Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Dom03242019

Last update09:50:33 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

Prosegue l’impegno dell’Amministrazione provinciale per mettere in sicurezza la strada che...

Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e potrebbe morire sfinito. Il messaggio del Pnab

Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e potrebbe morire sfinito. Il messaggio del Pnab

«E' in arrivo una forte nevicata ma non preoccupiamoci per gli animali selvatici! Quando...

Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono ad amministratori e operatori

Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono ad amministratori e operatori

Il Parco Naturale Adamello Brenta ha iniziato il nuovo anno con un appello per incoraggiare una...

Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di gestione

Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di gestione

Il Comitato di gestione del Parco Naturale Adamello Brenta si è riunito lunedì 17 dicembre 2018,...

  • Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

    Strada per Tovel: l'impegno della Pat per la messa in sicurezza dell'accesso alla valle

    Mercoledì, 06 Febbraio 2019 09:26
  • Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e potrebbe morire sfinito. Il messaggio del Pnab

    Quando vediamo un animale non avviciniamoci perché scapperebbe impaurito nella neve alta e...

    Venerdì, 01 Febbraio 2019 08:09
  • Il Presidente del Parco Masè in merito all'ampliamento del Rifugio Brentei: interventi necessari  finalizzati a conformarsi alle normative e a garantire condizioni di lavoro adeguate

    Il Presidente del Parco Masè in merito all'ampliamento del Rifugio Brentei: interventi necessari ...

    Sabato, 26 Gennaio 2019 10:27
  • Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono ad amministratori e operatori

    Quale montagna vogliamo? Il Presidente e il Direttore del Parco Naturale Adamello Brenta scrivono...

    Mercoledì, 16 Gennaio 2019 21:18
  • Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di gestione

    Parco Naturale Adamello Brenta, approvati il Bilancio e il Piano delle attività dal Comitato di...

    Martedì, 18 Dicembre 2018 21:01

Il Parco Adamello Brenta rinnova la Carta Europea del Turismo Sostenibile. Domani a Tione verranno presentati i 40 progetti per il Piano d'Azione 2018-2023

Le praterie del Peller Foto Fedrizzi - Archivio Pnab 1

Lunedì 14 maggio alle ore 20.30, presso la Sala Sette Pievi della Comunità delle Giudicarie, si terrà il forum plenario conclusivo del percorso partecipato condotto dal Parco Naturale Adamello Brenta per rinnovare la Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS).


La CETS è una certificazione di Europarc Federation che il Parco Adamello Brenta ha ottenuto nel 2006, rinnovato nel 2012 e che ora sta confermando per la terza volta. Per ottenerla, ogni cinque anni, le aree protette sono stimolate ad applicare tecniche di partecipazione per condividere con il territorio una strategia di sviluppo turistico e, successivamente, a collaborare per realizzarla. In questi dodici anni, la CETS è stata quindi un efficace strumento che ha permesso al Parco di allacciare legami e di sviluppare occasioni di turismo importanti con altri enti. Sotto il cappello della CETS sono nati, per esempio, i percorsi Dolomiti di Brenta Bike e Dolomiti di Brenta Trek, in collaborazione con le Apt, che sono diventati col tempo prodotti turistici interessanti per il target dei bikers europei, oppure la certificazione "Qualità Parco" per le strutture ricettive che possono vantare una gestione in linea con il rispetto dell'ambiente verso una clientela eco-friendly, e poi ancora il recupero e la valorizzazione dei camminamenti della Grande Guerra, in collaborazione con la Soprintendenza per i beni architettonici della Provincia, per renderli luoghi della memoria.

Tavolo di lavoro a Carisolo

Foto Ronnie Kiaulhen - Archivio Pnab 

 


Da fine marzo, il Parco, supportato da Natourism, ha quindi organizzato tre forum territoriali: il 28 marzo a Tuenno per l'ambito della Val di Non, il 9 aprile a Dorsino per l'area dell'Altopiano della Paganella e delle Giudicarie Esteriori e l'11 aprile a Carisolo per la Val di Sole, la Val Rendena, le Giudicarie Centrali e la Val del Chiese. Agli incontri hanno partecipato amministratori comunali, i rappresentanti della Comunità delle Regole di Spinale e Manez, delle ASUC, delle Comunità di Valle, operatori economici, i gestori degli impianti funiviari, i rappresentanti delle APT, delle Pro loco, delle Associazioni albergatori, del mondo associazionistico, Guide alpine, rifugisti, personale del Parco e tanti cittadini.
Dai tavoli di lavoro sono emerse quaranta idee progettuali che sono state incanalate in tre temi guida: il rapporto Turismo-Agricoltura-Artigianato, la Valorizzazione del patrimonio architettonico pubblico e delle Case del Parco, la Valorizzazione/tutela dell'ambiente rurale – naturale.

Val di Fumo Archivio Pnab 


E' stato così definito un Piano di Azioni che il Parco si porrà come Strategia turistica 2018-2023. Lunedì sera a Tione saranno presentati al pubblico i progetti e sarà sottoscritto il Piano d'Azione dai diciotto soggetti coinvolti come segnale di impegno per la loro realizzazione e cofinanziamento nei prossimi cinque anni.