Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio07182019

Last update10:52:22 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

Prosegue l’impegno dell’Amministrazione provinciale per mettere in sicurezza la strada che...

Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e potrebbe morire sfinito. Il messaggio del Pnab

Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e potrebbe morire sfinito. Il messaggio del Pnab

«E' in arrivo una forte nevicata ma non preoccupiamoci per gli animali selvatici! Quando...

Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono ad amministratori e operatori

Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono ad amministratori e operatori

Il Parco Naturale Adamello Brenta ha iniziato il nuovo anno con un appello per incoraggiare una...

Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di gestione

Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di gestione

Il Comitato di gestione del Parco Naturale Adamello Brenta si è riunito lunedì 17 dicembre 2018,...

  • Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

    Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

    Mercoledì, 06 Febbraio 2019 09:26
  • Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e potrebbe morire sfinito. Il messaggio del Pnab

    Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e...

    Venerdì, 01 Febbraio 2019 08:09
  • Il Presidente del Parco Masè in merito all'ampliamento del Rifugio Brentei: interventi necessari  finalizzati a conformarsi alle normative e a garantire condizioni di lavoro adeguate

    Il Presidente del Parco Masè in merito all'ampliamento del Rifugio Brentei: interventi necessari ...

    Sabato, 26 Gennaio 2019 10:27
  • Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono ad amministratori e operatori

    Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono...

    Mercoledì, 16 Gennaio 2019 21:18
  • Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di gestione

    Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di...

    Martedì, 18 Dicembre 2018 21:01

Alla ricerca dei siti freddi del Triveneto: nuove installazioni in possibili frost hollow nel Parco Naturale Adamello Brenta

immagine google earth camp centener i dossi 1

Prosegue l'attività di ricerca scientifica nell'ambito del progetto di monitoraggio sperimentale dei siti freddi del Triveneto, una collaborazione che vede l'Associazione Meteo Triveneto insieme a enti quali Meteotrentino, il CNR e il Parco Naturale di Paneveggio e Pale di San Martino, monitorare e studiare le temperature rilevate nelle cosiddette "frost hollow", dei siti freddi nei quali in determinate condizioni si rilevano temperature minime bassissime e repentini aumenti e diminuzioni di temperatura.

Questa volta il monitoraggio in Trentino si è spostato nuovamente nel Gruppo delle Dolomiti di Brenta (un ringraziamento al Parco Naturale Adamello Brenta e alle Regole di Spinale e Manez per aver rilasciato le necessarie autorizzazioni), e si affianca a quelli effettuati sull'Altopiano delle Pale di San Martino, sull'Altopiano di Vezzena, Roncone, Levico Terme, Selva di Grigno, Cascatella Castel Tesino e Malga Spora. Nella giornata di venerdì 3 novembre Meteo Triveneto in collaborazione con Meteotrentino ha installato provvisoriamente due termometri nei siti denominati "Camp Centener" e "Dossi" a quote di circa 2.100 metri s.l.m. 

Dossi installazione 1

Camp Centener installazione 1 


Per quanto riguarda il sito di Camp Centener, secondo l'esperienza acquisita negli anni di monitoraggio, le potenzialità morfologiche sono tra le migliori, avendo un ottimo "sky view factor", che si potrebbe tradurre con il termine "porzione di cielo visibile", il sito infatti ha la possibilità di cedere calore verso la libera atmosfera, non essendoci nelle proprie vicinanze cime molto elevate o boschi, che potrebbero ostacolare il raffreddamento dell'aria. Va detto infine che le "colline/prati" posti intorno al sito fungono da recipiente per l'aria fredda che si accumula sul fondo del sito, che a tutti gli effetti diventa un vero e proprio "lago di aria fredda". Vedremo se i dati rilevati ci daranno ragione.

Per ulteriori informazioni e spiegazioni scientifiche è stato predisposto un report liberamente consultabile a questo indirizzo: http://doline.meteotriveneto.it/report2015-2016.pdf ed a breve uscirà la nuova edizione.

Meteo Triveneto insieme agli altri Enti partecipanti al progetto monitora una quarantina di siti posti a quote comprese tra i 35 metri in Friuli Venezia Giulia ed i 2634 metri di siti posti in Trentino sulle Pale di San Martino.


Giampaolo Rizzonelli, Presidente Meteo Triveneto