio e i tour operator.

Ad oggi in Europa sono 438 le aziende locali attestate FASE II, distribuite in 25 aree protette accreditate tra Spagna, Francia, Regno Unito e Finlandia. Sostenuti da Federparchi e dal Parco naturale Adamello Brenta, a fine dello scorso anno, un gruppo di albergatori aderenti a "Qualità Parco" ha deciso di intraprendere questo nuovo percorso impegnandosi al rispetto di un preciso disciplinare, che si compone di una piattaforma comune a livello nazionale e tutta una serie di requisiti specifici che caratterizzano ogni realtà locale. In tre tornate di valutazione dei requisiti da parte di valutatori esterni, tutte le 21 aziende sono state certificate.

Entrare nella rete virtuosa delle imprese attestate con la Carta Europea significa ora aggiungere vantaggi per migliorare il livello qualitativo della propria offerta. Si tratta, per esempio, di occasioni di maggiore visibilità internazionale, la conoscenza di possibili fonti di finanziamento, l'opportunità di formazione mirata e scambio di esperienza con gli educational tours e la possibilità di godere di studi di mercato specifici svolti da Federparchi (es. attività di benchmarking, analisi flussi turistici, tendenze di mercato, customer satisfaction).
Si tratta, naturalmente, anche di un impegno per le aziende - come ha voluto sottolineare lo stesso assessore Gilmozzi, che ha ringraziato il Parco per "il grandissimo lavoro svolto".

"Il raggiungimento di questo nuovo traguardo, dopo meno di un anno dall'avvio - ha tra l'altro affermato il presidente del Parco Naturale Adamello Brenta, Antonio Caola - rappresenta per il Parco, oltre che motivo d'orgoglio e soddisfazione, un importante stimolo a lavorare in sinergia e un'ulteriore presa di coscienza di come l'area protetta possa rappresentare, anche per le aziende private, un'occasione di crescita e diversificazione sul mercato.

Le 21 aziende Certificate
Alpen Suite - Madonna di Campiglio
Alp Holiday Dolomiti - Dimaro
Alp Hotel Taller - Folgarida
Comano Cattoni Holiday - Comano Terme
Garnì Lago Nembia - San Lorenzo Dorsino
Garnì Lilly - San Lorenzo Dorsino
Garnì Villanova - Molveno
Hotel Alpina - Madonna di Campiglio
Hotel Bellavista - Giustino
Hotel Beverly - Pinzolo
Hotel Caminetto - Folgarida
Hotel Denny - Carisolo
Hotel Holiday - Monclassico
Hotel Gianna - Madonna di Campiglio
Hotel Miravalle - San Lorenzo Dorsino
Hotel Rio - Caderzone Terme
Hotel Regina Elena - Caderzone Terme
Casa Natura Villa Santi - Montagne
Camping Dolomiti Village - Dimaro
Camping Faè - Sant'Antonio di MAvignola
Camping Spiaggia - Molveno